Discussione:
registrazione siti e privacy
(troppo vecchio per rispondere)
Dymitri
2004-07-16 06:42:59 UTC
Permalink
Posso farvi una domanda?
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un sito,
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Mi sembra una palese violazione del principio della privacy.
E se uno da informazioni false?
Vi ringrazio e scusate la mia ignoranza in materia
Cooper
2004-07-16 07:06:45 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Posso farvi una domanda?
L'hai già fatta :P
Post by Dymitri
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un sito,
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Si è obbligatorio, se non vuoi che i tuoi dati siano visualizzati, hai
diverse alternative:
a) non registrare il dominio (si parla di dominio, non di sito);
b) registrare il dominio a nome di terzi (parenti, etc) che non si creano
questi problemi;
c) registrare il dominio a nome della società.
Post by Dymitri
Mi sembra una palese violazione del principio della privacy.
E se uno da informazioni false?
Non lo è affatto, semplicemente perchè nessuno ti obbliga a registrare il
dominio, per cui, se lo vuoi registrare accetti di renderli pubblici.
Post by Dymitri
Vi ringrazio e scusate la mia ignoranza in materia
Di nulla.

Cooper.
Dymitri
2004-07-19 06:34:51 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Post by Dymitri
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un sito,
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Si è obbligatorio...
Io la vedo diversamente la questione.
E'un pò come l'elenco telefonico.Se uno vuole comparire dà il suo
consenso altrimenti niente.
Non parliamo poi dei numeri telefonici dei cellulari.
Esiste per caso un elenco?
Non vedo perchè debba essere diverso anche per la registrazione di un
dominio.

Bell'esempio di democrazia e libertà.
Cooper
2004-07-19 07:33:16 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Post by Dymitri
Post by Dymitri
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un
sito,
Post by Dymitri
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Si è obbligatorio...
Io la vedo diversamente la questione.
E'un pò come l'elenco telefonico.Se uno vuole comparire dà il suo
consenso altrimenti niente.
Non parliamo poi dei numeri telefonici dei cellulari.
Esiste per caso un elenco?
Non vedo perchè debba essere diverso anche per la registrazione di un
dominio.
Bell'esempio di democrazia e libertà
Maddai, non sparare cazzate :) Nessuno ti obbliga a registrare un dominio,
se non vuoi che i tuoi dati siano pubblici, benissimo usa uno spazio web
gratuito.
E se proprio vuoi un dominio, beh allora fallo registrare a nome di un altro
tuo conoscente dietro il suo consenso oppure a nome della società stessa.
Ma ti assicuro che non è il caso di lagnarsi, va bene cosi.
Cooper.
Francesco Rotta
2004-07-19 08:20:35 UTC
Permalink
"Cooper"
Post by Cooper
Maddai, non sparare cazzate :) Nessuno ti obbliga a registrare un dominio,
se non vuoi che i tuoi dati siano pubblici, benissimo usa uno spazio web
gratuito.
E se proprio vuoi un dominio, beh allora fallo registrare a nome di un altro
tuo conoscente dietro il suo consenso oppure a nome della società stessa.
Ma ti assicuro che non è il caso di lagnarsi, va bene cosi.
Scusa ma non mi sembra una risposta. Mentre le considerazioni di Dymitri mi
sembrano sensatissime. Se la privacy esiste esiste per tutto.
Ipotesi se tutti i negozi di elettronica prendessero i dati dei clienti (mi
è anche successo) e a te non va mandi tua nonna in carrozzella a comprarti
il pc (cioè è il nostro lavoro registrare domini e se uno registra un
dominio magari anche provocatorio (ad esempio sfondo politico) e
(giustamente o no) il cliente ne il techical non volessero essere
disturbati a mio avviso dovrebbero averne il diritto.
Se lo facesse registrare a nomi di terzi dal momento in cui
(disgraziatamente) un giorno dovesse litigarci con questo sig. terzi
scoppierebbero dei bei casini. Dare i propri dati corretti a mio avviso è
giusto ma pubblicarli mi sembra realmente una violazione della privacy
mentre si arrivano a dei paradossi che portano un negoziante a non poter
verificare se un assegno è coperto o non coperto per la privacy inficiando
completamente il valore intrinseco di assegno e vedendolo quindi spesso
rifiutato.

Mentre volendo comparire in un elenco telefonico per cellulare (richiesta
molto più normale e ragionevole (fisso si e mobile no ?!?)) mi si è negata
la possibilità poichè non esiste.

Che uno si accontenti e tiri avanti ok ma dal punto di vista teorico non va
per niente bene.

Francesco
Cooper
2004-07-19 09:08:34 UTC
Permalink
Post by Francesco Rotta
Scusa ma non mi sembra una risposta. Mentre le considerazioni di Dymitri mi
sembrano sensatissime.
boh
Post by Francesco Rotta
Se la privacy esiste esiste per tutto.
Concordo, ma non confondiamo il sacro col profano. Intanto la violazione
della privacy NON riguarda la lettura dei dati quanto il loro utilizzo
improprio dai fini diversi da quelli per la quale sono stati previsti.
Inoltre per i domini IT (e solo a quelli possiamo riferirci se parliamo di
legge sulla privacy essendo in territorio italiano) in quanto altrove è
possibile che vi siano altre leggi (diverse o meno dalle nostre) o che non
vi siano affatto sempre in tema di internet.
Per i domini .IT dunque, non trascuriamo il fatto che l'utente quando
registra DA IL CONSENSO a pubblicare i suoi dati su internet.
Dunque è assurdo che si lamenti.... se non vuole dare il proprio consenso
non è obbligato a registrare un dominio IT, e ripeto se vuole registrarlo
può sempre farlo a nome di coloro che non si pongono quel problema.
In ogni caso, chi agisce legalmente e nel pieno rispetto delle libertà
altrui, della legge etc, tutti sti problemi non ha motivo di farseli... chi
vuole fare il furbetto, peggio per lui.
Post by Francesco Rotta
Ipotesi se tutti i negozi di elettronica prendessero i dati dei clienti (mi
è anche successo) e a te non va mandi tua nonna in carrozzella a comprarti
il pc (cioè è il nostro lavoro registrare domini e se uno registra un
dominio magari anche provocatorio (ad esempio sfondo politico) e
(giustamente o no) il cliente ne il techical non volessero essere
disturbati a mio avviso dovrebbero averne il diritto.
Ma questo "cliente" perchè dovrebbe andare a rompere l'anima all'altra
gente? (vedi dominio politico provocatorio).....?
Post by Francesco Rotta
Se lo facesse registrare a nomi di terzi dal momento in cui
(disgraziatamente) un giorno dovesse litigarci con questo sig. terzi
scoppierebbero dei bei casini.
Mai sentito parlare di contratti scritti? E' sufficiente un contratto
scritto (o relativa dichiarazione) in cui le parti dichiarano (intestatario
e azienda ad esempio) che l'intestatario è il titolare del dominio e che la
azienda si presta a registrarlo a nome proprio, con la condizione che
l'intestatario può (a sue spese) avere il ri-assegnamento del dominio.
Se l'azienda per qualsiasi motivo si oppone, (es un litigio) quel pezzo di
carta a valore legale in sede giudiziaria e li l'azienda è fregata.
Non conviene quindi a nessuna delle parti con queste premesse fare il/la
furbetta.
Post by Francesco Rotta
Dare i propri dati corretti a mio avviso è
giusto ma pubblicarli mi sembra realmente una violazione della privacy
Non lo è affatto, come ho detto prima, il nic (parliamo di it) pubblica solo
dietro il consenso esplicito, scritto del intestatario (vedi lar).
Puoi obiettare al limite che il nic, abusi di questa posizione.... ma in
quel caso basti chiedere il parere del garante sulla questione... e se il
garante dirà: il nic agisce illegalmente in contrasto con la normativa sulla
privacy... allora stai certo che il nic si dovrà adeguare.
Ma solo il nic, sui domini: com, net, org etc non ha nessun potere
chiaramente, se invece il garante dirà che è tutto regolare, allora zitti e
non lamentatevi :)
Post by Francesco Rotta
mentre si arrivano a dei paradossi che portano un negoziante a non poter
verificare se un assegno è coperto o non coperto per la privacy inficiando
completamente il valore intrinseco di assegno e vedendolo quindi spesso
rifiutato.
Non è un paradosso, intanto perchè se chi emette l'assegno lo fa a un valore
superiore, e prenderla nel culo non è chi lo riceve (i soldi si presume che
lui li riceva comunque) ma chi lo emette in quanto ha violato precise norme
bancarie.
Quindi non ti serve sapere se l'assegno è coperto o meno, quello è di
competenza delle banche che in caso contrario si comporteranno di
conseguenza non con te ma con chi ha emesso l'assegno.
Post by Francesco Rotta
Mentre volendo comparire in un elenco telefonico per cellulare (richiesta
molto più normale e ragionevole (fisso si e mobile no ?!?)) mi si è negata
la possibilità poichè non esiste.
Assolutamente falso, al contrario della telefonia fissa, quella mobile è piu
dinamica.
Le carte sim si ottengono con estrema facilita e a basso costo, inoltre
chiunque può farsi 4 o 5 carte sim o anche piu se volesse, e a parte questo
ci stanno parecchi operatori telefonici.
Ma ancora come si possono fare 4 o 5 o piu sim, si possono anche annullare
anche dopo pochi mesi.
Capirai che un elenco di questo tipo, con queste condizioni non ha senso
perchè oggi il numero xyz corrisponde a tizio, domani a caio e dopodomani a
martino.... oppure non corrispondere a nessuno dei tre dopo anche pochi
mesi.
Di conseguenza poichè tecnicamente non sarebbe possibile mantenere
aggiornato costantemente tali elenchi (visto che i numeri variano con
maggiore frequenza rispetto all'uscita degli elenchi) sarebbe pressochè
improduttivo per l'azienda investire in tal senso.
Potrebbe avere senso invece un archivio elettronico dove chi registra la
propria sim autorizzi l'operatore a visualizzare il proprio numero
nell'elenco (fermo restando che per default tale opzione è disabilitata)...
ma in questo caso poichè non tutti prestano la dovuta attenzione e non si
curano di questo particolare, il servizio su 10.000.000 di utenze avrebe al
max 10.000 adesioni, insomma il risultato alla fine sarebbe non
soddisfacente.
Ma anche volendo essere ottimisti.... se negli elenchi telefonici di
telefonia fissa al nome e cognome metti anche l'indirizzo, in quelli di
telefonia mobile, oltre al nome e cognome al max puoi mettere solo l'email
(anche questo varierebbe con frequenza).
Tirando le somme, per i cellulari non ha senso parlare di elenchi, per
queste (alcune) ed altre ragioni, di natura prevalentemente tecnica e
pratica.
Post by Francesco Rotta
Che uno si accontenti e tiri avanti ok ma dal punto di vista teorico non va
per niente bene.
Come ho avuto modo di dire sopra, in teoria potrebbe non andare bene, (dico
potrebbe (a me per esempio mi va piu che bene)) in pratica invece va
benissimo cosi, per ovvi motivi.

Cooper.
Mao
2004-07-19 10:57:41 UTC
Permalink
Post by Cooper
Concordo, ma non confondiamo il sacro col profano. Intanto la violazione
della privacy NON riguarda la lettura dei dati quanto il loro utilizzo
improprio dai fini diversi da quelli per la quale sono stati previsti.
Beh, diciamo che chi "legge" i dati personali di qualcun altro non commette
reato ma la persona che ha pubblicato tali dati senza il consenso del
proprietario lo commette eccome. Se uno pubblica su internet il mio
indirizzo senza che io lo abbia autorizzato, lo posso denunciare ma di certo
non denuncio i milioni di utenti che hanno letto i miei dati (a meno che
ovviamente questi li utilizzino in qualche modo).
Post by Cooper
Inoltre per i domini IT (e solo a quelli possiamo riferirci se parliamo di
legge sulla privacy essendo in territorio italiano) in quanto altrove è
possibile che vi siano altre leggi (diverse o meno dalle nostre) o che non
vi siano affatto sempre in tema di internet.
Per i domini .IT dunque, non trascuriamo il fatto che l'utente quando
registra DA IL CONSENSO a pubblicare i suoi dati su internet.
Verissimo ma secondo me non sarebbe poi così sbagliato smettere pubblicare i
dati del titolare (tanto più perchè spesso si tratta di una persona fisica)
o perlomeno rendere la cosa facoltativa.
Post by Cooper
Dunque è assurdo che si lamenti.... se non vuole dare il proprio consenso
non è obbligato a registrare un dominio IT, e ripeto se vuole registrarlo
può sempre farlo a nome di coloro che non si pongono quel problema.
Quindi secondo te è meglio un prestanome piuttosto che rendere facoltativa
(a discrezione dell'utente) la pubblicazione di dati personali. Se permetti
vorrei essere libero di registrare un dominio .it senza che milioni di
persone sappiano chi sono e dove abito (anche perchè non ne hanno alcun
bisogno). Se commetto un illecito la magistratura italiana può sempre fare
richiesta al nic e sapere tutto ciò di cui ha bisogno.
Post by Cooper
In ogni caso, chi agisce legalmente e nel pieno rispetto delle libertà
altrui, della legge etc, tutti sti problemi non ha motivo di farseli... chi
vuole fare il furbetto, peggio per lui.
Non è che tutti quelli che registrano un dominio .it sono dei delinquenti.
Post by Cooper
Non lo è affatto, come ho detto prima, il nic (parliamo di it) pubblica solo
dietro il consenso esplicito, scritto del intestatario (vedi lar).
Puoi obiettare al limite che il nic, abusi di questa posizione.... ma in
quel caso basti chiedere il parere del garante sulla questione... e se il
garante dirà: il nic agisce illegalmente in contrasto con la normativa sulla
privacy... allora stai certo che il nic si dovrà adeguare.
Secondo me nessuno ha ancora posto la questione al Garante o comunque non
con la dovuta determinazione (vedi raccolta firme, ecc.)
Post by Cooper
Ma solo il nic, sui domini: com, net, org etc non ha nessun potere
chiaramente, se invece il garante dirà che è tutto regolare, allora zitti e
non lamentatevi :)
Guarda caso per i domini .com, .org, ecc. è possibile (pagando qualche euro
in più) mascherare i propri dati. Ah, gli americani :-)
Post by Cooper
Non è un paradosso, intanto perchè se chi emette l'assegno lo fa a un valore
superiore, e prenderla nel culo non è chi lo riceve (i soldi si presume che
lui li riceva comunque) ma chi lo emette in quanto ha violato precise norme
bancarie.
Quindi secondo te io potrei emettere assegni per centinaia di migliaia di
euro e la mia banca sarebbe costretta a pagarli tutti?
Post by Cooper
Quindi non ti serve sapere se l'assegno è coperto o meno, quello è di
competenza delle banche che in caso contrario si comporteranno di
conseguenza non con te ma con chi ha emesso l'assegno.
Si ma non dirmi che chi si trova un assegno scoperto tra le mani non se
prende in quel posto.

Mao

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Cooper
2004-07-19 11:37:13 UTC
Permalink
Post by Mao
Se permetti
vorrei essere libero di registrare un dominio .it senza che milioni di
persone sappiano chi sono e dove abito (anche perchè non ne hanno alcun
bisogno). Se commetto un illecito la magistratura italiana può sempre fare
richiesta al nic e sapere tutto ciò di cui ha bisogno.
Quello è vero, ma se le regole sono queste..... occorre adeguarsi o
rinunciare, o proporre nuove regole... insomma occorre proseguire secondo un
determinato iter burocratico.
Post by Mao
Secondo me nessuno ha ancora posto la questione al Garante o comunque non
con la dovuta determinazione (vedi raccolta firme, ecc.)
Se è già un diritto ufficialmente riconosciuto, non credo sia il caso di
scomodare firme e controfirme, basterebbe chiederne l'applicazione del
diritto no?
Post by Mao
Guarda caso per i domini .com, .org, ecc. è possibile (pagando qualche euro
in più) mascherare i propri dati. Ah, gli americani :-)
Se questo è possibile a fronte di una spesa leggermente superiore allora non
vedo perchè intestardirsi su un IT, si sceglie un altra estensione :)
Almeno in attesa che la situazione si sblocchi in italia.
Post by Mao
Quindi secondo te io potrei emettere assegni per centinaia di migliaia di
euro e la mia banca sarebbe costretta a pagarli tutti?
Mah in teoria si, perchè chi riceve l'assegno non commette alcun reato. (IL
reato viene commesso da chi emette assegni oltre il valore disponibile).
Se tizio vende a caio un bene per 100.000 euro e caio da un assegno a tizio,
tizio è tenuto a incassare i 100.000 euro dalla banca di caio.
Poi sarà la banca a rivalersi su caio se ha commesso il reato per avere
indietro quello che gli spetta.
Daltraparte tizio, in seguito al segreto bancario non è in condizione di
poter verificare se caio è in grado o meno di pagare, quindi il tutto si
svolge fra la banca e l'emittente dell'assegno, non fra la banca e il
ricevente dell'assegno.
Post by Mao
Si ma non dirmi che chi si trova un assegno scoperto tra le mani non se
prende in quel posto.
Il problema si pone per chi lo emette non per chi lo riceve. Chi lo emette
va incontro a grane notevoli... chi lo riceve non rischia nulla. (Salvo
prova contraria) Anche perchè come sopra se io vendo qualcosa, ho diritto a
ricevere quello che mi spetta, il resto sono questioni loro non mie.


Cooper.
Mao
2004-07-19 12:38:14 UTC
Permalink
Post by Cooper
Se è già un diritto ufficialmente riconosciuto, non credo sia il caso di
scomodare firme e controfirme, basterebbe chiederne l'applicazione del
diritto no?
Intendiamoci. Io non dico che il nic sia fuorilegge (ci mancherebbe!) anche
perchè chi vuole registrare un dominio firma tanto di autorizzazione al
trattamento dei propri dati. Quello che non condivido è che la firma di tale
autorizzazione sia mandatoria ai fini della registrazione del nome di
dominio. Sinceramente non vedo la necessità che milioni di persone sappiano
che io ho registrato il tal nome nel tal giorno. Se ad esempio avessi
registrato un nome di dominio piuttosto appetibile non vedo la ragione di
ricevere centinaia di telefonate, di lettere, di fax e di e-mail di persone
che mi chiedono se voglio venderlo.
Post by Cooper
Post by Mao
Guarda caso per i domini .com, .org, ecc. è possibile (pagando qualche
euro
Post by Mao
in più) mascherare i propri dati. Ah, gli americani :-)
Se questo è possibile a fronte di una spesa leggermente superiore allora non
vedo perchè intestardirsi su un IT, si sceglie un altra estensione :)
Almeno in attesa che la situazione si sblocchi in italia.
Per quanto mi riguarda, a meno di particolari esigenze, è così. Se devo
registrare un nome di dominio per uso personale mi guardo bene
dall'utilizzare un .it; non vedo però perchè dovrei rivolgermi all'estero,
essendo italiano, solo perchè in Italia la privacy per i nomi di dominio non
viene adeguatamente protetta.
Post by Cooper
Post by Mao
Si ma non dirmi che chi si trova un assegno scoperto tra le mani non se
prende in quel posto.
Il problema si pone per chi lo emette non per chi lo riceve. Chi lo emette
va incontro a grane notevoli... chi lo riceve non rischia nulla. (Salvo
prova contraria) Anche perchè come sopra se io vendo qualcosa, ho diritto a
ricevere quello che mi spetta, il resto sono questioni loro non mie.
Siamo d'accordo che chi riceve un assegno scoperto non incorre in alcun
reato. Però ci rimette del denaro. Se uno ti rifila una banconota falsa, tu
non incorri in alcun reato ma la Banca d'Italia ti restituisce i soldi?

Mao

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Cooper
2004-07-19 13:02:31 UTC
Permalink
Post by Mao
Siamo d'accordo che chi riceve un assegno scoperto non incorre in alcun
reato. Però ci rimette del denaro. Se uno ti rifila una banconota falsa, tu
non incorri in alcun reato ma la Banca d'Italia ti restituisce i soldi?
Credo che li il problema è diverso, li non è la banca a risponderne ma chi
li spaccia.
Cooper.
Dymitri
2004-07-20 06:12:07 UTC
Permalink
Post by Cooper
Ma ti assicuro che non è il caso di lagnarsi, va bene cosi.
Cooper.
Va bene cosi?
Beh,allora ti faccio un piccolo esempio.
Tu hai un sito in cui esponi le tue argomentazioni in tema politico o
qualsiasi altra cosa.
I tuoi dati sono pubblici vero?
Un tizio legge quello che scrivi,ma non gli va a genio.Si incazza come
una iena,ma si incazza talmente tanto che decide di romperti il c****.
Tira giù i tuoi dati:nome, cognome, indirizzo, tel...
Il tizio è fortunato poichè abita a pochi km da te.
Una sera si presenta da te e il c**** te lo rompe veramente.
Secondo te va bene cosi?
Ti lagneresti per una cosa del genere?
Io credo propio di si.
Certo lo puoi denunciare, ma intanto tre mesi di ospedale(se ti va
bene) non te li leva nessuno.

E'chiaro il concetto?
Cooper
2004-07-20 09:26:22 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Va bene cosi?
Si
Post by Dymitri
Beh,allora ti faccio un piccolo esempio.
Ok
Post by Dymitri
Tu hai un sito in cui esponi le tue argomentazioni in tema politico o
qualsiasi altra cosa.
Perfetto :)
Post by Dymitri
I tuoi dati sono pubblici vero?
Si
Post by Dymitri
Un tizio legge quello che scrivi,ma non gli va a genio.
Evvabbè, se io scrivo quello che penso senza offendere nessuno ed
esplicitando che è una mia opinione, un mio pensiero una mia riflessione,
non vedo perchè il tizio debba prendersela.
Ok ammettiamo pure che se la prenda, che vuoi fa, la vita è bella perchè
varia, c'è chi la pensa come te e c'è chi non la pensa come te, ma in ogni
caso ognuno rispetta l'altro e il suo pensiero.
Post by Dymitri
Si incazza come
una iena,ma si incazza talmente tanto che decide di romperti il c****.
Tira giù i tuoi dati:nome, cognome, indirizzo, tel...
Il tizio è fortunato poichè abita a pochi km da te.
Una sera si presenta da te e il c**** te lo rompe veramente.
Vabbè ma se te lo insulti, lo offendi o chissà che, che vuoi che ti dica,
sei te che te la vai a cercare... non si dice forse: "il can che dorme non
morde?" perchè devi svegliarlo?
Post by Dymitri
Secondo te va bene cosi?
A me non va bene che te lo insulti, lo offendi etc. Ci sono modi e modi per
esprimere un proprio pensiero, come c'è maggioranza e opposizione in
parlamento lo stesso è anche qui.
Li mica si ammassano o arrivano alle mani, eppure i loro dati sono piu che
pubblici, e le loro idee politiche sono completamente contrapposte.
Post by Dymitri
Ti lagneresti per una cosa del genere?
Io non ho motivo di insultare ne di offendere gli altri, preferisco un
dialogo calmo e tranquillo.
Post by Dymitri
Io credo propio di si.
Credi male, sono contro la violenza in ogni sua forma.
Post by Dymitri
Certo lo puoi denunciare, ma intanto tre mesi di ospedale(se ti va
bene) non te li leva nessuno.
Beh, credo che il primo a venire denunciato saresti te, per avere insultato
e offeso il prossimo, chiaro l'altra parte per averti menato, ma alla fine
siete colpevoli entrambi di pari merito.
Post by Dymitri
E'chiaro il concetto?
Rigiro a te la domanda.

Cooper.
ZER0
2004-07-20 09:54:07 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Dymitri
Un tizio legge quello che scrivi,ma non gli va a genio.
Evvabbè, se io scrivo quello che penso senza offendere nessuno ed
esplicitando che è una mia opinione, un mio pensiero una mia riflessione,
non vedo perchè il tizio debba prendersela.
[..]
Post by Cooper
Ok ammettiamo pure che se la prenda, che vuoi fa, la vita è bella perchè
varia, c'è chi la pensa come te e c'è chi non la pensa come te, ma in ogni
caso ognuno rispetta l'altro e il suo pensiero.
Questa ingenuita' mi fa un po' sorridere.. Mi spiego meglio: In un mondo
perfetto la tua logica avrebbe senso.

Purtroppo, non viviamo in un mondo perfetto: c'e' gente che se la prende
per un nonnulla, solo perche' - anche in buona fede - gli vai a toccare il
partito/la squadra del cuore.

Un esempio lampante? Tempo fa ci fu una notizia di un'auto di un
giornalista sportivo a cui una "tifoseria estremista" ha dato fuoco. Senza
provocazione diretta di quest'individuo, a quanto pare.

Senza dimenticare le persone psicologicamente labili, o con qualche grave
disturbo di natura psicotica. Esistono anche loro al mondo.

Questo per dirti, che il fatto di non offendere direttamente nessuno, non
significa automaticamente che qualcuno non debba prendersela per il
semplice fatto che tu esponi delle tue personali opinioni in merito ad un
argomento. Ti ripeto, in un mondo perfetto la tua logica non fa una grinza.
Qua non siamo in un mondo perfetto, e la maggior parte di rappresaglie o
sfoghi di violenza sono spesso insensati e completamente illogici.

Per tornare maggiormente IT, concordo con quanto detto da Dymitri e
Francesco Rotta: Che uno si accontenti e' un conto, ma dovrebbe esserci
maggiore coerenza in merito di privacy.
--
ZER0://coder.gfxer.web-designer/

~ Tutti quelli che credono nella psicocinesi, per favore alzino la mia
mano.
ITHost
2004-07-20 10:39:00 UTC
Permalink
Post by ZER0
Per tornare maggiormente IT, concordo con quanto detto da Dymitri e
Francesco Rotta: Che uno si accontenti e' un conto, ma dovrebbe esserci
maggiore coerenza in merito di privacy.
buona lettura
http://groups.google.ch/groups?ie=UTF-8&as_umsgid=cdgitb%24v38%***@newshispeed.ch&lr=&hl=it
--
ITHost (your host company)
Technical Manager
C. Paparelli (MCSE,MCSD,MCDBA)

http://www.ithost.ch
Cooper
2004-07-20 10:54:49 UTC
Permalink
Post by ITHost
buona lettura
http://groups.google.ch/groups?ie=UTF-8&as_umsgid=cdgitb%24v38%***@newshispeed.ch&lr=&hl=it
E' quello che dicevo anche io.
Cooper.
ZER0
2004-07-20 12:03:32 UTC
Permalink
Post by ITHost
Post by ZER0
Per tornare maggiormente IT, concordo con quanto detto da Dymitri e
Francesco Rotta: Che uno si accontenti e' un conto, ma dovrebbe esserci
maggiore coerenza in merito di privacy.
buona lettura
Esattamente, che punto? Perche' rispetto alla mia opinione espressa, non ho
trovato niente di pertinente.
--
ZER0://coder.gfxer.web-designer/

~ "Massi' che e' uno standard, e' uno standard proprietario."
(Gio')
ITHost
2004-07-20 12:34:22 UTC
Permalink
Post by ZER0
Esattamente, che punto? Perche' rispetto alla mia opinione espressa, non ho
trovato niente di pertinente.
in questi 2 punti:

"Allora il nic .it gestisce unicamente i tld inerenti .it e lo stesso nic
italiano DEVE ESSERE CONFORME ALLA RIPE pertanto puoi piangere in cinese ma
finchè la RIPE non modifica le sue direttive il nic .it DEVE PUBBLICARE I
DATI altrimenti non funziona"

http://www.ripe.net

"....leggi le direttive icann e ripe e poi fammi sapere qui trovi la
struttura del db che ti obbliga ad inserire i campi
http://www.ripe.net/ripe/docs/databaseref-manual.html"

un armonizzazione dei database whois con la legge sulla privacy è
impensabile fintanto che è per legge obbligatoria l'istituzione di un
database pertanto o si modifica il funzionamento dei database whois (cosa
abbastanza complicata visto che verranno di fatto tirate in ballo tutte le
nazioni) oppure ci si tutela in questo modo


uff ti pubblico le aup per i domini .ch e .li visto che per il nic .it non
ho trovato nulla (aspetto smetite :-P)
http://www.switch.ch/id/terms/aup.html

come leggi al punto 1) è obbligatoria l'istituzione del registro whois
mentre al punto 2) spiega quali sono gli usi consentiti e al punto 3) gli
usi NON consentiti
Pertanto se qualcuno ha utilizzato in modo non autorizzato i dati pubblicati
sul whois è quel qualcuno che va perseguito e non il nic
--
ITHost (your host company)
Technical Manager
C. Paparelli (MCSE,MCSD,MCDBA)

http://www.ithost.ch
ZER0
2004-07-20 12:54:38 UTC
Permalink
Post by ITHost
Post by ZER0
Esattamente, che punto? Perche' rispetto alla mia opinione espressa, non
ho trovato niente di pertinente.
[cut]
Post by ITHost
come leggi al punto 1) è obbligatoria l'istituzione del registro whois
mentre al punto 2) spiega quali sono gli usi consentiti e al punto 3) gli
usi NON consentiti
Si, ma non di meno l'incogruenza con la legge sulla privacy c'e' e rimane,
e questo era l'opinione che manifestavo. Che i dati personali vadano
registrati, siamo d'accordo. Che siano visibili a cani e porci, un po'
meno.
Post by ITHost
Pertanto se qualcuno ha utilizzato in modo non autorizzato i dati pubblicati
sul whois è quel qualcuno che va perseguito e non il nic
Ma infatti non parlavo di "perseguire" chicchessia.
--
ZER0://coder.gfxer.web-designer/

~ "Massi' che e' uno standard, e' uno standard proprietario."
(Gio')
Francesco Rotta
2004-07-20 13:29:06 UTC
Permalink
"ITHost"
Post by ITHost
Pertanto se qualcuno ha utilizzato in modo non autorizzato i dati pubblicati
sul whois è quel qualcuno che va perseguito e non il nic
Secondo te come mai la gente ha gli allarmi persino nelle mutande per paura
che gliele freghino ?
Tanto non c'è la legge che li tutela ? :-)

Comnque fammi capire se tu non vuoi comparire nell'elenco telefonico puoi
non comparire (e un nome se non sei famoso e richiestissimo è sempre un
nome nulla più) mentre se hai un sito dove dici tutto quello che vuoi...e
dico tutto quello che vuoi (o come ho già detto offri servizi allettanti ma
mal funzionanti) , non hai la libertà di non comparire e di essere quindi
potenzialmente perseguitato giornalmente anche solo da centinaia di
telefonate all'insegna del gentilissimo "mi scusi...." ? bah

O meglio mettiamola così: Berlusconi può non comparire sull'elenco
telefonico ma se registra il dominio http://www.berlusconi.it (*) paf sai
tutto di lui indirizzo, numero di telefono, email ecc..
...che poi si scelgano degli escamotage questo è un'altro paio di maniche
:-)

Comunque a proposito delle persone civili e del buon senso: qua non siamo
in Svizzera....
....qua le caprette di Heidi se le mangiano vive :-(

ciao
Francesco

Note:
(*) Armani ha piantato un casino e forse/probabile vincerà la sua
(prepotente) causa mentre l'antidemocratico Berluska (come potete vedere)
lascia fare....

Casi particolari:
Domanda e se io pubblicassi sul ng i dati prelevati dal pubblico nic ?
E se io mi fermassi un po' prima
http://www.nic.it/cgi-bin/StatoReg/index.cgi?dominio=organi.it&lang=IT ?
o un bel po' prima http://www.nic.it/cgi-bin/StatoReg/index.cgi
dando poi l'url

Secondo siamo immersi in tantissime contraddizioni che neanche gli esperti
legali se ne capiscono qualcosa
Francesco Rotta
2004-07-20 13:35:48 UTC
Permalink
"Francesco Rotta"
Post by Francesco Rotta
http://www.nic.it/cgi-bin/StatoReg/index.cgi?dominio=organi.it&lang=IT ?
azz....furrrrbi quelli del nic :-o
vabè dai la considerazione sotto comunque è sempre valida :-)

divulgazione pubblica del binomio:

http://www.nic.it/cgi-bin/StatoReg/index.cgi
+
dominio.it

è legale o illegale ?
ITHost
2004-07-20 13:44:15 UTC
Permalink
Post by Francesco Rotta
azz....furrrrbi quelli del nic :-o
usa un client whois oppure se proprio vuoi fai un telnet sulla porta 43 a
whois.nic.it
oppure vai direttamente alla fonte

http://www.ripe.net/perl/whois?form_type=simple&full_query_string=&searchtext=organi.it
Post by Francesco Rotta
vabè dai la considerazione sotto comunque è sempre valida :-)
http://www.nic.it/cgi-bin/StatoReg/index.cgi
+
dominio.it
è legale o illegale ?
non sono un legale ma per i domini .ch e .li (gestiti e accessibili oltre
che su whois.nic.ch ovviamente anche su whois.ripe.net)

Le user policy sono

2. Permissible use
The User is allowed to use requests to the Services only for the following
purposes:

a.. to check whether a domain name is already registered or not
b.. to examine data on a domain name to identify the holder of the domain
name.
Pertanto puoi perfettamente esaminare i dati in modo da identificare il
proprietario
--
ITHost (your host company)
Technical Manager
C. Paparelli (MCSE,MCSD,MCDBA)

http://www.ithost.ch
ITHost
2004-07-20 13:49:20 UTC
Permalink
Post by Francesco Rotta
Secondo te come mai la gente ha gli allarmi persino nelle mutande per paura
che gliele freghino ?
malafede ??
oppure meglio prevenire che curare
Post by Francesco Rotta
Tanto non c'è la legge che li tutela ? :-)
mmmh aspe la legge interviene a reato avvenuto, l'allarme viene installato
anche per prevenzione
Post by Francesco Rotta
Comnque fammi capire se tu non vuoi comparire nell'elenco telefonico puoi
non comparire (e un nome se non sei famoso e richiestissimo è sempre un
nome nulla più) mentre se hai un sito dove dici tutto quello che vuoi...e
dico tutto quello che vuoi (o come ho già detto offri servizi allettanti ma
mal funzionanti) , non hai la libertà di non comparire e di essere quindi
potenzialmente perseguitato giornalmente anche solo da centinaia di
telefonate all'insegna del gentilissimo "mi scusi...." ? bah
ancora è più complicato, il nic.it non è un organo a se stante ma deve
sottostare alle direttive icann e ripe le quali ti obbligano ad inserire e
divulgare queste informazioni, pertanto è la legge italiana che non è
coerente.
Post by Francesco Rotta
O meglio mettiamola così: Berlusconi può non comparire sull'elenco
telefonico ma se registra il dominio http://www.berlusconi.it (*) paf sai
tutto di lui indirizzo, numero di telefono, email ecc..
...che poi si scelgano degli escamotage questo è un'altro paio di maniche
:-)
uff ma dai che escamotage, si chiamano mandati fiduciari :-)
Post by Francesco Rotta
Comunque a proposito delle persone civili e del buon senso: qua non siamo
in Svizzera....
....qua le caprette di Heidi se le mangiano vive :-(
Adesso è presto, le caprette sono sugli alpi, aspetta a pasqua che il
capretto è ottimo :-P
--
ITHost (your host company)
Technical Manager
C. Paparelli (MCSE,MCSD,MCDBA)

http://www.ithost.ch
Francesco Rotta
2004-07-20 14:24:07 UTC
Permalink
"ITHost"
Post by ITHost
malafede ??
oppure meglio prevenire che curare
Post by Francesco Rotta
Tanto non c'è la legge che li tutela ? :-)
mmmh aspe la legge interviene a reato avvenuto, l'allarme viene installato
anche per prevenzione
già cosa questa che è al nic totalmente sconosciuta :-(
Post by ITHost
uff ma dai che escamotage, si chiamano mandati fiduciari :-)
ossia escamotage, se io abito sempre su per i monti con vicini solo quelle
caprette che tu carnivoro ti mangi a Pasqua a parte Heidi che è minorenne e
il nonno che mezzo rincojonito mi sai dire a chi mi posso rivolgere ? sai
com'è non tutti qua in paese sono disposti a prestarti il loro nome,
sopratutto in quei casi in cui non lo vuoi volutamente mettere in internet
per non avere dei casini :-p
Post by ITHost
Adesso è presto, le caprette sono sugli alpi, aspetta a pasqua che il
capretto è ottimo :-P
Ma mangiati del formaggio povere caprette :-(

Francesco
Cooper
2004-07-20 10:51:32 UTC
Permalink
Post by ZER0
Questa ingenuita' mi fa un po' sorridere.. Mi spiego meglio: In un mondo
perfetto la tua logica avrebbe senso.
Purtroppo, non viviamo in un mondo perfetto: c'e' gente che se la prende
per un nonnulla, solo perche' - anche in buona fede - gli vai a toccare il
partito/la squadra del cuore.
Non siamo in un mondo perfetto come non siamo ne in paradiso ne in iraq, ma
questo non vuol dire che la totalità degli italiani siano dei delinquenti,
assassini, e compagnia bella.
Ok ci saranno e ci sono questi ma sono in minoranza. E in ogni caso, non
sempre il gioco vale la candela.
Prima si diceva 1 mese di ospedale? beh e che sarebbe 1 mese di ospedale
contro 1 o 5 o 10 anni di reclusione? E' poi ripeto, se ognuno si fa i cazzi
propri e rompe l'anima a nessuno puoi star tranquillo che nessuno la viene a
rompere a te :)
Se poi vuoi perchè ti piace romperla agli altri beh il discorso cambia :) li
quel qualcuno se la va a cercare e si assume sulla sua pelle i rischi che ne
conseguono o che ne possono conseguire.
Post by ZER0
Un esempio lampante? Tempo fa ci fu una notizia di un'auto di un
giornalista sportivo a cui una "tifoseria estremista" ha dato fuoco. Senza
provocazione diretta di quest'individuo, a quanto pare.
Beh quando si parla di calcio, normale aspettarsi dei "terroristi nostrani"
che vanno allo stadio.
Purtroppo per loro lo stadio è un campo di battaglia non un luogo dove
divertirsi... insomma preferiscono confrontarsi con le forze dell'ordine per
dire: sono orgoglioso di aver rotto un braccio a tizio (un
poliziotto)....... come puoi vedere si accontentano e si divertono cosi.....
che puoi fare? chiudere tutti gli stadi? per eliminare la violenza degli
stadi?
Post by ZER0
Questo per dirti, che il fatto di non offendere direttamente nessuno, non
significa automaticamente che qualcuno non debba prendersela per il
semplice fatto che tu esponi delle tue personali opinioni in merito ad un
argomento. Ti ripeto, in un mondo perfetto la tua logica non fa una grinza.
Qua non siamo in un mondo perfetto, e la maggior parte di rappresaglie o
sfoghi di violenza sono spesso insensati e completamente illogici.
Il problema è uin altro, è questione di intelligenza....... alle
provocazioni non si risponde mai :)
Ma poi vedi, se uno non risponde si sente chissà che...... e non vuole
essere da meno........e allora..... tutto il resto viene da se....
Post by ZER0
Per tornare maggiormente IT, concordo con quanto detto da Dymitri e
Francesco Rotta: Che uno si accontenti e' un conto, ma dovrebbe esserci
maggiore coerenza in merito di privacy.
Beh io su questo ribatto dicendo........ non vi sta bene che il nic o chi
per lui metta tutti questi dati? benissimo che si interpelli il garante o si
faccia ricorso in tribunale e chieda l'applicazione della legge anche in
questi casi..... se riconosciuto un trattamento illecito :) o di "abuso di
posizione dominante".

Cooper
ZER0
2004-07-20 12:01:50 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by ZER0
Questa ingenuita' mi fa un po' sorridere.. Mi spiego meglio: In un mondo
perfetto la tua logica avrebbe senso.
Purtroppo, non viviamo in un mondo perfetto: c'e' gente che se la prende
per un nonnulla, solo perche' - anche in buona fede - gli vai a toccare il
partito/la squadra del cuore.
Non siamo in un mondo perfetto come non siamo ne in paradiso ne in iraq, ma
questo non vuol dire che la totalità degli italiani siano dei delinquenti,
assassini, e compagnia bella.
Mai detto questo, facevo semplicemente notare come il tuo ragionamento
filasse solo e unicamente nel caso in cui si vivesse in un mondo perfetto.

Basta anche solo poche eccezioni, e tutto il tuo processo logico cade. In
quanto si tratta, appunto, di logica.. e quindi funziona solo nel caso in
cui si ha a che fare con persone raziocinanti, civili, e intelligenti.
Post by Cooper
Post by ZER0
Un esempio lampante? Tempo fa ci fu una notizia di un'auto di un
giornalista sportivo a cui una "tifoseria estremista" ha dato fuoco. Senza
provocazione diretta di quest'individuo, a quanto pare.
Beh quando si parla di calcio, normale aspettarsi dei "terroristi nostrani"
che vanno allo stadio.
Ma infatti non e' successo allo stadio. E' esattamente lo stesso esempio di
cui parlavamo: tu hai un sito dove esprimi una tua opinione CIVILE e NON
OFFENSIVA su una squadra di calcio.
Le persone di cui sopra, rintracciano chi sei dai dati del dominio, e
vengono sotto casa tua a darti fuoco alla macchina. Come e' successo a
quella persona. Se vuoi essere un po' meno estremista, pensa solamente che
te la rigano, te la sfaciano, etc.

E l'unica cosa che puoi fare e' una denuncia a ignoti.

Qui si torna al discorso di partenza: Sinceramente, i miei dati personali
non vorrei che fossero alla portata del primo teppista.

Ho usato il calcio, ma si potrebbe parlare di politica come di altro. A
molti uomini, spesso, basta solo un pretesto per poter dar sfogo alla
propria rabbia, mica null'altro.

Ad alcuni, neppure quello. Solo un obiettivo da colpire.
Post by Cooper
Post by ZER0
Questo per dirti, che il fatto di non offendere direttamente nessuno, non
significa automaticamente che qualcuno non debba prendersela per il
semplice fatto che tu esponi delle tue personali opinioni in merito ad un
argomento. Ti ripeto, in un mondo perfetto la tua logica non fa una grinza.
Qua non siamo in un mondo perfetto, e la maggior parte di rappresaglie o
sfoghi di violenza sono spesso insensati e completamente illogici.
Il problema è uin altro, è questione di intelligenza.......
L'intelligenza e' un bene di pochi.
Post by Cooper
alle provocazioni non si risponde mai :)
Vorrei farti notare come questo, col discorso che io ti ho fatto, non
c'entra assolutamente nulla. Chi ha parlato di provocazione?
Post by Cooper
Post by ZER0
Per tornare maggiormente IT, concordo con quanto detto da Dymitri e
Francesco Rotta: Che uno si accontenti e' un conto, ma dovrebbe esserci
maggiore coerenza in merito di privacy.
Beh io su questo ribatto dicendo...
Ancora non e' chiaro perche' ribatti.
Post by Cooper
non vi sta bene che il nic o chi per lui metta tutti questi dati?
Io, come gli altri, sto semplicemente dicendo che questa e' una grossa
incongruenza in materia di privacy, ne' piu' ne' meno. Non sto dicendo che
mi sta bene, mi sta male, o altro. Ma semplicemente che e' incongruente.
--
ZER0://coder.gfxer.web-designer/

~ Tutti quelli che credono nella psicocinesi, per favore alzino la mia
mano.
ITHost
2004-07-20 12:38:42 UTC
Permalink
Post by ZER0
Io, come gli altri, sto semplicemente dicendo che questa e' una grossa
incongruenza in materia di privacy, ne' piu' ne' meno. Non sto dicendo che
mi sta bene, mi sta male, o altro. Ma semplicemente che e' incongruente.
e fin qui siamo tutti daccordo ma ti ricordo che le menate sulla privacy
ecc. sono arrivate ben dopo l'istituzione da parte di icann e nel nostro
caso della ripe del database whois dove sono obbligatori questi dati,
pertanto l'incongruenza esiste ma non è un problema Italiano o del nic .it
ma il problema è ben a monte e quindi ce tocca tenerlo
--
ITHost (your host company)
Technical Manager
C. Paparelli (MCSE,MCSD,MCDBA)

http://www.ithost.ch
ZER0
2004-07-20 12:58:35 UTC
Permalink
Post by ITHost
Post by ZER0
Io, come gli altri, sto semplicemente dicendo che questa e' una grossa
incongruenza in materia di privacy, ne' piu' ne' meno. Non sto dicendo che
mi sta bene, mi sta male, o altro. Ma semplicemente che e' incongruente.
e fin qui siamo tutti daccordo ma ti ricordo che le menate sulla privacy
ecc. sono arrivate ben dopo l'istituzione da parte di icann e nel nostro
caso della ripe del database whois dove sono obbligatori questi dati,
pertanto l'incongruenza esiste ma non è un problema Italiano
Laddove una legge *italiana* presenta incogruenze nell'atto pratico, e' un
problema italiano.

Non sto a discutere sul come risolvere o meno tale incongruenza, solo che
fa un po' ridere tutto lo sbattimento che ci fanno sulla privacy, quando ci
sono poi di questi paradossi.
--
ZER0://coder.gfxer.web-designer/

~ "Massi' che e' uno standard, e' uno standard proprietario."
(Gio')
ITHost
2004-07-20 13:13:35 UTC
Permalink
Post by ZER0
Laddove una legge *italiana* presenta incogruenze nell'atto pratico, e' un
problema italiano.
Non sto a discutere sul come risolvere o meno tale incongruenza, solo che
fa un po' ridere tutto lo sbattimento che ci fanno sulla privacy, quando ci
sono poi di questi paradossi.
eheh infatti le chiamo menate sulla privacy mica per nulla, quando poi nella
realtà vedi che la password del server è scritta su un foglietto ed
attaccata sul monitor :-D
--
ITHost (your host company)
Technical Manager
C. Paparelli (MCSE,MCSD,MCDBA)

http://www.ithost.ch
Dymitri
2004-07-21 07:05:27 UTC
Permalink
Post by ZER0
Post by Cooper
Post by Dymitri
Un tizio legge quello che scrivi,ma non gli va a genio.
Evvabbè, se io scrivo quello che penso senza offendere nessuno ed
esplicitando che è una mia opinione, un mio pensiero una mia riflessione,
non vedo perchè il tizio debba prendersela.
[..]
Post by Cooper
Ok ammettiamo pure che se la prenda, che vuoi fa, la vita è bella perchè
varia, c'è chi la pensa come te e c'è chi non la pensa come te, ma in ogni
caso ognuno rispetta l'altro e il suo pensiero.
Questa ingenuita' mi fa un po' sorridere.. Mi spiego meglio: In un mondo
perfetto la tua logica avrebbe senso.
Purtroppo, non viviamo in un mondo perfetto: c'e' gente che se la prende
per un nonnulla, solo perche' - anche in buona fede - gli vai a toccare il
partito/la squadra del cuore.
Hai riassunto alla perfezione il succo del discorso. Non so forse sarò
paranoico,ma io personalmente non mi fido a lasciare i miei dati
personali in balia della rete.Tutto qui.

In ogni caso volevo solo creare e quindi registrare un sito di tipo
turistico sulla città in cui vivo e lavoro.
Credo che opterò per un hoster gratuito per ovvi motivi di "privacy".

Ringrazio tutti per la partecipazione a qusto thread e vi auguro buone
ferie/vacanze.

PS. Cooper spero non ti sia offeso, era solo un esempio.
Cooper
2004-07-21 08:30:06 UTC
Permalink
Post by Dymitri
In ogni caso volevo solo creare e quindi registrare un sito di tipo
turistico sulla città in cui vivo e lavoro.
Credo che opterò per un hoster gratuito per ovvi motivi di "privacy".
Beh un hoster gratuito è la scelta migliore, anche se loro..... hanno il
diritto/dovere di tagliare qualora riscontrino che certi contenuti siano
contrari alla legge...
Post by Dymitri
PS. Cooper spero non ti sia offeso, era solo un esempio.
Uhm per cosa?

Cooper.

Francesco Rotta
2004-07-20 10:02:05 UTC
Permalink
"Cooper"
Post by Cooper
Post by Dymitri
Si incazza come
una iena,ma si incazza talmente tanto che decide di romperti il c****.
Tira giù i tuoi dati:nome, cognome, indirizzo, tel...
Il tizio è fortunato poichè abita a pochi km da te.
Una sera si presenta da te e il c**** te lo rompe veramente.
Vabbè ma se te lo insulti, lo offendi o chissà che, che vuoi che ti dica,
sei te che te la vai a cercare... non si dice forse: "il can che dorme non
morde?" perchè devi svegliarlo?
Post by Dymitri
Secondo te va bene cosi?
A me non va bene che te lo insulti, lo offendi etc. Ci sono modi e modi per
esprimere un proprio pensiero, come c'è maggioranza e opposizione in
parlamento lo stesso è anche qui.
Li mica si ammassano o arrivano alle mani, eppure i loro dati sono piu che
pubblici, e le loro idee politiche sono completamente contrapposte.
eh no Cooper siamo fuori strada.

Si fa riferimento ad un classico blog dove si parla di politica in modo
diretto e magari senza neanche insultare nessuno, oltre al fatto che anche
se insulto una persona questo forse le da il diritto di replicare
verbalmente ma non fisicamente.

O più blandamente si potrebbe trattare di un servizio di hosting dove
l'hoster non vuole essere disturbato.
Mettiamo quindi che offra 100 giga per 3 euro. Risultato => affluenza da
paura.
Ma allo stesso tempo fa dei casini inenarrabili. Risultato => ogni 3
secondi avrebbe uno che gli rompe (giustamente) le palle per chiedere
delucidazioni.

Ti sembra giusto ?
Io conosco moltissimi servizi che non mettono numero di telefono ma al
quale ho telefonato ugualmente :-), ti sembra giusto che gente come me
possa rompere le balle senza ritegno contro la loro volontà :-p ?

Francesco
Dymitri
2004-07-20 06:20:49 UTC
Permalink
"> Ma ti assicuro che non è il caso di lagnarsi, va bene cosi.
Post by Cooper
Cooper.
Beh,vorrei farti solo un piccolo esempio.
Ipotizziamo che tu abbia un sito in cui esponi le tue argomentazioni
politiche o qualsiasi altra cosa.
I tuoi dati sono pubblici vero?
Un tizio legge quello che scrivi e si incazza, ma si incazza talmente
tanto che decide di romperti il c***.
Tira giù i tuoi dati e scopre che abiti anche nella stessa città dove
vive lui.
Una sera si presenta a casa tua e il c*** te lo spacca per davvero.
Una cosa decisamente spiacevole non è vero?
Ma tanto va bene cosi e non c'è motivo di lagnarsi vero?
Certo lo puoi denunciare,ma intanto tre mesi di ospedale(se ti va
bene)non te li toglie nessuno).

E'chiaro il concetto?
Leandro S.
2004-07-19 12:30:17 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Bell'esempio di democrazia e libertà.
Inutile insistere, questo newsgroup e' pieno di cazzari parlanti
doppiopesisti. Se a mandare un sms per informare delle elezioni e'
l'attuale presidenza del consiglio crolla il mondo, se a sparare a
destra e a manca i dati personali di migliaia e migliaia di persone e'
il nic allora va tutto bene.
Te la dico io la verita': il nic non ottempera assolutamente alle
vigenti leggi sul trattamento dei dati personali. Se vuoi aprire il
primo procedimento contro questa gente ti basta mandare una
raccomandata al nic in cui chiedi che i tuoi dati non vengano piu'
diffusi perche' non vuoi che vadano in mano a gente che ne fa anche
usi illeciti, spam ecc. Loro ti risponderanno - MENTENDO - che non si
puo'. Tu allora li porti davanti al garante per la protezione dei dati
personali o in un'aula di tribunale e si beccheranno una legnata
dietro le orecchie che se la ricorderanno per molto tempo! Aspetto con
ansia quel giorno.
Spirito Libero
2004-07-19 13:33:23 UTC
Permalink
Post by Leandro S.
Post by Dymitri
Bell'esempio di democrazia e libertà.
Inutile insistere, questo newsgroup e' pieno di cazzari parlanti
doppiopesisti. Se a mandare un sms per informare delle elezioni e'
l'attuale presidenza del consiglio crolla il mondo, se a sparare a
destra e a manca i dati personali di migliaia e migliaia di persone e'
il nic allora va tutto bene.
Te la dico io la verita': il nic non ottempera assolutamente alle
vigenti leggi sul trattamento dei dati personali. Se vuoi aprire il
primo procedimento contro questa gente ti basta mandare una
raccomandata al nic in cui chiedi che i tuoi dati non vengano piu'
diffusi perche' non vuoi che vadano in mano a gente che ne fa anche
usi illeciti, spam ecc. Loro ti risponderanno - MENTENDO - che non si
puo'. Tu allora li porti davanti al garante per la protezione dei dati
personali o in un'aula di tribunale e si beccheranno una legnata
dietro le orecchie che se la ricorderanno per molto tempo! Aspetto con
ansia quel giorno.
Anche io non vedo di buon occhio la pubblicazione di dati che non sono
di alcuna utilita' all'utente comune (Indirizzo e numero di telefono).
Per registrare un dominio questi dati SONO NECESSARI ED OBBLIGATORI e'
la pubblicazione che non mi va giu'. Anche quando attivi un telefono
fisso, l'ente esercente chiede i tuoi dati e se non vuoi comparire
sull'elenco telefonico, basta dirlo e nessuno conoscera' il tuo numero e
dove abiti. La stessa cosa non succede per la registrazione dei domini.
Non puoi portare assolutamente nessuno davanti al Garante o al giudice e
a Salomone. Quando intesti un dominio (.it) firmi una LAR in cui sei
"costretto" ad accettare determinate condizioni. Se non le accetti non
avrai il dominio.
--
Spirito Libero

Siamo tutti un po' abusivi a questo mondo...
(Non mettere il sale se vuoi rispondermi!)
Leandro S.
2004-07-19 16:18:17 UTC
Permalink
Post by Spirito Libero
Non puoi portare assolutamente nessuno davanti al Garante o al giudice e
a Salomone. Quando intesti un dominio (.it) firmi una LAR in cui sei
Ma che cosa ne sai, se non conosci la legge sul trattamento dei dati
personali e' meglio che taci!
Spirito Libero
2004-07-19 19:29:24 UTC
Permalink
Post by Leandro S.
Post by Spirito Libero
Non puoi portare assolutamente nessuno davanti al Garante o al giudice e
a Salomone. Quando intesti un dominio (.it) firmi una LAR in cui sei
Ma che cosa ne sai, se non conosci la legge sul trattamento dei dati
personali e' meglio che taci!
*PLONK*
--
Spirito Libero

Siamo tutti un po' abusivi a questo mondo...
(Non mettere il sale se vuoi rispondermi!)
ITHost
2004-07-19 13:38:49 UTC
Permalink
Post by Leandro S.
Inutile insistere, questo newsgroup e' pieno di cazzari parlanti
doppiopesisti.
calma, calma contiamo fino a 10 please che poi passa tutto :-)
Post by Leandro S.
Se a mandare un sms per informare delle elezioni e'
l'attuale presidenza del consiglio crolla il mondo,
bah non ho seguito la cosa e non mi interessa comunque personalmente
potrebbe darmi fastidio che tizio o caio mi mandino degli sms
Post by Leandro S.
se a sparare a
destra e a manca i dati personali di migliaia e migliaia di persone e'
il nic allora va tutto bene.
wait ma sai come funzionano i nomi di dominio???????
Allora il nic .it gestisce unicamente i tld inerenti .it e lo stesso nic
italiano DEVE ESSERE CONFORME ALLA RIPE
pertanto puoi piangere in cinese ma finchè la RIPE non modifica le sue
direttive il nic .it DEVE PUBBLICARE I DATI altrimenti non funziona

http://www.ripe.net
Post by Leandro S.
Te la dico io la verita': il nic non ottempera assolutamente alle
vigenti leggi sul trattamento dei dati personali.
e chi se ne frega non ce lo metti?? Uff il tutto dipende da icann e dalla
ripe e solo alla fine dal nic .it
Post by Leandro S.
Se vuoi aprire il
primo procedimento contro questa gente ti basta mandare una
raccomandata al nic in cui chiedi che i tuoi dati non vengano piu'
diffusi perche' non vuoi che vadano in mano a gente che ne fa anche
usi illeciti, spam ecc.
uff ma tutti sti problemi, ma mettici il nome di un tuo parente o di una
azienda e morta lì
Post by Leandro S.
Loro ti risponderanno - MENTENDO - che non si
puo'.
ancora, sei de coccio, leggi le direttive icann e ripe e poi fammi sapere
qui trovi la struttura del db che ti obbliga ad inserire i campi
http://www.ripe.net/ripe/docs/databaseref-manual.html
Post by Leandro S.
Tu allora li porti davanti al garante per la protezione dei dati
personali o in un'aula di tribunale e si beccheranno una legnata
dietro le orecchie che se la ricorderanno per molto tempo! Aspetto con
ansia quel giorno.
uff ti pubblico le aup per i domini .ch e .li visto che per il nic .it non
ho trovato nulla (aspetto smetite :-P)
http://www.switch.ch/id/terms/aup.html

come leggi al punto 1) è obbligatoria l'istituzione del registro whois
mentre al punto 2) spiega quali sono gli usi consentiti e al punto 3) gli
usi NON consentiti
Pertanto se qualcuno ha utilizzato in modo non autorizzato i dati pubblicati
sul whois è quel qualcuno che va perseguito e non il nic

Adesso spero sia tutto più chiaro pertanto hai 2 soluzioni

1- o non prendi il dominio
2- oppure ci metti i dati e amen
--
ITHost (your host company)
Technical Manager
C. Paparelli (MCSE,MCSD,MCDBA)

http://www.ithost.ch
Daniele
2004-07-16 07:10:42 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Posso farvi una domanda?
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un sito,
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Mi sembra una palese violazione del principio della privacy.
E se uno da informazioni false?
Vi ringrazio e scusate la mia ignoranza in materia
Post uguale al mio di un paio d'anni fa.

è vietato dare info false, innanzitutto.

anche per me è una violazione della privacy. Non serve a niente avere quei
dati a disposizione. Se io registrassi un dominio "protetto", ad esempio
mariorossi.it, e mario rossi lo vuole, può risalire a me cmq anche senza
avere quei dati a disposizione. Dati che ha l'hoster, in archivio, e che può
darli alle autiorità in caso di necessità.

Puoi mettere un cellulare invece del fisso. E magari, se hai 2 case,
l'indirizzo dell'altra abitazione o magari di un tuo ufficio o negozio.

Daniele
Cooper
2004-07-16 07:18:56 UTC
Permalink
Post by Daniele
Post uguale al mio di un paio d'anni fa.
è vietato dare info false, innanzitutto.
anche per me è una violazione della privacy. Non serve a niente avere quei
dati a disposizione. Se io registrassi un dominio "protetto", ad esempio
mariorossi.it, e mario rossi lo vuole, può risalire a me cmq anche senza
avere quei dati a disposizione. Dati che ha l'hoster, in archivio, e che può
darli alle autiorità in caso di necessità.
Puoi mettere un cellulare invece del fisso. E magari, se hai 2 case,
l'indirizzo dell'altra abitazione o magari di un tuo ufficio o negozio.
Potrebbe farlo a condizione che siano realmente esistenti e conducano a lui,
in ogni caso quei dati vengono anche utilizzati dal nic per inviare la
raccomandata in prossimità della scadenza del dominio.
Prima che venga rimosso dai loro archivi e reso disponibile, quindi una
certa utilità l'ha sempre.
Al limite basterebbe consultare il garante per la privacy è chiedere se
l'utente ha diritto o meno a scegliere se rendere pubblico o meno i propri
dati, come avviene per gli elenchi telefonici dove può scegliere se
visualizzare il proprio nominativo o se renderlo riservato.
In quel caso, ma solo in quel caso, il nic (quindi i domini IT) dovrebbe
adeguarsi di conseguenza, ma per i domini COM, NET etc i discorso non
sarebbe attuabile..
Secondo me, è comunque un problema sciocco, nel senso che chi ha un dominio
e quindi un sito internet, li tiene con lo scopo di farsi trovare.... o
comunque di mettere il visitatore sempre in condizione di poter raggiungere
l'auitore del sito... per cui....
...e poi, quali motivi si avrebbero per non visualizzare i propri dati? come
detto in un post precedente, la sola lettura non costituisce reato, lo
costituisce solamente l'uso improrio che ne viene fatto da parte di terzi.
Cooper.
Daniele
2004-07-16 07:26:59 UTC
Permalink
Post by Cooper
Potrebbe farlo a condizione che siano realmente esistenti e conducano a lui,
questo intendevo
Post by Cooper
in ogni caso quei dati vengono anche utilizzati dal nic per inviare la
raccomandata in prossimità della scadenza del dominio.
a me non arrivano raccomandate, ma email
Post by Cooper
Secondo me, è comunque un problema sciocco, nel senso che chi ha un dominio
e quindi un sito internet, li tiene con lo scopo di farsi trovare.... o
comunque di mettere il visitatore sempre in condizione di poter raggiungere
l'auitore del sito... per cui....
senz'altro, ma via email
Post by Cooper
...e poi, quali motivi si avrebbero per non visualizzare i propri dati? come
detto in un post precedente, la sola lettura non costituisce reato, lo
costituisce solamente l'uso improrio che ne viene fatto da parte di terzi.
appunto, ma tu non conosci tutti e non tutti sono onesti. Se io faccio un
sito politico, potrebbe dare fastidio alle teste calde della fazione avversa
che non avrebbero scrupoli a farmela pagare, tanto i miei dati ce li hanno.
Se io faccio un sito "scomodo", stesso discorso.

No, per quei dati non devono assolutamente essere di dominio pubblico.

Daniele
Cooper
2004-07-16 07:47:59 UTC
Permalink
Post by Daniele
a me non arrivano raccomandate, ma email
A me raccomandate... si vede che sto più simpatico :)
Post by Daniele
senz'altro, ma via email
Ma questo può andar bene per te, ma chi ti dice che vada altrettanto bene
per gli altri? :)
Post by Daniele
appunto, ma tu non conosci tutti e non tutti sono onesti. Se io faccio un
sito politico, potrebbe dare fastidio alle teste calde della fazione avversa
che non avrebbero scrupoli a farmela pagare, tanto i miei dati ce li hanno.
Se io faccio un sito "scomodo", stesso discorso.
No, per quei dati non devono assolutamente essere di dominio pubblico.
Il diritto di espressione, di parola e di pensiero è di tutti, ma questo non
significa che hai il diritto di offendere o di diffamare gli altri.
Significa semplicemente che puoi scrivere quello che vuoi purchè corrisponda
a verità rispettando gli altri e evitando di ledere le loro libertà.
A queste condizioni niente e nessuno può farti nulla e ammesso che ti
portino in causa non avranno elementi per "fartela pagare", e di conseguenza
anzichè metterla nel culo a te, nel culo se la prenderanno questi ultimi.
Il web serve per comunicare e fornire informazioni non per essere un luogo
di battaglia.
Quindi chi agisce nel rispetto della legge non ha problemi a tenersi i
propri dati sul web, certo magari può dare fastidio se questi dati vengano
utilizzati da altre persone per scopi illeciti, ma in quel caso (e solo in
quel caso) scatta la violazione della privacy, per cui chi ha subito il
danno può richiederne il risarcimento e ti assicuro che sarà occasione anche
per arricchirsi :) Di conseguenza non tutti i mali vengono per nuocere.

Cooper.
Daniele
2004-07-16 08:36:25 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Daniele
a me non arrivano raccomandate, ma email
A me raccomandate... si vede che sto più simpatico :)
significa che hanno più soldi da spendere... :)
Post by Cooper
Post by Daniele
senz'altro, ma via email
Ma questo può andar bene per te, ma chi ti dice che vada altrettanto bene
per gli altri? :)
io dico che uno ha diritto di scelta. se vuoi, li fai mettere i tuoi dati,
altrimenti no.
Post by Cooper
Il diritto di espressione, di parola e di pensiero è di tutti, ma questo non
significa che hai il diritto di offendere o di diffamare gli altri.
Non parlavo certo di diffamare gli altri.
Le persone disoneste, i delinquenti, se ne fregano della legge. Tu metti su
un sito, legale, a loro non piace e hanno tutti i tuoi dati per venire da
te. E' un caso limite, ovvio. Ma sempre un caso probabile.
Post by Cooper
Il web serve per comunicare e fornire informazioni non per essere un luogo
di battaglia.
Ovvio. Solo che certe informazioni danno fastidio.

Daniele
Cla!
2004-07-16 07:32:31 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Posso farvi una domanda?
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un sito,
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Mi sembra una palese violazione del principio della privacy.
E se uno da informazioni false?
Vi ringrazio e scusate la mia ignoranza in materia
Semplice, perché il nome di chi lo registra corrisponde al proprietario
(altri dati sono del mantainer ecc ...).
Inserendo come owner "Pippo Topolino" di fatto rinunci al tuo diritto di
proprietà ... immagina di avere un sito che vale 1.000.000 di
megapaperdollari e uno te lo porta via perché nessuna riesce a rintracciare:

Pippo Topolino
Via dei ratti 766671
Topolinia

Eddai ...
Cla!
Dymitri
2004-07-19 06:57:47 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Posso farvi una domanda?
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un sito,
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Mi sembra una palese violazione del principio della privacy.
E se uno da informazioni false?
Vi ringrazio e scusate la mia ignoranza in materia
Semplice...
No! Non è semplice.
Io non voglio fornire a chiunque i miei dati.
Se qualcuno mi vuole contattare lo può fare anche via e-mail.
Con tutti i matti che ci sono in giro dovrei rendere pubblico
il mio nome, l'indirizzo, il telefono?
Ma perfavore....
E poi se un mio ipotetico sito valesse milioni di euro, troverei io il sistema
per farmi rintracciare...hehe!
Riccardo Marzi
2004-07-16 11:24:10 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Posso farvi una domanda?
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un sito,
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Per i domini gestiti dall'ICANN alcuni provider forniscono proprio
un'opzione per tutelare la privacy.
--
Riccardo Marzi, Lucca
www.zenigata.it ICQ#6031644
Dymitri
2004-07-19 06:23:14 UTC
Permalink
Post by Riccardo Marzi
Post by Dymitri
Posso farvi una domanda?
Ma è obbligatorio fornire i propi dati quando si registra un sito,
cosichè tutti possano visualizzarli tramite un whois?
Per i domini gestiti dall'ICANN alcuni provider forniscono proprio
un'opzione per tutelare la privacy.
Puoi specificare per favore?
Mao
2004-07-19 07:54:20 UTC
Permalink
Post by Dymitri
Post by Riccardo Marzi
Per i domini gestiti dall'ICANN alcuni provider forniscono proprio
un'opzione per tutelare la privacy.
Puoi specificare per favore?
https://registrar.godaddy.com/dbp.asp?isc=&se=%2B&from_app=&mscssid=&pl_id=1&prog_id=GoDaddy

Mao

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Continua a leggere su narkive:
Loading...