Discussione:
blog statico: pro e contro?
(troppo vecchio per rispondere)
rootkit
2016-03-20 13:17:05 UTC
Permalink
Raw Message
trovandomi di fronte all'idea di progettare un blog stavo seriamente
valutando un generatore statico tipo jekyll. il motivo pricipale è che
vorrei dimenticarmi almeno in prima istanza dei problemi di sicurezza,
plugin bucati, aggiornamenti dei medesimi e altre rogne del genere,
concentrandomi su design e (ovviamente) contenuti.

al momento non riesco a vedere dei veri e propri "contro" rispetto a una
soluzione wordpress. secondo voi mi sfugge qualcosa?
Andrea D'Amore
2016-03-21 07:08:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by rootkit
vorrei dimenticarmi almeno in prima istanza dei problemi di sicurezza,
plugin bucati, aggiornamenti dei medesimi e altre rogne del genere,
Un grandissimo vantaggio, IMHO.
Post by rootkit
al momento non riesco a vedere dei veri e propri "contro" rispetto a una
soluzione wordpress. secondo voi mi sfugge qualcosa?
Secondo me la diffusione enorme dei vari CMS è solo abitudine/mancanza
di conoscenza di alternative/poca dimestichezza con la riga di comando.

Forse l'unico impedimento serio che viene è la mancanza dei commenti in
quest'epoca così "social", ci sono le soluzione terze tipo disqus
oppure roba interna [1, 2] che aggiungono un minimo di dinamica al
sito, ma niente di complesso o vulnerabile.


[1]:
http://www.hezmatt.org/~mpalmer/blog/2011/07/19/static-comments-in-jekyll.html

[2]: http://theshed.hezmatt.org/jekyll-static-comments/
--
Andrea
cursum perficio
2016-03-21 15:21:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea D'Amore
Post by rootkit
vorrei dimenticarmi almeno in prima istanza dei problemi di sicurezza,
plugin bucati, aggiornamenti dei medesimi e altre rogne del genere,
Un grandissimo vantaggio, IMHO.
Domanda da curioso: hai un sito su jekill?

Io ho visto i siti che citano come esempio, mi paiono tutti un po'
poverini, ma dato che l'idea mi incuriosisce comincerò a studiarci
sopra, a commenciare dalle tue segnalazioni sui gestori di commenti.
cursum perficio
2016-03-21 15:41:20 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea D'Amore
Post by rootkit
vorrei dimenticarmi almeno in prima istanza dei problemi di sicurezza,
plugin bucati, aggiornamenti dei medesimi e altre rogne del genere,
Un grandissimo vantaggio, IMHO.
Ho cominciato a leggere qualcosa... Ma dove sta il vantaggio di passare
da un programma in php a uno in ruby? (peraltro almeno uno dei plugin da
te segnalati usa anche uno script php...). Forse nell'esigua lunghezza
del codice e quindi nella più facile manutenzione e minore possibilità
di bug / exploit?
E i provider? Il mio mi fornisce php, quanti forniscono ruby? Ce ne sono
di economici?
rootkit
2016-03-21 16:55:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
Post by Andrea D'Amore
Post by rootkit
vorrei dimenticarmi almeno in prima istanza dei problemi di sicurezza,
plugin bucati, aggiornamenti dei medesimi e altre rogne del genere,
Un grandissimo vantaggio, IMHO.
Ho cominciato a leggere qualcosa... Ma dove sta il vantaggio di passare
da un programma in php a uno in ruby?
non passi da un programma php ad uno in ruby, passi da un programma php
ad un sito *statico*.
jekyll è in ruby ma è il generatore, non serve lui le pagine.
il vantaggio è proprio che hai un sito statico. quindi niente script lato
server, niente di niente.
Gabriele - onenet
2016-03-21 18:21:46 UTC
Permalink
Raw Message
Post by rootkit
Post by cursum perficio
Post by Andrea D'Amore
Post by rootkit
vorrei dimenticarmi almeno in prima istanza dei problemi di sicurezza,
plugin bucati, aggiornamenti dei medesimi e altre rogne del genere,
Un grandissimo vantaggio, IMHO.
Ho cominciato a leggere qualcosa... Ma dove sta il vantaggio di passare
da un programma in php a uno in ruby?
non passi da un programma php ad uno in ruby, passi da un programma php
ad un sito *statico*.
jekyll è in ruby ma è il generatore, non serve lui le pagine.
il vantaggio è proprio che hai un sito statico. quindi niente script lato
server, niente di niente.
Se è una cosa tua, che scrivi e gestisci tu, non vedo controindicazioni; a meno
che non ti serva qualcosa di molto social come interattività nel qual caso non
so quanto lavoro ti possa comportare in più.

Quando hai deciso, posta l'URL :-)

Gabriele
cursum perficio
2016-03-21 19:27:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gabriele - onenet
Post by rootkit
non passi da un programma php ad uno in ruby, passi da un programma php
ad un sito *statico*.
jekyll è in ruby ma è il generatore, non serve lui le pagine.
il vantaggio è proprio che hai un sito statico. quindi niente script lato
server, niente di niente.
Se è una cosa tua, che scrivi e gestisci tu, non vedo controindicazioni;
a meno che non ti serva qualcosa di molto social come interattività nel
qual caso non so quanto lavoro ti possa comportare in più.
Sono un po' disorientato...
Allora tanto varrebbe usare WP in locale e poi fare l'upload delle
pagine dopo averle salvate con uno scraper (già fatto in passato). Forse
il tutto sarebbe sovradimensionato ma avrei anche molti più temi già
pronti tra cui scegliere, tanto per dirne una.
Post by Gabriele - onenet
Quando hai deciso, posta l'URL :-)
I miei tempi sono biblici, perché ho un lavoro, una famiglia (almeno per
ora), e mille problemi con l'uno e con l'altra.
Casomai dovesse succedere te lo fornirò in privato.
Andrea D'Amore
2016-03-21 20:28:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
Allora tanto varrebbe usare WP in locale e poi fare l'upload delle
pagine dopo averle salvate con uno scraper (già fatto in passato).
Ecco, questo non sembra per niente overkill. </sarcasm>.

La differenza grande sta nel fatto che wp non è pensato per quello,
l'interazione con lo scraper è una "forzatura". Con un framework per
sito statico invece usi uno strumento nella maniera in cui è pensata.
Post by cursum perficio
Forse il tutto sarebbe sovradimensionato ma avrei anche molti più temi
già pronti tra cui scegliere,
Mah, per il mio blog personale -che al momento non ho, per rispondere
all'altra domanda- non è che mi interesserebbe molto.
Per la cronaca io ho dato un'occhiata a Hyde, perché sono più py-oriented.
--
Andrea
cursum perficio
2016-03-21 22:13:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea D'Amore
Per la cronaca io ho dato un'occhiata a Hyde, perché sono più py-oriented.
E questo che è fatto in JS invece?
http://www.metalsmith.io/
Solo che non capisco che tipo di JS, client-side o server-side?
Problemi di indicizzazione?
rootkit
2016-03-21 22:52:37 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
Post by Andrea D'Amore
Per la cronaca io ho dato un'occhiata a Hyde, perché sono più py-oriented.
E questo che è fatto in JS invece?
http://www.metalsmith.io/
Solo che non capisco che tipo di JS, client-side o server-side?
Problemi di indicizzazione?
credo che tu faccia molta confusione.
quello è un generatore basato su node.js, quindi sì è scritto in
javascript. ma il generatore, non il generato. il sito prodotto sono
documenti statici che a gusto tuo possono o meno contenere javascript.
rootkit
2016-03-21 21:37:47 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
Post by Gabriele - onenet
Se è una cosa tua, che scrivi e gestisci tu, non vedo
controindicazioni;
a meno che non ti serva qualcosa di molto social come interattività nel
qual caso non so quanto lavoro ti possa comportare in più.
Sono un po' disorientato...
Allora tanto varrebbe usare WP in locale e poi fare l'upload delle
pagine dopo averle salvate con uno scraper (già fatto in passato).
ma dai, non c'entra nulla col tipo di risultato che si ottiene con questi
strumenti.
Post by cursum perficio
Forse
il tutto sarebbe sovradimensionato ma avrei anche molti più temi già
pronti tra cui scegliere, tanto per dirne una.
a parte che si trovano anche template html, ma la cosa mi interessa
relativamente. sul design vorrei lavorare personalmente e in questo caso
essere vincolati al sistema di gestione temi wp mi è d'intralcio.
Daniele Pinna (Ufficio)
2016-03-22 17:37:37 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea D'Amore
Secondo me la diffusione enorme dei vari CMS è solo abitudine/mancanza
di conoscenza di alternative/poca dimestichezza con la riga di comando.
Scusa... che centra la poca dimestichezza con la CLI e la diffusione dei
CMS?

I CMS si sono diffusi perché sono più semplici da realizzare per il
professionista e da gestire per il committente che può inserire
autonomamente i contenuti.

E' vero ci sono anche molti improvvisati che fuori dalle 4 cosette non
sanno fare... e sono quelli che non fanno la manutenzione annuale ai
siti web.

Riguardo il problema sicurezza, l'unico che ho avuto in tanti anni è
stato fatto sfruttando una falla presente nella versione del Plesk del
provider che usavo all'epoca (e che non ha voluto ripristinare i
backup). Tanto per capire... sono stati colpiti anche i siti statici
realizzati con solo HTML.

Per il resto aggiorno tutti i siti man mano che escono dei nuovi
aggiornamenti del core o delle estensioni di Joomla! o Wordpress. Certo
è una lavoraccio se si hanno tanti siti da seguire ma non è gratuito per
il cliente... c'è un costo annuale per la manutenzione. Se il cliente
non la vuole pagare il sito non riceve la manutenzione.
--
Daniele Pinna
DAPINNA.COM
(leva oops per rispondere)
-----
Utente Skype: dapinna
DAPINNA.COM : http://www.dapinna.com
Il Docfa in Pillole: http://www.ildocfainpillole.it - Sito Aggiornato!!!
DAPINNA.COM su Facebook: https://www.facebook.com/dapinnadotcom
BLOG: http://storielaboratorioinformatica.wordpress.com
Andrea D'Amore
2016-03-23 11:14:51 UTC
Permalink
Raw Message
Scusa... che centra la poca dimestichezza con la CLI e la diffusione dei CMS?
Non era riferito alla diffusione _in generale_ ma al contesto
particolare del sito statico per un blog personale in cui le questioni
cosmetiche sono pochissimo rilevanti, almeno per quanto mi riguarda.

_Immagino_ che in quel caso una persona che non è pratica della riga di
comando preferisca istallare un wp qualsiasi e via.

Certo che è ancora più comodo usare una piattaforma come servizio e
via, però c'è qualcosa che mi piace nel minimalismo del sito statico.
--
Andrea
Gabriele - onenet
2016-03-23 14:13:48 UTC
Permalink
Raw Message
Scusa... che centra la poca dimestichezza con la CLI e la diffusione dei CMS?
Non era riferito alla diffusione _in generale_ ma al contesto particolare del
sito statico per un blog personale in cui le questioni cosmetiche sono
pochissimo rilevanti, almeno per quanto mi riguarda.
Ciao,

c'è chi invece ha bisogno che il sito personale sia graficamente innovativo o
comunque d'impatto.
_Immagino_ che in quel caso una persona che non è pratica della riga di comando
preferisca istallare un wp qualsiasi e via.
Non capisco cosa c'entri la CLI con l'avere un sito statico (inteso come non
utilizzo di un CMS).
Certo che è ancora più comodo usare una piattaforma come servizio e via, però
c'è qualcosa che mi piace nel minimalismo del sito statico.
Personalmente ho optato, dopo molta indecisione al momento di dover rifare da
zero il mio sito principale che era html+css, per un sito statico che aggiorno
"a mano"; però ho messo anche delle belle foto e effetti tipo "accordeon" per
delle schede di prodotto :-)
Il motivo principale per cui sono rimasto in questo caso sull'html è la sicurezza.
Invece per creare dei siti dimostrativi di vario genere e farci varie prove ho
scelto WordPress.

Quindi non è che una cosa escluda l'altra, dipende anche che pubblico devi
raggiungere.

Gabriele
Andrea D'Amore
2016-03-23 15:22:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gabriele - onenet
Non capisco cosa c'entri la CLI con l'avere un sito statico (inteso
come non utilizzo di un CMS).
Perché l'argomento iniziale era Jekyll.
Post by Gabriele - onenet
Personalmente ho optato, dopo molta indecisione al momento di dover
rifare da zero il mio sito principale che era html+css, per un sito
statico che aggiorno "a mano"; però ho messo anche delle belle foto e
effetti tipo "accordeon" per delle schede di prodotto :-)
Va benissimo la parte cosmetica se ti piace e/o serve, ma piuttosto che
aggiornare a mano non è meglio un compilatore?
--
Andrea
Gabriele - onenet
2016-03-24 10:35:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea D'Amore
Post by Gabriele - onenet
Non capisco cosa c'entri la CLI con l'avere un sito statico (inteso come non
utilizzo di un CMS).
Perché l'argomento iniziale era Jekyll.
Ah OK :-) avevo allargato il discorso.
In effetti sistemi come Jekyll sono una nicchia interessante.
Post by Andrea D'Amore
Post by Gabriele - onenet
Personalmente ho optato, dopo molta indecisione al momento di dover rifare da
zero il mio sito principale che era html+css, per un sito statico che
aggiorno "a mano"; però ho messo anche delle belle foto e effetti tipo
"accordeon" per delle schede di prodotto :-)
Va benissimo la parte cosmetica se ti piace e/o serve, ma piuttosto che
aggiornare a mano non è meglio un compilatore?
Ho sempre usato degli editor che mi permettessero di inserire codice manualmente.
Sono su Mac e al momento sto usando Flux che tra i tanti che ho provato è
l'unico che gestisce decentemente pezzi di codice da includere (per tanti anni
ho usato PageSpinner che però non veniva più aggiornato); nel senso che ad es.
se modifico la parte che gestisce il menù lo faccio su una sola pagina e
l'editor poi aggiorna tutto il sito.
Oppure tutta la parte di header che carica css e script, la scrivo una volta sola.

Gabriele
cursum perficio
2016-03-23 16:08:55 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gabriele - onenet
sito statico per un blog personale in cui le questioni cosmetiche sono
pochissimo rilevanti, almeno per quanto mi riguarda.
Ciao,
c'è chi invece ha bisogno che il sito personale sia graficamente
innovativo o comunque d'impatto.
Cito le prime tre cose che mi vengono in mente:
* barra di ricerca (il sito statico deve reindirizzare su google?)
* nuvola dei tag
* calendario del blog

Sul mio personale le uso personalmente tutte e tre (soprattutto per
rileggere cose vecchie che ancora mi interessano) anche se è un sito
minimalistico.

La cosa è interessante, ma il generatore di siti statici non riesce a
convincermi.
cursum perficio
2016-03-23 16:10:18 UTC
Permalink
Raw Message
Sul mio *sito* personale le uso personalmente tutte e tre (soprattutto per
rileggere cose vecchie che ancora mi interessano) anche se è un sito
minimalistico.
cursum perficio
2016-03-23 16:11:17 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
* barra di ricerca (il sito statico deve reindirizzare su google?)
* nuvola dei tag
* calendario del blog
La quarta: elenco dei post attinenti (related post).
Alessandro Pellizzari
2016-03-25 08:32:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
* barra di ricerca (il sito statico deve reindirizzare su google?)
* nuvola dei tag * calendario del blog
Sono tutte cose (anche l'elenco dei post attinenti) che un generatore di
siti statici fa senza problemi (se implementate), in quanto sono
semplicemente liste di cosa che ci sono nel DB del CMS.

Che vengano fatte dinamicamente ogni volta che apri la pagina o
staticamente alla compilazione, cambiano solo le prestazioni. :)

Una cosa che un generatore statico non può fare è, per esempio, fare una
classifica dei post che hanno maggiori commenti, in quanto i commenti sono
forzatamente su un servizio esterno tipo Disqus. Se Disqus (o chi per
esso) ti fornisce il widget js da mettere nel sito statico, anche questo
non è un problema, ma non ho approfondito.

Bye.
Daniele Pinna (Ufficio)
2016-03-23 16:11:11 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gabriele - onenet
c'è chi invece ha bisogno che il sito personale sia graficamente
innovativo o comunque d'impatto.
Non solo... un ecommerce o un forum.
Impensabile oggi farlo in modo statico :-)
Post by Gabriele - onenet
Certo che è ancora più comodo usare una piattaforma come servizio e via, però
c'è qualcosa che mi piace nel minimalismo del sito statico.
Personalmente ho optato, dopo molta indecisione al momento di dover
rifare da zero il mio sito principale che era html+css, per un sito
statico che aggiorno "a mano"; però ho messo anche delle belle foto e
effetti tipo "accordeon" per delle schede di prodotto :-)
Il motivo principale per cui sono rimasto in questo caso sull'html è la sicurezza.
Invece per creare dei siti dimostrativi di vario genere e farci varie
prove ho scelto WordPress.
HIMO anche usando Joomla! o Wordpress puoi avere la sicurezza... solo
che devi starci appresso con i vari aggiornamenti... Normalmente 10/15
minuti tra backup ed aggiornamenti :-)
Post by Gabriele - onenet
Quindi non è che una cosa escluda l'altra, dipende anche che pubblico
devi raggiungere.
Concordo.
--
Daniele Pinna
DAPINNA.COM
(leva oops per rispondere)
-----
Utente Skype: dapinna
DAPINNA.COM : http://www.dapinna.com
Il Docfa in Pillole: http://www.ildocfainpillole.it - Sito Aggiornato!!!
DAPINNA.COM su Facebook: https://www.facebook.com/dapinnadotcom
BLOG: http://storielaboratorioinformatica.wordpress.com
cursum perficio
2016-03-23 16:12:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Daniele Pinna (Ufficio)
HIMO anche usando Joomla! o Wordpress puoi avere la sicurezza... solo
che devi starci appresso con i vari aggiornamenti... Normalmente 10/15
minuti tra backup ed aggiornamenti :-)
Oppure usare appspot di google, dove se non mi sbaglio aggiorni in
locale e poi sincronizzi sul cloud.
Daniele Pinna (Ufficio)
2016-03-23 18:19:32 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
Post by Daniele Pinna (Ufficio)
HIMO anche usando Joomla! o Wordpress puoi avere la sicurezza... solo
che devi starci appresso con i vari aggiornamenti... Normalmente 10/15
minuti tra backup ed aggiornamenti :-)
Oppure usare appspot di google, dove se non mi sbaglio aggiorni in
locale e poi sincronizzi sul cloud.
Non ho capito :-)

Non credo che il cloud di google (inteso come Google Drive... se parli
di altro non so) si possa usare per un sito Web basato su PHP+DB
--
Daniele Pinna
DAPINNA.COM
(leva oops per rispondere)
-----
Utente Skype: dapinna
DAPINNA.COM : http://www.dapinna.com
Il Docfa in Pillole: http://www.ildocfainpillole.it - Sito Aggiornato!!!
DAPINNA.COM su Facebook: https://www.facebook.com/dapinnadotcom
BLOG: http://storielaboratorioinformatica.wordpress.com
Andrea D'Amore
2016-03-23 19:42:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Daniele Pinna (Ufficio)
Non credo che il cloud di google (inteso come Google Drive... se parli
di altro non so) si possa usare per un sito Web basato su PHP+DB
Secondo me parla di Google Cloud che si appoggia ad App Engine che mi
pare supporti PHP nativamente già da un po' (prima si usava un
interprete per la JVM).
--
Andrea
Daniele Pinna (Ufficio)
2016-03-24 17:10:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Daniele Pinna (Ufficio)
Non credo che il cloud di google (inteso come Google Drive... se parli
di altro non so) si possa usare per un sito Web basato su PHP+DB
Secondo me parla di Google Cloud che si appoggia ad App Engine che
mi pare supporti PHP nativamente già da un po' (prima si usava un
interprete per la JVM).
OK... :-)
--
Daniele Pinna
DAPINNA.COM
(leva oops per rispondere)
-----
Utente Skype: dapinna
DAPINNA.COM : http://www.dapinna.com
Il Docfa in Pillole: http://www.ildocfainpillole.it - Sito Aggiornato!!!
DAPINNA.COM su Facebook: https://www.facebook.com/dapinnadotcom
BLOG: http://storielaboratorioinformatica.wordpress.com
cursum perficio
2016-03-23 22:07:37 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Daniele Pinna (Ufficio)
Post by cursum perficio
Post by Daniele Pinna (Ufficio)
HIMO anche usando Joomla! o Wordpress puoi avere la sicurezza... solo
che devi starci appresso con i vari aggiornamenti... Normalmente 10/15
minuti tra backup ed aggiornamenti :-)
Oppure usare appspot di google, dove se non mi sbaglio aggiorni in
locale e poi sincronizzi sul cloud.
Non ho capito :-)
Non credo che il cloud di google (inteso come Google Drive... se parli
di altro non so) si possa usare per un sito Web basato su PHP+DB
https://googlecloudplatform.github.io/appengine-php-wordpress-starter-project/

Congratulations! You should now have a blog that loads rapidly, caches
elegantly, sends email properly, and can support adding images and other
media to blog posts! Most importantly, it will take advantage of
Google's incredibly powerful infrastructure and scale gracefully to
accomodate traffic that is hitting your blog.

Note: You'll want to keep that local copy of WordPress handy, because
you'll need it to install custom themes and plugins. Because of the
security sandbox, your live WordPress site can not write to the local
files -- they're static. This means the auto-installation of themes and
plugins in the WordPress dashboard will only work in the local WordPress
that you run on your own machine. So, remember to do all your installing
locally, then re-deploy your WordPress app.
rootkit
2016-03-24 06:05:46 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
Post by Daniele Pinna (Ufficio)
Post by cursum perficio
Oppure usare appspot di google, dove se non mi sbaglio aggiorni in
locale e poi sincronizzi sul cloud.
Non ho capito :-)
Non credo che il cloud di google (inteso come Google Drive... se parli
di altro non so) si possa usare per un sito Web basato su PHP+DB
https://googlecloudplatform.github.io/appengine-php-wordpress-starter-
project/

ecco, cadendo proprio a fagiuolo: questo sito è generato con jekyll e
hostato da github :-)
Andrea D'Amore
2016-03-24 10:04:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
Note: You'll want to keep that local copy of WordPress handy, because
you'll need it to install custom themes and plugins. Because of the
security sandbox, your live WordPress site can not write to the local
files -- they're static.
Notare però che questo è quello della discussione sono due significati
diversi di statico.
Il sito web in questione è comunque dinamico nei contenuti ma statico
"nel filesystem".
--
Andrea
cursum perficio
2016-03-24 15:18:11 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea D'Amore
Post by cursum perficio
Note: You'll want to keep that local copy of WordPress handy, because
you'll need it to install custom themes and plugins. Because of the
security sandbox, your live WordPress site can not write to the local
files -- they're static.
Notare però che questo è quello della discussione sono due significati
diversi di statico.
Il sito web in questione è comunque dinamico nei contenuti ma statico
"nel filesystem".
Rispondevo alle due osservazioni:
"anche usando Joomla! o Wordpress puoi avere la sicurezza"
"Non credo che il cloud di google si possa usare per un sito Web basato
su PHP+DB"

Sono ancora curioso di sapere se qualcuno usa le funzioni da me citate
con un generatore di siti statici.
rootkit
2016-03-23 21:26:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by cursum perficio
Post by Daniele Pinna (Ufficio)
HIMO anche usando Joomla! o Wordpress puoi avere la sicurezza... solo
che devi starci appresso con i vari aggiornamenti... Normalmente 10/15
minuti tra backup ed aggiornamenti :-)
Oppure usare appspot di google, dove se non mi sbaglio aggiorni in
locale e poi sincronizzi sul cloud.
beh usando jekyll puoi pubblicare su github pages.
rootkit
2016-03-23 21:58:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gabriele - onenet
Post by Andrea D'Amore
Non era riferito alla diffusione _in generale_ ma al contesto
particolare del sito statico per un blog personale in cui le questioni
cosmetiche sono pochissimo rilevanti, almeno per quanto mi riguarda.
Ciao,
c'è chi invece ha bisogno che il sito personale sia graficamente
innovativo o comunque d'impatto.
beh a mio modo di vedere se vuoi un design spinto è molto più complicato
realizzarlo con un cms piuttosto che con un motore di template statici.
cioè i temi di wp sono comodi da utilizzare perché si installano e si
cambiano in un attimo, ma personalizzarli magari con delle soluzioni un
po' spinte non è cosa affatto banale.
Gabriele - onenet
2016-03-24 10:47:35 UTC
Permalink
Raw Message
Post by rootkit
Post by Gabriele - onenet
Post by Andrea D'Amore
Non era riferito alla diffusione _in generale_ ma al contesto
particolare del sito statico per un blog personale in cui le questioni
cosmetiche sono pochissimo rilevanti, almeno per quanto mi riguarda.
Ciao,
c'è chi invece ha bisogno che il sito personale sia graficamente
innovativo o comunque d'impatto.
beh a mio modo di vedere se vuoi un design spinto è molto più complicato
realizzarlo con un cms piuttosto che con un motore di template statici.
Eh insomma... un tempo ti avrei dato ragione :-)
Post by rootkit
cioè i temi di wp sono comodi da utilizzare perché si installano e si
cambiano in un attimo, ma personalizzarli magari con delle soluzioni un
po' spinte non è cosa affatto banale.
Se devi fare da zero, allora usi un framework e crei quello che ti pare, oppure
usi un tema che abbia molte libertà di modifica con un editor a moduli; io su
questo mi trovo bene con quelli di Themify.

Gabriele
Daniele Pinna (Ufficio)
2016-03-23 16:06:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea D'Amore
Scusa... che centra la poca dimestichezza con la CLI e la diffusione dei CMS?
Non era riferito alla diffusione _in generale_ ma al contesto
particolare del sito statico per un blog personale in cui le questioni
cosmetiche sono pochissimo rilevanti, almeno per quanto mi riguarda.
OK, ma anche qui la parte cosmetica è poco rilevante. Posso fare un sito
minimale "graficamente parlando" usando un CMS... ovviamente con la
possibilità di cambiare "template" in meno di un minuto.
Post by Andrea D'Amore
_Immagino_ che in quel caso una persona che non è pratica della riga di
comando preferisca istallare un wp qualsiasi e via.
Io sono pratico della CLI sia in ambiente Windows che Linux.
Ma cmq preferisco realizzare un sito tramite un CMS (in particolare
Joomla!).

E' vero poi il sito va aggiornato non appena esce un aggiornamento del
core o di una estensione... o se questa viene rimossa dalla JED (Joomla
Extension Directory) in caso di vulnerabilità e non prontamente
aggiornata. Ma HIMO è un piccolo scotto da pagare per avere un sito
facilmente gestibile e dinamico, dove con facilità puoi inserire un
articolo, preoccupandoti solo del contenuto e non del codice (al codice
ci pensi quando fai manutenzione, aggiorni o modifichi il template etc).
Post by Andrea D'Amore
Certo che è ancora più comodo usare una piattaforma come servizio e via,
però c'è qualcosa che mi piace nel minimalismo del sito statico.
Certo... io ancora ho qualche cliente che ha un sito statico e lo tiene
così perché non ha la necessità di aggiornare frequentemente il sito.
--
Daniele Pinna
DAPINNA.COM
(leva oops per rispondere)
-----
Utente Skype: dapinna
DAPINNA.COM : http://www.dapinna.com
Il Docfa in Pillole: http://www.ildocfainpillole.it - Sito Aggiornato!!!
DAPINNA.COM su Facebook: https://www.facebook.com/dapinnadotcom
BLOG: http://storielaboratorioinformatica.wordpress.com
Paolo De Dionigi
2016-03-24 17:13:47 UTC
Permalink
Raw Message
Post by rootkit
trovandomi di fronte all'idea di progettare un blog stavo seriamente
valutando un generatore statico tipo jekyll. il motivo pricipale è che
vorrei dimenticarmi almeno in prima istanza dei problemi di sicurezza,
plugin bucati, aggiornamenti dei medesimi e altre rogne del genere,
concentrandomi su design e (ovviamente) contenuti.
al momento non riesco a vedere dei veri e propri "contro" rispetto a una
soluzione wordpress. secondo voi mi sfugge qualcosa?
un paio di settimane fa ho valutato jekyll per una situazione in cui si
devono gestire 7 blog (che nel tempo cresceranno di numero, al ritmo
massimo di 1 all'anno) tendenzialmente con i medesimi contenuti (non
obbligatoriamente ma sarà generalmente così) ma in lingua diversa e
soprattutto posizionati in subdir di domini diversi, però con un backend
centralizzato.

L'imperativo categorico, dettato da me, era: niente wp sulla macchina
dove si trova il frontend (sito di e-commerce)

Scartato principalmente per il fatto che la gestione degli articoli
dovrà essere fatta da non dev e quindi il backend di wordpress è molto
più user friendly rispetto ad una soluzione (che al momento non
conoscevamo e quindi avremmo dovuto studiare) basata su un qualche
editor markdown.
Per non parlare di tutti i dettagli che sappiamo come affrontare con
wordpress mentre con Jekyll sarebbero stati un incognita (e quindi tempo
perso da un dev per studiare e capire come fare): dalla gestione delle
sitemap, ai vari aspetti SEO, analytics, ecc...

Quindi i contro in quel caso erano:

- difficoltà di inserimento contenuti
- assoluta mancanza di dimestichezza con lo strumento che poteva
comportare perdite di tempo nel far partire il progetto o ritardi in
tempi successivi qualora spuntassero difficoltà inattese.

Abbiamo deviato su wordpress installato su macchina separata e dominio
di terzo livello dedicato, ma non accessibile al pubblico.
Qui abbiamo attivato la gestione multisite, impostando ogni sito su un
suo dominio di quarto livello e installato il plugin Simply Static per
la generazione dei file statici di ogni sito.

Al momento stiamo lavorando su uno script che via wget trasferisca ogni
sito nella sua posizione definitiva (che si trova appunto su macchina
diversa, altrimenti basterebbe il plugin stesso) ogni volta che viene
aggiornata la versione statica. Inizialmente partiremo così ma prima o
poi dovremo mettere mano al plugin perchè rigenera tutto ogni volta e
così perdiamo il beneficio del mirroring via wget che ci consentirebbe
di trasferire solo i files nuovi e quelli modificati.

In effetti non è il massimo, ma al momento ci risulta più rapido fare
così. In effetti attualmente il nostro problema è quello di trovare un
metodo di deploy efficace.
--
Paolo De Dionigi
cursum perficio
2016-03-24 19:53:11 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Paolo De Dionigi
Al momento stiamo lavorando su uno script che via wget trasferisca ogni
sito nella sua posizione definitiva (che si trova appunto su macchina
diversa, altrimenti basterebbe il plugin stesso) ogni volta che viene
aggiornata la versione statica. Inizialmente partiremo così ma prima o
poi dovremo mettere mano al plugin perchè rigenera tutto ogni volta e
così perdiamo il beneficio del mirroring via wget che ci consentirebbe
di trasferire solo i files nuovi e quelli modificati.
In effetti non è il massimo, ma al momento ci risulta più rapido fare
così. In effetti attualmente il nostro problema è quello di trovare un
metodo di deploy efficace.
Script "dos" per comparare i file generati, con eliminazione di quelli
identici. Non è il massimo dell'efficienza (tempi lunghi di generazione,
ma non dovrebbe essere un problema) epperò mi sembra abbastanza semplice.
Leonardo Serni
2016-03-24 21:53:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Paolo De Dionigi
Al momento stiamo lavorando su uno script che via wget trasferisca ogni
sito nella sua posizione definitiva (che si trova appunto su macchina
diversa, altrimenti basterebbe il plugin stesso) ogni volta che viene
aggiornata la versione statica.
E rsync?

O subversion? :-D

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Andrea D'Amore
2016-03-25 09:16:02 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Paolo De Dionigi
- assoluta mancanza di dimestichezza con lo strumento che poteva
comportare perdite di tempo nel far partire il progetto o ritardi in
tempi successivi qualora spuntassero difficoltà inattese.
Per affrontare qualcosa di nuovo ci vogliono risorse (tempo, lavoro,
soldi) quindi restare sul conosciuto è una soluzione migliore. In
questo caso il conosciuto è proprio WP.

Questo è _mutatis mutandis_ quello a cui mi riferivo parlando della
"poca dimestichezza con la CLI".
Mi è ben chiaro che in questo caso la poca dimestichezza *è con lo
strumento* -nello specifico con Jekyll- e _non_ con la riga di comando,
ho solo voluto sottolineare il meccanismo.
Post by Paolo De Dionigi
Qui abbiamo attivato la gestione multisite, impostando ogni sito su un
suo dominio di quarto livello e installato il plugin Simply Static per
la generazione dei file statici di ogni sito.
Il plugin sembra interessante, perché può agganciarsi al backend e
rigenerare solo i file necessari.

Un approccio molto bello che ho letto è del gestore di rete di una
università UK (di cui non ricordo il nome) che ha usato Google Sites
(il prodotto for Education ha limiti abbastanza elevati) come gestore
contenuti e un semplicissimo frontend python che carica i dati dal sito
GSite per il quale è configurato.
Un sito si riduce quindi ad un file di configurazione, ad un wrapper
che carica la risorsa richiesta dal sito GSites, e ad un template per
il sito.
Questo scavalca i limiti di presentazione di GSites perché la resa è
completamente a discrezione di chi fa il sito, Google Sites viene
relegato a backend, con i suoi strumenti di editing per l'utente medio.
Inoltre il sito gira su appengine senza praticamente carico, fa da
intermediario ad ogni richiesta (non so se faccia caching).

Il discorso è analogo a quello che Simply Static mi fa venire in mente
per WP, l'applicazione web diventa non il prodotto finale ma lo
strumento intermedio.
Post by Paolo De Dionigi
Al momento stiamo lavorando su uno script che via wget trasferisca ogni
sito nella sua posizione definitiva (che si trova appunto su macchina
diversa, altrimenti basterebbe il plugin stesso) ogni volta che viene
aggiornata la versione statica. Inizialmente partiremo così ma prima o
poi dovremo mettere mano al plugin perchè rigenera tutto ogni volta e
così perdiamo il beneficio del mirroring via wget che ci consentirebbe
di trasferire solo i files nuovi e quelli modificati.
Per curiosità: quanto è grande un sito statico generato e quanto
frequentemente vengono aggiornati i siti?
--
Andrea
Paolo De Dionigi
2016-03-25 14:52:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea D'Amore
Per curiosità: quanto è grande un sito statico generato e quanto
frequentemente vengono aggiornati i siti?
Purtroppo le immagini incidono (sono blog a supporto di siti di
e-commerce). Un sito staticizzato con 4 articoli pesa sui 5 Mb e il
template è super minimal. Diciamo che le immagini incidono per la quasi
totalità del peso e ovviamente a lungo andare incideranno sempre di più
percentualmente.

L'aggiornamento previsto, se non ricordo male, è di due articoli a
settimana per ciascun blog.

Il prossimo passo, salvo un'idea migliore, sarà quello di studiare il
meccanismo di creazione delle dir delle immagini in wordpress e usare
questa logica per istruire uno script a scaricarsi solo quelle create
dall'ultima attività di sync (ovviamente la data di file e dir non fa
fede poichè vengono ricreate ogni volta) e scaricare tutto il resto
indistintamente perchè tanto peserà sempre un'inezia.
--
Paolo De Dionigi
cursum perficio
2016-03-28 15:24:32 UTC
Permalink
Raw Message
Post by rootkit
trovandomi di fronte all'idea di progettare un blog stavo seriamente
valutando un generatore statico tipo jekyll. il motivo pricipale è che
vorrei dimenticarmi almeno in prima istanza dei problemi di sicurezza,
plugin bucati, aggiornamenti dei medesimi e altre rogne del genere,
concentrandomi su design e (ovviamente) contenuti.
al momento non riesco a vedere dei veri e propri "contro" rispetto a una
soluzione wordpress. secondo voi mi sfugge qualcosa?
e cosa ne dite di un CMS flat file come grav che ho scoperto oggi?
Loading...