Discussione:
Per i soloni de "il webmaster non e' responsabile"
(troppo vecchio per rispondere)
Laionching
2010-02-24 12:23:55 UTC
Permalink
Google condannato.

http://www.ilgiornale.it/interni/video_choc_disabile_condanna_google_e_attacco_liberta/internet-web_20-disabile-giudice_magi-condanna-google-down-motore_ricerca/24-02-2010/articolo-id=424691-page=0-comments=1

http://tinyurl.com/ycgkvgl

"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
juan
2010-02-24 12:59:53 UTC
Permalink
Post by Laionching
Google condannato.
http://www.ilgiornale.it/interni/video_choc_disabile_condanna_google_e_attacco_liberta/internet-web_20-disabile-giudice_magi-condanna-google-down-motore_ricerca/24-02-2010/articolo-id=424691-page=0-comments=1
http://tinyurl.com/ycgkvgl
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
Sentenza storica che apre a scenari inquietanti imho
Leonardo Serni
2010-02-24 13:30:41 UTC
Permalink
Post by juan
Post by Laionching
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
Sentenza storica che apre a scenari inquietanti imho
Be', fossi in Google, io vincolerei l'upload di filmati dall'Italia alla
visione integrale da parte di un supervisore: finche' il supervisore non
da' il nulla osta, il filmato non e' visibile.

Nel caso che la gente si lamentasse, farei presente che, non bastando la
liberatoria da loro fornita, non possono certo pretendere che uno rischi
la galera per la bella faccia loro. Gia' lo stipendio dei supervisori e'
un costo, a fronte di un servizio fornito gratuitamente.

Poi, assumerei un certo numero di supervisori. Non so: magari anche due.

Leonardo
--
The cock doth craw, the day doth daw,
the channerin' worm doth chide:
gin we be mist oot o' oor place,
a sair pain we maun bide.
juan
2010-02-24 13:42:05 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Poi, assumerei un certo numero di supervisori. Non so: magari anche due.
Leonardo
Se io fossi Google chiuderei direttamente gli upload dall'Italia.
Massy
2010-02-24 13:39:58 UTC
Permalink
Post by juan
Post by Leonardo Serni
Poi, assumerei un certo numero di supervisori. Non so: magari anche
due. Leonardo
Se io fossi Google chiuderei direttamente gli upload dall'Italia.
questo realizzerebbe parte del sogno di chi ci governa...
juan
2010-02-24 15:12:45 UTC
Permalink
Post by Massy
Post by juan
Post by Leonardo Serni
Poi, assumerei un certo numero di supervisori. Non so: magari anche
due. Leonardo
Se io fossi Google chiuderei direttamente gli upload dall'Italia.
questo realizzerebbe parte del sogno di chi ci governa...
Infatti la mia proposta era ironica. ;)
DonnieDarko
2010-02-24 13:49:10 UTC
Permalink
Post by juan
Post by Leonardo Serni
Poi, assumerei un certo numero di supervisori. Non so: magari anche due.
Leonardo
Se io fossi Google chiuderei direttamente gli upload dall'Italia.
Questo significherebbe fare un favore a molti...

io sposterei la sede di google italia all'estero...
Cooper
2010-02-24 13:48:10 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Be', fossi in Google, io vincolerei l'upload di filmati dall'Italia alla
visione integrale da parte di un supervisore: finche' il supervisore non
da' il nulla osta, il filmato non e' visibile.
Nel caso che la gente si lamentasse, farei presente che, non bastando la
liberatoria da loro fornita, non possono certo pretendere che uno rischi
la galera per la bella faccia loro. Gia' lo stipendio dei supervisori e'
un costo, a fronte di un servizio fornito gratuitamente.
Poi, assumerei un certo numero di supervisori. Non so: magari anche due.
Non è necessario assumere dei moderatori che controllano il contenuto dei
video prima di pubblicarli; basta che su segnalazione anche di un comune
cittadino; i responsabili di google prendano visione del contenuto segnalato
e valutato se viola o meno le condizioni di contratto in caso affermativo lo
rimuove.
Qui invece nonostante una segnalazione da parte delle autorità (cosi mi
sembra di aver capito) si è opposta alla rimozione del contenuto.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Alessandro Pellizzari
2010-02-24 13:52:29 UTC
Permalink
Post by Cooper
Qui invece nonostante una segnalazione da parte delle autorità (cosi mi
sembra di aver capito) si è opposta alla rimozione del contenuto.
No. Quando le autorita` hanno chiesto la rimozione, il video e` stato
rimosso immediatamente. E Google ha collaborato con la Polizia per
identificare la persona che ha caricato il video e tutti quelli che
apparivano nello stesso, che si sono presi 10 mesi di lavori socialmente
utili. Invece chi ha aiutato la Polizia si becca da 3 a 6 mesi di galera.

Ora si nota meglio l'ingiustizia?
Conviene essere un fuorilegge o un onesto cittadino che collabora con le
autorita`?

Bye.
Paolo De Dionigi
2010-02-24 14:16:35 UTC
Permalink
Post by Alessandro Pellizzari
Post by Cooper
Qui invece nonostante una segnalazione da parte delle autorità (cosi mi
sembra di aver capito) si è opposta alla rimozione del contenuto.
No. Quando le autorita` hanno chiesto la rimozione, il video e` stato
rimosso immediatamente. E Google ha collaborato con la Polizia per
identificare la persona che ha caricato il video e tutti quelli che
apparivano nello stesso, che si sono presi 10 mesi di lavori socialmente
utili. Invece chi ha aiutato la Polizia si becca da 3 a 6 mesi di galera.
Ora si nota meglio l'ingiustizia?
Conviene essere un fuorilegge o un onesto cittadino che collabora con le
autorita`?
Bye.
Conviene mettere su una petizione per chiedere di cambiare la legge.
Cooper
2010-02-24 14:21:55 UTC
Permalink
Post by Paolo De Dionigi
Post by Alessandro Pellizzari
Post by Cooper
Qui invece nonostante una segnalazione da parte delle autorità (cosi mi
sembra di aver capito) si è opposta alla rimozione del contenuto.
No. Quando le autorita` hanno chiesto la rimozione, il video e` stato
rimosso immediatamente. E Google ha collaborato con la Polizia per
identificare la persona che ha caricato il video e tutti quelli che
apparivano nello stesso, che si sono presi 10 mesi di lavori socialmente
utili. Invece chi ha aiutato la Polizia si becca da 3 a 6 mesi di galera.
Ora si nota meglio l'ingiustizia?
Conviene essere un fuorilegge o un onesto cittadino che collabora con le
autorita`?
Bye.
Conviene mettere su una petizione per chiedere di cambiare la legge.
Rispondo a entrambi. L'autorità sarebbe in questo caso il tribunale.
Ma prima di arrivare in giudizio si passa dal legale; il legale della parte
lesa ha avvisato google, dunque google era stata avvisata; perchè in quel
momento non è intervenuta?
Il fatto stesso che, non sia intervenuta a seguito di una lettera
dall'avvocato della famiglia della persona lesa, implica necessariamente
l'azione della citazione in giudizio.
Solo in questa seconda fase google è intervenuta; non prima; la condanna
dunque va intesa per la superficialità con cui google ha trattato la
vicenda.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Paolo De Dionigi
2010-02-24 14:36:54 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Paolo De Dionigi
Post by Alessandro Pellizzari
Post by Cooper
Qui invece nonostante una segnalazione da parte delle autorità (cosi mi
sembra di aver capito) si è opposta alla rimozione del contenuto.
No. Quando le autorita` hanno chiesto la rimozione, il video e` stato
rimosso immediatamente. E Google ha collaborato con la Polizia per
identificare la persona che ha caricato il video e tutti quelli che
apparivano nello stesso, che si sono presi 10 mesi di lavori
socialmente utili. Invece chi ha aiutato la Polizia si becca da 3 a 6
mesi di galera.
Ora si nota meglio l'ingiustizia?
Conviene essere un fuorilegge o un onesto cittadino che collabora con
le autorita`?
Bye.
Conviene mettere su una petizione per chiedere di cambiare la legge.
Rispondo a entrambi. L'autorità sarebbe in questo caso il tribunale.
Ma prima di arrivare in giudizio si passa dal legale; il legale della
parte lesa ha avvisato google, dunque google era stata avvisata; perchè
in quel momento non è intervenuta?
Il fatto stesso che, non sia intervenuta a seguito di una lettera
dall'avvocato della famiglia della persona lesa, implica necessariamente
l'azione della citazione in giudizio.
Solo in questa seconda fase google è intervenuta; non prima; la condanna
dunque va intesa per la superficialità con cui google ha trattato la
vicenda.
Ma sei certo che stiano così le cose? Se è così, allora si tratta solo
di pastoie legali poco interessanti.
Cooper
2010-02-24 14:48:14 UTC
Permalink
Ma sei certo che stiano così le cose? Se è così, allora si tratta solo di
pastoie legali poco interessanti.
Tutti gli avvocati prima di citare in giudizio qualcuno, mandano una lettere
di preavviso; se non ottengono risposte soddisfacenti procedono di
conseguenza.
Appunto; si tratta di un mancato dialogo fra i responsabili di google
(negligenti) e l'avvocato che ha curato la vicenda.
Poichè c'è stata una negligenza i responsabili sono stati condannati; tutto
quadra e mi sembra che sia anche giusto cosi.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Paolo De Dionigi
2010-02-24 14:50:43 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Paolo De Dionigi
Ma sei certo che stiano così le cose? Se è così, allora si tratta solo
di pastoie legali poco interessanti.
Tutti gli avvocati prima di citare in giudizio qualcuno, mandano una
lettere di preavviso; se non ottengono risposte soddisfacenti procedono
di conseguenza.
Appunto; si tratta di un mancato dialogo fra i responsabili di google
(negligenti) e l'avvocato che ha curato la vicenda.
Poichè c'è stata una negligenza i responsabili sono stati condannati;
tutto quadra e mi sembra che sia anche giusto cosi.
Uff, non mi interessa granchè di cosa sia convinto tu (che tutti gli
avvocati ecc...), ma se è *effettivamente* andata così o no.
Cooper
2010-02-24 15:18:54 UTC
Permalink
Post by Paolo De Dionigi
Post by Cooper
Post by Paolo De Dionigi
Ma sei certo che stiano così le cose? Se è così, allora si tratta solo
di pastoie legali poco interessanti.
Tutti gli avvocati prima di citare in giudizio qualcuno, mandano una
lettere di preavviso; se non ottengono risposte soddisfacenti procedono
di conseguenza.
Appunto; si tratta di un mancato dialogo fra i responsabili di google
(negligenti) e l'avvocato che ha curato la vicenda.
Poichè c'è stata una negligenza i responsabili sono stati condannati;
tutto quadra e mi sembra che sia anche giusto cosi.
Uff, non mi interessa granchè di cosa sia convinto tu (che tutti gli
avvocati ecc...), ma se è *effettivamente* andata così o no.
Se la prassi degli avvocati è questa (ed è questa) allora le cose sono
andate cosi.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Pablo
2010-02-24 15:49:45 UTC
Permalink
[...] è *effettivamente* andata così o no.
Non proprio.
Premesso che per conoscere le motivazioni della sentenza è inevitabile
doverne attendere la pubblicazione, il processo verteva su due accuse:
diffamazione (penale, come sottolineava Andrea) e violazione della
privacy (dipende dagli articoli).
Se per la prima i dirigenti non sono stati condannati (e
conseguentemente le famiglie e associazioni che si erano costituite
parte civile non hanno ottenuto alcun risarcimento), per la seconda sì.
In pratica son stati condannati perché il video è stato pubblicato senza
l'autorizzazione della vittima.

Di "negligenza" non si è parlato, anzi la difesa ha più volte
sottolineato la rapidità nel rimuovere il contenuto incriminato e nel
collaborare con le autorità (polizia postale, che ha svolto le indagini,
non il tribunale) per l'identificazione degli autori.

_Pare_ invece che abbia avuto peso il profitto che google ricava da ogni
click su una sua pagina.
Non mi sorprenderebbe se il grande risalto mediatico all'epoca del fatto
avesse esercitato una certa influenza sulla sentenza.
Resta il fatto che di condanne di questo tipo finora non se n'erano
viste: un po' come se la telecom venisse condannata perché i ladri che
mi han rubato la macchina (caso ipotetico: la mia auto al massimo
potrebbero rubarla i sorci ;) ) si erano organizzati via telefono...

Ciao,
Pablo
Euclide
2010-02-24 21:29:37 UTC
Permalink
Post by Pablo
potrebbero rubarla i sorci ;) ) si erano organizzati via telefono...
fastweb hanno messo dentro in 54......
Pablo
2010-02-25 06:47:12 UTC
Permalink
Post by Euclide
fastweb hanno messo dentro in 54......
Che lingua è? ;)
O siamo nell'ambito del "42":
http://it.wikipedia.org/wiki/La_risposta_alla_domanda_fondamentale_sulla_vita,_l%27universo_e_tutto_quanto
Euclide
2010-02-25 09:21:51 UTC
Permalink
Post by Pablo
Post by Euclide
fastweb hanno messo dentro in 54......
Che lingua è? ;)
http://it.wikipedia.org/wiki/La_risposta_alla_domanda_fondamentale_sulla_vita,_l%27universo_e_tutto_quanto
6969699 :D
Andrea
2010-02-24 15:16:12 UTC
Permalink
Post by Cooper
Tutti gli avvocati prima di citare in giudizio qualcuno, mandano una lettere
di preavviso; se non ottengono risposte soddisfacenti procedono di
conseguenza.
Quando un caso è di rilevanza penale si procede sempre e comunque
--
MySQL and PHP are popular not because of their quality, but despite it.
Cooper
2010-02-24 15:33:37 UTC
Permalink
Post by Andrea
Post by Cooper
Tutti gli avvocati prima di citare in giudizio qualcuno, mandano una lettere
di preavviso; se non ottengono risposte soddisfacenti procedono di
conseguenza.
Quando un caso è di rilevanza penale si procede sempre e comunque
E vero, ma ci sono casi e casi.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Andrea
2010-02-24 15:55:02 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Andrea
Quando un caso è di rilevanza penale si procede sempre e comunque
E vero, ma ci sono casi e casi.
Credo si chiami negligenza professionale quando questo non avviene.
Forse è pure perseguibile penalmente
--
MySQL and PHP are popular not because of their quality, but despite it.
Euclide
2010-02-24 21:30:12 UTC
Permalink
Post by Andrea
Post by Cooper
Post by Andrea
Quando un caso è di rilevanza penale si procede sempre e comunque
E vero, ma ci sono casi e casi.
Credo si chiami negligenza professionale quando questo non avviene.
Forse è pure perseguibile penalmente
Si ma su cazzate procedono d'ufficio e ci sono delle spese.
l***@email.it
2010-02-24 18:57:45 UTC
Permalink
Post by Cooper
Appunto; si tratta di un mancato dialogo fra i responsabili di google
(negligenti) e l'avvocato che ha curato la vicenda.
Poichè c'è stata una negligenza i responsabili sono stati condannati; tutto
quadra e mi sembra che sia anche giusto cosi.
concordo.
l***@email.it
2010-02-24 18:56:10 UTC
Permalink
Post by Paolo De Dionigi
Conviene mettere su una petizione per chiedere di cambiare la legge.
così il prossimo che ti diffama lo lasciano andare.
Paolo De Dionigi
2010-02-25 09:52:40 UTC
Permalink
Post by l***@email.it
Post by Paolo De Dionigi
Conviene mettere su una petizione per chiedere di cambiare la legge.
così il prossimo che ti diffama lo lasciano andare.
Guarda che succede già adesso con la legge che abbiamo.

Ero alla polizia postale (chiamato perchè un tizio mi aveva clonato la
carta di credito e l'hanno beccato) e ne ho approfittato per chiedere
come dovessi comportarmi in merito a un tizio che ce l'aveva con il mio
socio e diffamava lui e la nostra (all'epoca) srl e non solo, scriveva
ad alcuni dei nostri clienti spacciandosi per noi, minacciandoli perchè
non pagavano (ovviamente falso).

Quindi una bella sequela di reati, non solo diffamazione. Beh sulla
diffamazione mi è stato detto di lasciar perdere e sulla questione delle
e-mail che dovevano essere i clienti a denunciare noi, per minacce! E
poi noi avremmo ovviamente spiegato la questione, ma il tutto avrebbe
comportato una causa (per lo meno dal giudice di pace)

Ma secondo te è un paese normale questo?
l***@email.it
2010-02-24 18:52:12 UTC
Permalink
Qui invece nonostante una segnalazione da parte delle autorit (cosi mi
sembra di aver capito) si opposta alla rimozione del contenuto.
no, appena richiesto dalla polizia l'hanno tolto e grazie alla
collaborazione polizia-google si è anche risaliti ai colpevoli,
minorenni, che sono stati condannati a lavori socialmente utili o cose
del genere.

il problema è che ci si sarebbe aspettato, a mio avviso
ragionevolmente, che google monitorasse proattivamente in proprio i
video più visitati, come quello di cui stiamo parlando che era
visitatissimo.

ripeto, google non è stata condannata per l'upload del video, ma per
non aver vigilato sui contenuti che ospitava. chiaro che non può
vigilare su tutto, ma almeno su quelli più visitati sì.
Euclide
2010-02-24 21:32:04 UTC
Permalink
Post by l***@email.it
vigilare su tutto, ma almeno su quelli più visitati sì.
Erano davvero i più visitati?
Sai quanto me ne frega di vedere il disabile preso a pietrate?

Assolutamente nulla!

Mentre vedo volentieri tante altre cose. e nella media mondiale era
visitato ma forse non il più o nemmeno in una classifica mondiale.
l***@email.it
2010-02-25 01:45:55 UTC
Permalink
Post by Euclide
Post by l***@email.it
vigilare su tutto, ma almeno su quelli più visitati sì.
Erano davvero i più visitati?
sì.
Post by Euclide
Sai quanto me ne frega di vedere il disabile preso a pietrate?
Assolutamente nulla!
a te, perché non sei coglione. ma sai quanti coglioni ci sono in
giro?
ngw
2010-02-25 02:34:23 UTC
Permalink
Post by Euclide
Post by l***@email.it
vigilare su tutto, ma almeno su quelli più visitati sì.
Erano davvero i più visitati?
sì.
Assolutamente falso. 5500 visite in 2 mesi.

ngw
--
Nicholas Wieland (ngw)
Zooppa CTO
911 Western Avenue, Suite 420
Seattle, WA 98104 US
ngw
2010-02-24 23:48:15 UTC
Permalink
Post by l***@email.it
Qui invece nonostante una segnalazione da parte delle autorit (cosi mi
sembra di aver capito) si opposta alla rimozione del contenuto.
no, appena richiesto dalla polizia l'hanno tolto e grazie alla
collaborazione polizia-google si è anche risaliti ai colpevoli,
minorenni, che sono stati condannati a lavori socialmente utili o cose
del genere.
il problema è che ci si sarebbe aspettato, a mio avviso
ragionevolmente, che google monitorasse proattivamente in proprio i
video più visitati, come quello di cui stiamo parlando che era
visitatissimo.
ripeto, google non è stata condannata per l'upload del video, ma per
non aver vigilato sui contenuti che ospitava. chiaro che non può
vigilare su tutto, ma almeno su quelli più visitati sì.
Innanzitutto aveva 70k visite, numero che lo rende ben lontano
dall'essere tra i più visitati, ma cosa stai tentando di dire ? Che una
diffamazione è diffamazione se la "vedono in tanti" ? Sia
giuridicamente che moralmente direi che è un ragionamento semplicemente
inaccettabile.
E poi chi dovrebbe garantire per queste rimozioni ? Includono anche
materiale scomodo "politicamente" o soltanto "moralmente" (secondo la
moralità del moderatore, ovviamente).
Il fatto che *nessuno* al mondo abbia mai emesso una sentenza di questo
tipo non fa un secondo pensare ?
Il fatto che chi picchiava il ragazzo autistico si sia preso una pena
infinitamente inferiore a chi ha semplicemente ospitato un video non
sembra un po' strano ?
E se è negligenza quella di Google (il tribunale non la pensa così)
quali sono le colpe della scuola ? Non sapevo e non ho visto ? Che
dire, dovrebbero frequentare di più Google Video, o magari, tanto per
essere fantasiosi, stare in classe.
A nessuno viene in mente che ci sia una causa sui contenuti ospitati
tra YouTube e Mediaset, quando tutti i colossi dei media arrivano a
concordare un account "admin" per rimuovere i video sotto Copyright, e
casualmente spunta la prima sentenza "mondiale" che rende i provider
*responsabili* dei loro contenuti per via degli ad in pagina ? Guarda
che è una coincidenza quasi miracolosa, incredibile direi ! Che fortuna
che hanno questi qui di Mediaset.

ngw
--
Nicholas Wieland (ngw)
Zooppa CTO
911 Western Avenue, Suite 420
Seattle, WA 98104 US
Cooper
2010-02-25 00:37:27 UTC
Permalink
A nessuno viene in mente che ci sia una causa sui contenuti ospitati tra
YouTube e Mediaset, quando tutti i colossi dei media arrivano a concordare
un account "admin" per rimuovere i video sotto Copyright, e casualmente
spunta la prima sentenza "mondiale" che rende i provider *responsabili*
dei loro contenuti per via degli ad in pagina ? Guarda che è una
coincidenza quasi miracolosa, incredibile direi ! Che fortuna che hanno
questi qui di Mediaset.
Però qui mediaset non centra nulla.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
ngw
2010-02-25 01:19:33 UTC
Permalink
Post by Cooper
Però qui mediaset non centra nulla.
Ma lo dico anch'io !
E' una fantastica (per Mediaset) coincidenza, mi spiaceva soltanto non
notarla, del resto, come tutti sanno, giuridicamente non vengono mai
prese in considerazione sentenza passate.

ngw
--
Nicholas Wieland (ngw)
Zooppa CTO
911 Western Avenue, Suite 420
Seattle, WA 98104 US
Paolo De Dionigi
2010-02-25 09:56:09 UTC
Permalink
Post by ngw
Post by Cooper
Però qui mediaset non centra nulla.
Ma lo dico anch'io !
E' una fantastica (per Mediaset) coincidenza, mi spiaceva soltanto non
notarla, del resto, come tutti sanno, giuridicamente non vengono mai
prese in considerazione sentenza passate.
ngw
Troppo fine per la platea temo
ngw
2010-02-25 10:30:24 UTC
Permalink
Post by Paolo De Dionigi
Post by ngw
Post by Cooper
Però qui mediaset non centra nulla.
Ma lo dico anch'io !
E' una fantastica (per Mediaset) coincidenza, mi spiaceva soltanto non
Post by Cooper
notarla, del resto, come tutti sanno, giuridicamente non vengono mai
prese in considerazione sentenza passate.
ngw
Troppo fine per la platea temo
Chiedo umilmente scusa

ngw
--
Nicholas Wieland (ngw)
Zooppa CTO
911 Western Avenue, Suite 420
Seattle, WA 98104 US
l***@email.it
2010-02-25 01:44:53 UTC
Permalink
Post by ngw
Innanzitutto aveva 70k visite, numero che lo rende ben lontano
dall'essere tra i più visitati, ma cosa stai tentando di dire ? Che una
diffamazione è diffamazione se la "vedono in tanti" ? Sia
giuridicamente che moralmente direi che è un ragionamento semplicemente
inaccettabile.
no, la diffamazione è diffamazione sia che la vede 1 (anzi,
tecnicamente mi pare 2) sia che la vedano 10^9.

ma google è stata condannata perché nel giro di due mesi non si è
accorta della presenza di quel video palesemente strano e non ha dato
nemmeno retta alle segnalazioni fatte da associazioni varie. solo a
quelle della polizia.

ora, chiaro che google non sta ad ascoltare la prima associazioncella
o il primo avvocaticchio che gli dice di togliere roba, però poi
associazioncelle e avvocaticchi hanno tutto il diritto di portarla in
tribunale. chiaro che google non può monitorare tutti i video che
vengono caricati su youtube, ma se ha un head up del numero di visite
e delle segnalazioni preventive, be', almeno su quei pochi casi deve
vigilare.

non credo che se non ci fossero state altre segnalazioni se non quella
della polizia il giudice li avrebbe condannati.
Post by ngw
E poi chi dovrebbe garantire per queste rimozioni ? Includono anche
materiale scomodo "politicamente" o soltanto "moralmente" (secondo la
moralità del moderatore, ovviamente).
la diffamazione o la diffusione di un video in cui qualcuno subisce
violenza non è né morale né immorale, è illegale. il materiale
scomodo politicamente non è illegale.

se poi uno dice tizio merda ladro eccetera, ahimè, potrà anche essere
politica ma è diffamazione ed è comunque un messaggio politico
inutile.
Post by ngw
Il fatto che *nessuno* al mondo abbia mai emesso una sentenza di questo
tipo non fa un secondo pensare ?
c'è sempre una prima volta.
Post by ngw
Il fatto che chi picchiava il ragazzo autistico si sia preso una pena
infinitamente inferiore a chi ha semplicemente ospitato un video non
sembra un po' strano ?
erano minorenni coglioni, non gli amministratori di google.
Post by ngw
E se è negligenza quella di Google (il tribunale non la pensa così)
mi pare la pensi proprio così invece. se l'è presa con loro per non
aver ascoltato le segnalazioni delle associazioni.
Post by ngw
quali sono le colpe della scuola ? Non sapevo e non ho visto ? Che
dire, dovrebbero frequentare di più Google Video, o magari, tanto per
essere fantasiosi, stare in classe.
questo è un altro discorso. intanto concentriamoci su un caso,
terminato quello passiamo al prossimo, se no non si conclude mai
niente. google è stato denunciato dall'associazione, se
l'associazione vorrà denunciare anche la scuola per me fa bene. ma
immagino che la scuola abbia protezioni burocratiche e sindacali che
google manco si immagina.
Post by ngw
A nessuno viene in mente che ci sia una causa sui contenuti ospitati
tra YouTube e Mediaset, quando tutti i colossi dei media arrivano a
concordare un account "admin" per rimuovere i video sotto Copyright, e
casualmente spunta la prima sentenza "mondiale" che rende i provider
*responsabili* dei loro contenuti per via degli ad in pagina ? Guarda
che è una coincidenza quasi miracolosa, incredibile direi ! Che fortuna
che hanno questi qui di Mediaset.
dai, adesso stai negli stati uniti, la dietrologia è uno sport
italiano.
ngw
2010-02-25 07:26:14 UTC
Permalink
Post by l***@email.it
Post by ngw
Innanzitutto aveva 70k visite, numero che lo rende ben lontano
dall'essere tra i più visitati, ma cosa stai tentando di dire ? Che una
diffamazione è diffamazione se la "vedono in tanti" ? Sia
giuridicamente che moralmente direi che è un ragionamento semplicemente
inaccettabile.
no, la diffamazione è diffamazione sia che la vede 1 (anzi,
tecnicamente mi pare 2) sia che la vedano 10^9.
ma google è stata condannata perché nel giro di due mesi non si è
accorta della presenza di quel video palesemente strano e non ha dato
nemmeno retta alle segnalazioni fatte da associazioni varie. solo a
quelle della polizia.
ora, chiaro che google non sta ad ascoltare la prima associazioncella
o il primo avvocaticchio che gli dice di togliere roba, però poi
associazioncelle e avvocaticchi hanno tutto il diritto di portarla in
tribunale. chiaro che google non può monitorare tutti i video che
vengono caricati su youtube, ma se ha un head up del numero di visite
e delle segnalazioni preventive, be', almeno su quei pochi casi deve
vigilare.
Il numero di visite, dopo 2 mesi, era 5500.
E no, è stata condannata per la pubblicazione, non per non aver tolto,
anzi, si sono complimentati per la velocità dalla segnalazione, e per
aver aiutato la polizia postale.
Post by l***@email.it
Post by ngw
E poi chi dovrebbe garantire per queste rimozioni ? Includono anche
materiale scomodo "politicamente" o soltanto "moralmente" (secondo la
moralità del moderatore, ovviamente).
la diffamazione o la diffusione di un video in cui qualcuno subisce
violenza non è né morale né immorale, è illegale. il materiale
scomodo politicamente non è illegale.
Ah, è illegale ? Davvero ?
Non so, ricordo pochi mesi fa che una *procura* ha diffuso un filmato
in cui un tizio sparava in testa ad un altro. L'hanno trovato poi,
l'assassino.
Era illegale ? La procura può ? Eppure il risultato è lo stesso.
(ovviamente, è illegale fare violenza, non la diffusione di video, ma
mi sembra scontato)
Post by l***@email.it
Post by ngw
Il fatto che *nessuno* al mondo abbia mai emesso una sentenza di questo
tipo non fa un secondo pensare ?
c'è sempre una prima volta.
Ottima filosofia.
Post by l***@email.it
Post by ngw
Il fatto che chi picchiava il ragazzo autistico si sia preso una pena
infinitamente inferiore a chi ha semplicemente ospitato un video non
sembra un po' strano ?
erano minorenni coglioni, non gli amministratori di google.
Giustamente. Quindi addirittura chi menava è meno colpevole. Fantastico.
Post by l***@email.it
Post by ngw
E se è negligenza quella di Google (il tribunale non la pensa così)
mi pare la pensi proprio così invece. se l'è presa con loro per non
aver ascoltato le segnalazioni delle associazioni.
Luca, non hai capito niente. Cosa c'entra questo con la "violazione
della privacy" ? Zero.
Post by l***@email.it
Post by ngw
quali sono le colpe della scuola ? Non sapevo e non ho visto ? Che
dire, dovrebbero frequentare di più Google Video, o magari, tanto per
essere fantasiosi, stare in classe.
questo è un altro discorso. intanto concentriamoci su un caso,
terminato quello passiamo al prossimo, se no non si conclude mai
niente. google è stato denunciato dall'associazione, se
l'associazione vorrà denunciare anche la scuola per me fa bene. ma
immagino che la scuola abbia protezioni burocratiche e sindacali che
google manco si immagina.
Giustamente. Quindi magari domani ricapita, ma almeno sono abbastanza
furbi da non fare video.
Geniale, non ho altre parole.
Post by l***@email.it
Post by ngw
A nessuno viene in mente che ci sia una causa sui contenuti ospitati
tra YouTube e Mediaset, quando tutti i colossi dei media arrivano a
concordare un account "admin" per rimuovere i video sotto Copyright, e
casualmente spunta la prima sentenza "mondiale" che rende i provider
*responsabili* dei loro contenuti per via degli ad in pagina ? Guarda
che è una coincidenza quasi miracolosa, incredibile direi ! Che fortuna
che hanno questi qui di Mediaset.
dai, adesso stai negli stati uniti, la dietrologia è uno sport
italiano.
Ma infatti, come ho detto, è semplicemente una splendida circostanza.
Assolutamente casuale.
Pensateci bene, quando vi chiedete com'è che gli Stati Uniti sono "un
tantino" più avanti dell'Italia sul web. Un tantino eh.

ngw
--
Nicholas Wieland (ngw)
Zooppa CTO
911 Western Avenue, Suite 420
Seattle, WA 98104 US
Yugin
2010-02-24 14:14:20 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Be', fossi in Google, io vincolerei l'upload di filmati dall'Italia alla
visione integrale da parte di un supervisore: finche' il supervisore non
da' il nulla osta, il filmato non e' visibile.
soluzione utopica dal momento che la durata di tutti i video penso superi
quella delle vite di tutti i dipendenti di google ... una scelta più dannosa
del danno stesso dal punto di vista sociale se pensiamo che il supervisore
sarebbe preda delle logiche di potere ... quando le autorità beccano google
vuol dire semplicemente che hanno fatto il loro dovere prima che il video
turbasse la sensibilità degli osservatori ... chi non segnala un video che
turba la propria sensibilità? solo chi non conosce il mezzo... e allora,
così come i bambini devono essere tenuti per mano quando attraversano la
strada, lo stesso per chi non conosce internet
Leonardo Serni
2010-02-24 14:36:33 UTC
Permalink
On Wed, 24 Feb 2010 15:14:20 +0100, "Yugin"
Post by Yugin
Post by Leonardo Serni
Be', fossi in Google, io vincolerei l'upload di filmati dall'Italia alla
visione integrale da parte di un supervisore: finche' il supervisore non
da' il nulla osta, il filmato non e' visibile.
soluzione utopica dal momento che la durata di tutti i video penso superi
quella delle vite di tutti i dipendenti di google...
...and your point is...? :-)

Leonardo
--
The cock doth craw, the day doth daw,
the channerin' worm doth chide:
gin we be mist oot o' oor place,
a sair pain we maun bide.
Yugin
2010-02-24 16:10:05 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Post by Yugin
Post by Leonardo Serni
Be', fossi in Google, io vincolerei l'upload di filmati dall'Italia alla
visione integrale da parte di un supervisore: finche' il supervisore non
da' il nulla osta, il filmato non e' visibile.
soluzione utopica dal momento che la durata di tutti i video penso superi
quella delle vite di tutti i dipendenti di google...
...and your point is...? :-)
Vorrei conoscere bene i fatti prima di tirare conclusioni perché non sono
riuscito ad avere informazioni dettagliate. Comunque un'idea sarebbe quella
che lo stato, in base a normative comunitarie, caricasse un numero
prestabilito di video all'anno appositamente creati per monitorare
l'efficienza del sistema. Tali video illustrerebbero brevemente l'obbiettivo
ai visitatori. Nel caso in cui google li pubblicasse, superato un tot di
visitatori senza alcun intervento, scatterebbero multe. E se proprio i
visitatori fossero tanto ostili, google potrebbe incentivarli premiandoli in
qualche modo.
Gabriele - onenet
2010-02-24 17:47:43 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Post by juan
Post by Laionching
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
Sentenza storica che apre a scenari inquietanti imho
Be', fossi in Google, io vincolerei l'upload di filmati dall'Italia alla
visione integrale da parte di un supervisore: finche' il supervisore non
da' il nulla osta, il filmato non e' visibile.
Nel caso che la gente si lamentasse, farei presente che, non bastando la
liberatoria da loro fornita, non possono certo pretendere che uno rischi
la galera per la bella faccia loro. Gia' lo stipendio dei supervisori e'
un costo, a fronte di un servizio fornito gratuitamente.
Poi, assumerei un certo numero di supervisori. Non so: magari anche due.
Fossi Google metterei un forward automatico da YouTube verso la e-mail
del giudice, per ogni video caricato e scriverei "questo le piace o
no?" LOL

ciao,
Gabriele
l***@email.it
2010-02-24 18:55:01 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Poi, assumerei un certo numero di supervisori. Non so: magari anche due.
ecco, appunto. con 10mila dollari al mese, che immagino sia il budget
giornaliero dei post-it, si comprano qualche centinaio di cinesi,
bengalesi, peruviani eccetera che a casa loro possono monitorare i
video più visitati e segnalare i casi strani. non mi sembra una
grande complicazione.
Gabriele - onenet
2010-02-24 17:46:37 UTC
Permalink
Il 24/02/10 13:23, Laionching ha scritto:> Google condannato.
http://www.ilgiornale.it/interni/video_choc_disabile_condanna_google_...
http://tinyurl.com/ycgkvgl
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
Sentenza storica che apre a scenari inquietanti imho
Primo grado che verrà appellato e mi auguro che Google sfrutti le
norme europee sulla non reponsabilità dei fornitori di servizi.
Comunque ci stiamo facendo una figura di merda mondiale... :(

Gabriele
Yugin
2010-02-24 13:18:35 UTC
Permalink
Post by Laionching
Google condannato.
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
è proprio grazie ai video che si rintracciano i delinquenti e invece,
anziché seguire le tracce si elimina il mezzo. stessa fine faremo con le
intercettazioni, è vergognoso
Cooper
2010-02-24 13:40:28 UTC
Permalink
Post by Yugin
Post by Laionching
Google condannato.
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
è proprio grazie ai video che si rintracciano i delinquenti e invece,
anziché seguire le tracce si elimina il mezzo. stessa fine faremo con le
intercettazioni, è vergognoso
Non buttiamola sulla politica adesso. Non è questo il posto adatto per
discutere di politica.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Yugin
2010-02-24 14:24:57 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Yugin
Post by Laionching
Google condannato.
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
è proprio grazie ai video che si rintracciano i delinquenti e invece,
anziché seguire le tracce si elimina il mezzo. stessa fine faremo con le
intercettazioni, è vergognoso
Non buttiamola sulla politica adesso. Non è questo il posto adatto per
discutere di politica.
non mi si rimproveri un semplice paragone che calzava a pennello e
rafforzava il concetto da me espresso, quello delle intercettazioni. cosa
centra la politica? con questa parola ogni scusa è buona per mettere tutto a
tacere. se andiamo avanti di questo passo ad ogni obbrobbio sociale che
richiami le malefatte di un politco (quindi nulla a che vedere con la
politica) finiremo per non poter parlare di nulla
Cooper
2010-02-24 14:30:41 UTC
Permalink
Post by Yugin
Post by Cooper
Non buttiamola sulla politica adesso. Non è questo il posto adatto per
discutere di politica.
non mi si rimproveri un semplice paragone che calzava a pennello e
rafforzava il concetto da me espresso, quello delle intercettazioni. cosa
centra la politica? con questa parola ogni scusa è buona per mettere tutto
a tacere. se andiamo avanti di questo passo ad ogni obbrobbio sociale che
richiami le malefatte di un politco (quindi nulla a che vedere con la
politica) finiremo per non poter parlare di nulla
Non mi fraintendere :) Non si tratta di mettere a tacere, ma di evitare di
introdurre dei temi che non centrano nulla con la discussione e che tendono
a orientarsi sulla politica; semplicemente per evitare di accendere un
inutile flame.
Quando si introduce un tema di politica già si apre un flame senza neanche
cominciarlo :) in questo senso ho detto di evitare di mettere mezzo la
politica :) sappiamo tutti che la questione delle intercettazioni è una
questione politica :)
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Yugin
2010-02-24 14:41:35 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Yugin
Post by Cooper
Non buttiamola sulla politica adesso. Non è questo il posto adatto per
discutere di politica.
non mi si rimproveri un semplice paragone che calzava a pennello e
rafforzava il concetto da me espresso, quello delle intercettazioni. cosa
centra la politica? con questa parola ogni scusa è buona per mettere
tutto a tacere. se andiamo avanti di questo passo ad ogni obbrobbio
sociale che richiami le malefatte di un politco (quindi nulla a che
vedere con la politica) finiremo per non poter parlare di nulla
Non mi fraintendere :) Non si tratta di mettere a tacere, ma di evitare di
introdurre dei temi che non centrano nulla con la discussione e che
tendono a orientarsi sulla politica; semplicemente per evitare di
accendere un inutile flame.
Quando si introduce un tema di politica già si apre un flame senza neanche
cominciarlo :) in questo senso ho detto di evitare di mettere mezzo la
politica :) sappiamo tutti che la questione delle intercettazioni è una
questione politica :)
devo riconoscerlo, ho corso questo rischio... menomale che nessun dirigente
di Google è un politico italiano altrimenti avremmo dovuto cestinare
l'intero thread ;)
Cooper
2010-02-24 14:53:22 UTC
Permalink
Post by Yugin
devo riconoscerlo, ho corso questo rischio... menomale che nessun
dirigente di Google è un politico italiano altrimenti avremmo dovuto
cestinare l'intero thread ;)
:-)
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Leonardo Serni
2010-02-24 14:40:16 UTC
Permalink
On Wed, 24 Feb 2010 15:24:57 +0100, "Yugin"
Post by Yugin
centra la politica? con questa parola ogni scusa è buona per mettere tutto a
tacere. se andiamo avanti di questo passo ad ogni obbrobbio sociale che
richiami le malefatte di un politco (quindi nulla a che vedere con la
politica) finiremo per non poter parlare di nulla
«Per ordine del Podestà sono proibiti tutti i ragionamenti» :-)

Leonardo
--
The cock doth craw, the day doth daw,
the channerin' worm doth chide:
gin we be mist oot o' oor place,
a sair pain we maun bide.
Cooper
2010-02-24 13:44:03 UTC
Permalink
Post by Laionching
Google condannato.
http://www.ilgiornale.it/interni/video_choc_disabile_condanna_google_e_attacco_liberta/internet-web_20-disabile-giudice_magi-condanna-google-down-motore_ricerca/24-02-2010/articolo-id=424691-page=0-comments=1
http://tinyurl.com/ycgkvgl
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
E il problema dov'è? Google era stata avvisata di rimuovere quel contenuto
dalle autorità competenti e si è opposta... questo è il risultato; se non si
fosse opposta non sarebbe stata condannata.
Inoltre se ci fosse un video su di te, tale da rovinare la tua dignità di
persona, tu che faresti? saresti bello contento che quel video continui a
girare per le mani di tutti, o anche tu preferiresti rimuoverlo?
Insomma per dirla tutta, è facile parlare quando si tratta degli altri, un
po' meno quando si tratta di se stessi.
Meglio riflettere su questo e mettersi nei panni degli altri ogni tanto; qui
nella bilancia abbiamo da un lato la dignità della persona, e dall'altro
lato gli interessi economici di una azienda; la dignità della persona deve
prevalere sempre sugli interessi economici perchè è giusto che sia cosi.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
DonnieDarko
2010-02-24 13:58:01 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Laionching
Google condannato.
http://www.ilgiornale.it/interni/
video_choc_disabile_condanna_google_e_attacco_liberta/internet-web_20-
disabile-giudice_magi-condanna-google-down-motore_ricerca/24-02-2010/
articolo-id=424691-page=0-comments=1
Post by Cooper
Post by Laionching
http://tinyurl.com/ycgkvgl
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La
società protesta"
E il problema dov'è? Google era stata avvisata di rimuovere quel
contenuto dalle autorità competenti e si è opposta...
Non mi risulta... fonti?
Cooper
2010-02-24 14:16:51 UTC
Permalink
Post by DonnieDarko
Post by Cooper
E il problema dov'è? Google era stata avvisata di rimuovere quel
contenuto dalle autorità competenti e si è opposta...
Non mi risulta... fonti?
La tua. Hai scritto:

Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy PER NON AVER IMPEDITO LA
PUBBLICAZIONE DI UN VIDEO su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"

La parte in maiuscolo, può essere intesa anche come: io ti ho avvisato, ma
non hai fatto nulla per toglierla; insomma non c'è stata la massima
diligenza del buon padre di famiglia, ma solo tanta superficialità nel
gestire una situazione cosi delicata.
Quindi la condanna è proprio dovuta a tale superficialità adottata dai
dirigenti google nella gestione del caso.
Del resto le vittime prima di rivolgersi al tribunale, tramite il loro
legale avrebbero comunque avvisato google altrimenti la cosa si sarebbe
risolta li; google evidentemente non ha dato ascolto a quanto richiesto
dalla famiglia della vittima e l'avvocato ha proseguito con la citazione in
giudizio.
Nessun avvocato cita in giudizio qualcuno senza prima avvisarlo.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Leonardo Serni
2010-02-24 14:49:49 UTC
Permalink
Post by Laionching
Post by DonnieDarko
Post by Cooper
E il problema dov'è? Google era stata avvisata di rimuovere quel
contenuto dalle autorità competenti e si è opposta...
Non mi risulta... fonti?
Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy PER NON AVER IMPEDITO LA
PUBBLICAZIONE DI UN VIDEO
Scusa, Cooper, ma sono due cose diverse. "Impedire un evento" significa
che quell'evento non ha luogo... se per es. ti banno da un forum, io ti
"impedisco di scrivere nel forum". E' se non te l'impedisco, che quello
che scrivi puo' venire letto, costituire reato, ed indurre la diffida a
rimuoverlo.

Leonardo
--
The cock doth craw, the day doth daw,
the channerin' worm doth chide:
gin we be mist oot o' oor place,
a sair pain we maun bide.
Cooper
2010-02-24 15:22:26 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Scusa, Cooper, ma sono due cose diverse. "Impedire un evento" significa
che quell'evento non ha luogo... se per es. ti banno da un forum, io ti
"impedisco di scrivere nel forum". E' se non te l'impedisco, che quello
che scrivi puo' venire letto, costituire reato, ed indurre la diffida a
rimuoverlo.
Non puoi impedire che un evento si verifichi ne tanto meno prevederlo; ma
puoi senz'altro impedire una volta venuto a conoscenza dell'evento che
questo si propaghi nel tempo.
Google avrebbe dovuto intervenire già nel momento in cui venne avvisato dal
legale, non dopo su disposizioni della magistratura.
Qui tutto l'inghippo.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Leonardo Serni
2010-02-24 16:22:24 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Leonardo Serni
Scusa, Cooper, ma sono due cose diverse. "Impedire un evento" significa
che quell'evento non ha luogo... se per es. ti banno da un forum, io ti
"impedisco di scrivere nel forum". E' se non te l'impedisco, che quello
che scrivi puo' venire letto, costituire reato, ed indurre la diffida a
rimuoverlo.
Non puoi impedire che un evento si verifichi
Allora non sarebbe reato il "non aver impedito un evento"... Impossibilia
nemo tenetur :-)

Ti si chiede, di norma, di adottare la "ragionevole diligenza" accio' che
un fatto dannoso non si verifichi. Puoi impedire che un ragazzino cada da
un balcone? Si', ci metti una rete. Puoi impedire che si arrampichi sulla
rete e si butti? No, quello no; ma la ragionevole diligenza c'era.

Nel caso di Google, la denuncia - tipico massimalismo all'italiana - dice
che avrebbero dovuto "non mettere in onda" quel filmato. Come si può fare
una cosa del genere? Che sappia io, solo visionando tutti i filmati.

Percio' appunto, fossi Google, questo e' cio' che farei: metterei in onda
i filmati dall'Italia solo dopo che fossero stati visionati. Per limitare
i costi, assumerei un unico visionatore O:-) ...oppure, potrei VENDERE il
servizio di visionamento. Vuoi farti visionare il filmato? Dieci euro con
Paypal, oppure emigri in Svizzera. Non vedo il problema [1], anzi.

Leonardo

[1] per Google, intendo.
--
The cock doth craw, the day doth daw,
the channerin' worm doth chide:
gin we be mist oot o' oor place,
a sair pain we maun bide.
Cooper
2010-02-24 16:31:46 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Ti si chiede, di norma, di adottare la "ragionevole diligenza" accio' che
un fatto dannoso non si verifichi. Puoi impedire che un ragazzino cada da
un balcone? Si', ci metti una rete. Puoi impedire che si arrampichi sulla
rete e si butti? No, quello no; ma la ragionevole diligenza c'era.
Io non vedo una ragionevole diligenza nel fatto che google abbia ignorato
una lettera di diffida dal legale di una associazione (se parliamo di
associazione).
Che la lettera di diffida ci sia stata, questo è poco ma sicuro, è scontato.
Nessuno ripeto nessuno avvierebbe una causa legale senza prima seguire le
vie bonarie.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Leonardo Serni
2010-02-24 20:42:54 UTC
Permalink
Post by Cooper
Che la lettera di diffida ci sia stata, questo è poco ma sicuro, è scontato.
Nessuno ripeto nessuno avvierebbe una causa legale senza prima seguire le
vie bonarie.
In effetti, suona logico... Nessuno farebbe cosi'.

Polifemo :-(((
--
The cock doth craw, the day doth daw,
the channerin' worm doth chide:
gin we be mist oot o' oor place,
a sair pain we maun bide.
Roberto Tagliaferri
2010-02-25 06:19:34 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Leonardo Serni
Ti si chiede, di norma, di adottare la "ragionevole diligenza" accio' che
un fatto dannoso non si verifichi. Puoi impedire che un ragazzino cada da
un balcone? Si', ci metti una rete. Puoi impedire che si arrampichi sulla
rete e si butti? No, quello no; ma la ragionevole diligenza c'era.
Io non vedo una ragionevole diligenza nel fatto che google abbia
ignorato una lettera di diffida dal legale di una associazione (se
parliamo di associazione).
Che la lettera di diffida ci sia stata, questo è poco ma sicuro, è
scontato. Nessuno ripeto nessuno avvierebbe una causa legale senza prima
seguire le vie bonarie.
Dipende anche cosa diceva la diffida.. Tempo fa mi arrivò una raccomandata
di un avvocato che mi intimava di togliere dei file da un sito perché
protetti da copyright. Io gli risposi che il contenuto non era sotto la mia
disponibilità, che non l'avevo immesso io e che si doveva rivolgere al
gestore del sito in questione.
Questo penso abbia fatto google con la diffida dell'avvocato: tu dai retta a
ttutte le lettere di avvocati che ti arrivano?
--
Roberto Tagliaferri-Linux user #30785 <-> r.tagliaferri@(forse)tosnet.it
www.robyt.eu
Cooper
2010-02-25 10:08:26 UTC
Permalink
Post by Roberto Tagliaferri
Dipende anche cosa diceva la diffida..
Di certo non poteva raccontare una barzelletta :) E' molto probabile che
chiedesse la rimozione del video invece,
Post by Roberto Tagliaferri
Tempo fa mi arrivò una raccomandata di un avvocato che mi intimava di
togliere dei file da un sito perché protetti da copyright. Io gli risposi
che il contenuto non era sotto la mia disponibilità, che non l'avevo
immesso io e che si doveva rivolgere al gestore del sito in questione.
La risposta, poste le cose in questo modo mi sembra ragionevole e come vedi
anche tu, prima si seguono le vie bonarie. Ipotizza che tu non avessi
risposto: quell'avvocato in buona fede avrebbe inteso il tuo silenzio come
atto di menefreghismo e quindi ti avrebbe fatto la citazione su richiesta
dei soggetti che si sono rivolti a lui se valeva la candela.
Post by Roberto Tagliaferri
Questo penso abbia fatto google con la diffida dell'avvocato: tu dai retta
a ttutte le lettere di avvocati che ti arrivano?
Il mio buonsenso mi impone di rispondere e di chiarire le cose; se poi non
si risolvono meglio farlo in sede legale.
La differenza fra te e google è che tu potevi non avere la disponibilità del
file... ma google sicuramente si.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Paolo De Dionigi
2010-02-25 10:12:35 UTC
Permalink
Post by Roberto Tagliaferri
Post by Cooper
Post by Leonardo Serni
Ti si chiede, di norma, di adottare la "ragionevole diligenza" accio' che
un fatto dannoso non si verifichi. Puoi impedire che un ragazzino cada da
un balcone? Si', ci metti una rete. Puoi impedire che si arrampichi sulla
rete e si butti? No, quello no; ma la ragionevole diligenza c'era.
Io non vedo una ragionevole diligenza nel fatto che google abbia
ignorato una lettera di diffida dal legale di una associazione (se
parliamo di associazione).
Che la lettera di diffida ci sia stata, questo è poco ma sicuro, è
scontato. Nessuno ripeto nessuno avvierebbe una causa legale senza prima
seguire le vie bonarie.
Dipende anche cosa diceva la diffida.. Tempo fa mi arrivò una
raccomandata di un avvocato che mi intimava di togliere dei file da un
sito perché protetti da copyright. Io gli risposi che il contenuto non
era sotto la mia disponibilità, che non l'avevo immesso io e che si
doveva rivolgere al gestore del sito in questione.
Questo penso abbia fatto google con la diffida dell'avvocato: tu dai
retta a ttutte le lettere di avvocati che ti arrivano?
Esempio esemplare! (ehm)

Se chi fornisce il servizio toglie i files, poi si può trovare il
titolare del sito che gli fa causa per avergli tolto i files (e magari
aveva pure la titolarità per tenerli li!).

Io fornisco un servizio a tizio, solo tizio (o il magistrato o la
polizia) può dirmi di intervenire sui contenuti fruibili grazie al mio
servizio, altrimenti se è qualcun'altro a chiederlo e io l'ascolto,
rischio di ledere i diritti di tizio e non posso essere io il giudice!

E' veramente una vergogna incredibile.
filippo b.
2010-02-24 15:27:15 UTC
Permalink
Post by Laionching
Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy PER NON AVER IMPEDITO LA
PUBBLICAZIONE DI UN VIDEO su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
No, funziona in modo diverso.

Ero ieri sera ad una assemblea pubblica dell'amministrazione comunale
del mio paese in cui il sindaco rispondeva ad alcuni quesiti.

Gli è stato chiesto perchè i vigili non multano i possessori di cani che
sporcano.

Il sindaco ha risposto che:

il vigile deve contestare la mancata raccolta delle deiezioni canine
_DOPO_ che il cane le ha effettuate e il proprietario si sia allontanato.

Ora, se si vuole che Google IMPEDISCA LA PUBBLICAZIONE DEL VIDEO, siamo
nel caso di cui sopra: cioè si vorrebbe che il vigile controlli PRIMA
che il cane defechi il proprietario: ma questo è oltre il processo alle
intenzioni, è pura follia.

Oppure si dà per certo che tutti i proprietari di cani non facciano il
loro dovere

Oppure si impedisce ai cani di defecare in giro

Oppure si aboliscono i cani

...

devo continuare? Mi sembra che la strada intrapresa sia pericolosa,
molto pericolosa.

ciao
Filippo B.
--
http://www.danzainsieme.it
http://www.boschetti.info
Cooper
2010-02-24 15:36:52 UTC
Permalink
Post by filippo b.
Ora, se si vuole che Google IMPEDISCA LA PUBBLICAZIONE DEL VIDEO, siamo
nel caso di cui sopra: cioè si vorrebbe che il vigile controlli PRIMA che
il cane defechi il proprietario: ma questo è oltre il processo alle
intenzioni, è pura follia.
Infatti io non ho detto questo, perchè tecnicamente è impossibile vista la
grande quantità di dati in gioco. Ho solo detto che SU SEGNALAZIONE (di
qualsiasi soggetto) google dovrebbe essere tenuta a controllare
scrupolosamente ciò che transita nei suoi sistemi.
Il fatto che questo controllo scrupoloso non sia avvenuto ha comportato ciò
che oggi leggiamo.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Alessandro Pellizzari
2010-02-24 14:00:44 UTC
Permalink
Post by Cooper
se ci fosse un video su di te, tale da rovinare la tua dignità di
persona, tu che faresti? saresti bello contento che quel video continui
a girare per le mani di tutti, o anche tu preferiresti rimuoverlo?
Distinguiamo un attimo: era un video in cui una persona down veniva
"bullizzata" da altri alunni.

Ora i casi sono:

- essere down significa avere la propria dignita` lesa

- essere in inferiorita` numerica durante un maltrattamento lede la
dignita`

- essere maltrattato lede la dignita`

Io spero che nessuno dei suddetti sia vero.
So che l'ultimo caso, per alcuni, puo` essere vero, ma onestamente non
capisco perche`.

La dignita` dipende da come si reagisce a un caso del genere, IMHO.
Capisco che puo` essere difficile accettare di essere stati maltrattati,
ma bisogna farlo, e dare la colpa ai veri responsabili, non a se` stessi.

Se su youtube ci fosse un video in cui io, da solo, vengo pestato da
bulli di strada lo linkerei nel mio blog, offrendo 100 euro a chiunque mi
aiuti a identificarli e denunciarli.
Invece qui si denuncia il mezzo, non i responsabili.

Bye.
Cooper
2010-02-24 14:07:00 UTC
Permalink
Post by Alessandro Pellizzari
Se su youtube ci fosse un video in cui io, da solo, vengo pestato da
bulli di strada lo linkerei nel mio blog, offrendo 100 euro a chiunque mi
aiuti a identificarli e denunciarli.
Invece qui si denuncia il mezzo, non i responsabili.
E se su youtube ci fosse un video dove tu vai a letto con un altra donna....
(faccio un esempio eh) e non vuoi che tua moglie lo sappia che fai? lo lasci
stare li quel video o ti adoperi per farlo togliere da li?
Nel primo caso (esempio che hai citato) cerchi i responsabili; in questo
caso tu sei il responsabile del tradimento :)
Allora stando a quanto hai appena detto, scoperto il video sulla base del
tuo esempio ti costituisci alle autorità e ti autodenunci per aver commesso
il tradimento? :) pagando 100 euro a qualcuno che aiuti a identificare quel
tipo, ovvero te? :) interessante hehe :)
Con questo voglio dire che bisogna guardare con gli occhi dei diretti
interessati, non con gli occhi di terze parti.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Alessandro Pellizzari
2010-02-24 14:29:30 UTC
Permalink
Post by Cooper
E se su youtube ci fosse un video dove tu vai a letto con un altra
donna.... (faccio un esempio eh) e non vuoi che tua moglie lo sappia che
fai? lo lasci stare li quel video o ti adoperi per farlo togliere da li?
Chiedo a Google di toglierlo. E` previsto dalla sua policy che chi posta
il video deve avere il consenso di tutte le persone riprese per
pubblicarlo, quindi lo faranno. Prima o dopo aver ricevuto diffida dal
mio legale.
Post by Cooper
Nel primo caso (esempio che hai citato) cerchi i responsabili; in questo
caso tu sei il responsabile del tradimento :)
No, cerco il responsabile della violazione della mia privacy, che non e`
Google, ma quello che mi ha filmato. E denuncio lui. Se Google mi da` una
mano a trovarlo, tanto di meglio.

Che poi la moglie mi lasci e porti il video in tribunale per chiedere
l'addebito, sono fatti miei. Ho fatto io la cazzata e la pago. Potrebbe
benissimo essere stato un investigatore privato assunto da mia moglie a
fare il video.

Bye.
Cooper
2010-02-24 14:37:55 UTC
Permalink
Post by Alessandro Pellizzari
Post by Cooper
E se su youtube ci fosse un video dove tu vai a letto con un altra
donna.... (faccio un esempio eh) e non vuoi che tua moglie lo sappia che
fai? lo lasci stare li quel video o ti adoperi per farlo togliere da li?
Chiedo a Google di toglierlo. E` previsto dalla sua policy che chi posta
il video deve avere il consenso di tutte le persone riprese per
pubblicarlo, quindi lo faranno. Prima o dopo aver ricevuto diffida dal
mio legale.
Appunto; evidentemente google ha agito con superficialità nella gestione del
caso, per non aver rimosso il video a seguito della segnalazione dei diretti
interessati; e questi di conseguenza l'hanno citato in giudizio.
Quello che dici è vero; ma è anche vero che i video possono essere postati
da terze parti che non hanno nulla a che fare con i diretti interessati.
Quindi come la mettiamo? Cosa dice la policy di google in tal caso? :-)
Post by Alessandro Pellizzari
No, cerco il responsabile della violazione della mia privacy, che non e`
Google, ma quello che mi ha filmato. E denuncio lui. Se Google mi da` una
mano a trovarlo, tanto di meglio.
Come no? Google tratta i tuoi dati, ed è responsabile dei tuoi dati; se
qualcuno pubblica qualcosa, google risponde di ciò che viene pubblicato.
Post by Alessandro Pellizzari
Che poi la moglie mi lasci e porti il video in tribunale per chiedere
l'addebito, sono fatti miei. Ho fatto io la cazzata e la pago. Potrebbe
benissimo essere stato un investigatore privato assunto da mia moglie a
fare il video.
Appunto. Vedi? E tu che fai? denunci l'investigatore assunto da tua moglie
per aver violato la privacy? :) o denunci te stesso per aver commesso il
fatto? :D
Stando all'esempio fatto, l'investigatore ha fatto il suo dovere, tu invece
no :)
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Paolo De Dionigi
2010-02-24 14:49:13 UTC
Permalink
Post by Cooper
Come no? Google tratta i tuoi dati, ed è responsabile dei tuoi dati; se
qualcuno pubblica qualcosa, google risponde di ciò che viene pubblicato.
E qui siamo giunti al punto dolente (sempre che non sia un banale caso
di 'ho chiesto venisse rimosso motivando e la richiesta non è stata
accolta').

Qual'è il punto dolente? Quello che se fosse come dici, si trasferirebbe
al terzo (Google) l'onere di verificare che ciò che sostiene il secondo
(chi pubblica) sia veritiero (ovvero sia autorizzato al trattamento di
quei dati e possa trasferire tale autorizzazione).

Ormai, grazie alle autocertificazioni, nemmeno lo stato fa più finta di
poter essere in grado di gestire tale onere. Il pretenderlo in queste (e
qualsiasi altra) situazioni da parte di un'impresa sarebbe l'ennesima
mannaia sulla libertà d'impresa, ormai agonizzante in Italia.
Cooper
2010-02-24 15:11:55 UTC
Permalink
Post by Cooper
Come no? Google tratta i tuoi dati, ed è responsabile dei tuoi dati; se
qualcuno pubblica qualcosa, google risponde di ciò che viene pubblicato.
E qui siamo giunti al punto dolente (sempre che non sia un banale caso di
'ho chiesto venisse rimosso motivando e la richiesta non è stata
accolta').
Qual'è il punto dolente? Quello che se fosse come dici, si trasferirebbe
al terzo (Google) l'onere di verificare che ciò che sostiene il secondo
(chi pubblica) sia veritiero (ovvero sia autorizzato al trattamento di
quei dati e possa trasferire tale autorizzazione).
Se tu acquisti una macchina, e questa macchina è difettosa, la
responsabilità del difetto della macchina è tua o della fabbrica che l'ha
prodotta?
Allo stesso modo, per tutto ciò che transita dentro qualcosa che è proprietà
di terzi, sono responsabili questi terzi.
Nel caso di specie è chiaro che la quantità di dati che transita presso
google è enorme e che non è possibile tecnicamente un intervento umano.
Però è possibile su segnalazione controllare ciò che transita e agire di
conseguenza; proprio qui si è verificato l'inghippo che ha portato al
giudizio e quindi alla condanna.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
DonnieDarko
2010-02-24 15:29:53 UTC
Permalink
Post by Cooper
Se tu acquisti una macchina, e questa macchina è difettosa, la
responsabilità del difetto della macchina è tua o della fabbrica che
l'ha prodotta?
Faccio fatica a collegare i tuoi esempi con il caso in questione, ma
credo sia altamente improbabile che la colpa sia del concessionario che
te l'ha venduta.
Post by Cooper
Però è possibile su
segnalazione controllare ciò che transita e agire di conseguenza;
proprio qui si è verificato l'inghippo che ha portato al giudizio e
quindi alla condanna.
Mi sembra che dai per assodato che google dopo la segnalazione non ha
rimosso il video.

Non vedo la risposta al mio messaggio dove chiedevo la fonte, ma vedo
soltanto la risposta di Leonardo... e concordo pienamente con lui.
Impedire la pubblicazione di un video significa controllare i video prima
che questi siano visibili agli altri, da qui affermare che google non ha
rimosso il video dopo segnalazione, mi sembra un po' forzata come cosa.
Cooper
2010-02-24 15:41:37 UTC
Permalink
Post by DonnieDarko
Post by Cooper
Se tu acquisti una macchina, e questa macchina è difettosa, la
responsabilità del difetto della macchina è tua o della fabbrica che
l'ha prodotta?
Faccio fatica a collegare i tuoi esempi con il caso in questione, ma
credo sia altamente improbabile che la colpa sia del concessionario che
te l'ha venduta.
Ma infatti il concessionario non ha colpa :) chi ha detto che c'è l'ha? Le
parti in questione nell'esempio erano l'utilizzatore finale della vettura e
il produttore di quest'ultima.
Post by DonnieDarko
Post by Cooper
Però è possibile su
segnalazione controllare ciò che transita e agire di conseguenza;
proprio qui si è verificato l'inghippo che ha portato al giudizio e
quindi alla condanna.
Mi sembra che dai per assodato che google dopo la segnalazione non ha
rimosso il video.
Non è che lo do per assodato; è un dato di fatto; infatti, SE e ripeto SE lo
avesse rimosso su segnalazione dell'avvocato, ALLORA non si sarebbe giunti a
una citazione in giudizio, ma poichè si è giunti a una citazione in giudizio
appare evidente che non lo ha rimosso in quel momento; che poi lo abbia
fatto su disposizione della magistratura è un altro discorso; ma già avrebbe
dovuto intervenire con la segnalazione del legale.
Post by DonnieDarko
Non vedo la risposta al mio messaggio dove chiedevo la fonte, ma vedo
soltanto la risposta di Leonardo... e concordo pienamente con lui.
Impedire la pubblicazione di un video significa controllare i video prima
che questi siano visibili agli altri, da qui affermare che google non ha
rimosso il video dopo segnalazione, mi sembra un po' forzata come cosa.
No, non confondiamo l'attività di moderazione con quella di controllo. Nel
primo caso tutto ciò che transita viene controllato e se in linea con le
policy pubblicato; nel secondo caso tutto viene pubblicato , ma ciò che
viene segnalato se non è in linea con le policy viene rimosso.
Noti la differenza? :)
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Paolo De Dionigi
2010-02-24 15:52:32 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by DonnieDarko
Mi sembra che dai per assodato che google dopo la segnalazione non ha
rimosso il video.
Non è che lo do per assodato; è un dato di fatto; infatti, SE e ripeto
SE lo avesse rimosso su segnalazione dell'avvocato, ALLORA non si
sarebbe giunti a una citazione in giudizio, ma poichè si è giunti a una
citazione in giudizio appare evidente che non lo ha rimosso in quel
momento; che poi lo abbia fatto su disposizione della magistratura è un
altro discorso; ma già avrebbe dovuto intervenire con la segnalazione
del legale.
O ciumbia! (Per dirla alla Totti)

I dati di fatto sono dati di fatto, non conseguenze di sillogismi.

Vivi in un mondo di utopie.
DonnieDarko
2010-02-24 16:02:29 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by DonnieDarko
Post by Cooper
Se tu acquisti una macchina, e questa macchina è difettosa, la
responsabilità del difetto della macchina è tua o della fabbrica che
l'ha prodotta?
Faccio fatica a collegare i tuoi esempi con il caso in questione, ma
credo sia altamente improbabile che la colpa sia del concessionario che
te l'ha venduta.
Ma infatti il concessionario non ha colpa :) chi ha detto che c'è l'ha?
Le parti in questione nell'esempio erano l'utilizzatore finale della
vettura e il produttore di quest'ultima.
beh le parti in causa nel caso di google sono:

1) il ragazzo che ha subito la violenza
2) i ragazzi che hanno fatto la violenza
3) la ragazza che ha messo il video su internet
4) google che pubblicava il video tramite un suo servizio
5) un'associazione che ha fatto causa a google

il concessionario in questo caso chi è?
Post by Cooper
Post by DonnieDarko
Mi sembra che dai per assodato che google dopo la segnalazione non ha
rimosso il video.
Non è che lo do per assodato; è un dato di fatto;
Ecco la nostra "divergenza" avviene qui... io non sono a conoscenza di
questo dato di fatto. Presupporre che le cose siano andate così mi sembra
una forzatura... e per esserne certo avrei bisogno di un link dove si
dice che le cose siano andate in questo modo.
Post by Cooper
No, non confondiamo l'attività di moderazione con quella di controllo.
Nel primo caso tutto ciò che transita viene controllato e se in linea
con le policy pubblicato; nel secondo caso tutto viene pubblicato , ma
ciò che viene segnalato se non è in linea con le policy viene rimosso.
Noti la differenza? :)
La differenza la vedo, ma il problema rimane quello scritto poco sopra.
Ammetto di non conoscere benissimo il caso in questione, ma per quanto ne
so, dopo segnalazione, google ha rimosso il video.

P.S. si può discutere su quali siano le segnalazioni "valide"... ad
esempio una segnalazione di un tizio qualunque che dice che un video
viola il copyright di una canzone, senza sapere se effettivamente chi ha
postato il video ha il permesso di utilizzare quella canzone... non mi
sembra una segnalazione valida.
Cooper
2010-02-24 16:30:59 UTC
Permalink
Post by DonnieDarko
1) il ragazzo che ha subito la violenza
2) i ragazzi che hanno fatto la violenza
3) la ragazza che ha messo il video su internet
4) google che pubblicava il video tramite un suo servizio
5) un'associazione che ha fatto causa a google
il concessionario in questo caso chi è?
Per esclusione l'unico che rimane è google.
Post by DonnieDarko
Post by Cooper
Post by DonnieDarko
Mi sembra che dai per assodato che google dopo la segnalazione non ha
rimosso il video.
Non è che lo do per assodato; è un dato di fatto;
Ecco la nostra "divergenza" avviene qui... io non sono a conoscenza di
questo dato di fatto. Presupporre che le cose siano andate così mi sembra
una forzatura... e per esserne certo avrei bisogno di un link dove si
dice che le cose siano andate in questo modo.
Non è necessario; partiamo da qui.
Nelle parti in causa hai citato una associazione, che ha appunto fatto causa
a google. Ora una associazione, prima di fare causa a google, invia per
mezzo di un legale una lettera di diffida (questa è la prassi, non c'è
dubbio).
Il fatto che google abbia ignorato la lettera di diffida è una conseguenza
della azione di citazione in giudizio da parte della associazione.
Sul piano penale, si può procedere a mezzo di una denuncia; ma sappiamo bene
che una denuncia può essere fatta solo dalle persone direttamente
interessate e non da terzi.
Post by DonnieDarko
Post by Cooper
No, non confondiamo l'attività di moderazione con quella di controllo.
Nel primo caso tutto ciò che transita viene controllato e se in linea
con le policy pubblicato; nel secondo caso tutto viene pubblicato , ma
ciò che viene segnalato se non è in linea con le policy viene rimosso.
Noti la differenza? :)
La differenza la vedo, ma il problema rimane quello scritto poco sopra.
Ammetto di non conoscere benissimo il caso in questione, ma per quanto ne
so, dopo segnalazione, google ha rimosso il video.
Si ma dopo la segnalazione da parte delle autorità, non dopo la segnalazione
da parte della associazione; se l'avesse rimosso al momento in cui
l'associazione segnalava, certamente l'associazione non aveva motivo di
proseguire con la citazione in giudizio.
Post by DonnieDarko
P.S. si può discutere su quali siano le segnalazioni "valide"... ad
esempio una segnalazione di un tizio qualunque che dice che un video
viola il copyright di una canzone, senza sapere se effettivamente chi ha
postato il video ha il permesso di utilizzare quella canzone... non mi
sembra una segnalazione valida.
No infatti, sono d'accordo, ma chi è responsabile deve pressupporre che il
segnalante agisca in buona fede, e quindi controllare cosa sta accadendo,
non dare per scontato o far finta di nulla.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
DonnieDarko
2010-02-24 16:55:13 UTC
Permalink
Post by Cooper
Il Wed, 24 Feb 2010 15:41:37 +0000, Cooper ha scritto: beh le parti in
Post by Cooper
Post by DonnieDarko
Mi sembra che dai per assodato che google dopo la segnalazione non ha
rimosso il video.
Non è che lo do per assodato; è un dato di fatto;
Ecco la nostra "divergenza" avviene qui... io non sono a conoscenza di
questo dato di fatto. Presupporre che le cose siano andate così mi
sembra una forzatura... e per esserne certo avrei bisogno di un link
dove si dice che le cose siano andate in questo modo.
Non è necessario; partiamo da qui.
Invece io mi fermo qui.

Hai troppe certezze dettate dal buon senso, senza conoscere minimamente
la storia in questione...

io non la conosco bene, ma per quel poco che so, mi sembra che le tue
"convinzioni" e i tuoi "assunti" facciano acqua da tutte le parti...
Cooper
2010-02-24 17:25:56 UTC
Permalink
Post by DonnieDarko
Hai troppe certezze dettate dal buon senso, senza conoscere minimamente
la storia in questione...
Tutto è fondato sul buonsenso; l'associazione prima di citare in giudizio
avrà senz'altro agito secondo buonsenso.
Post by DonnieDarko
io non la conosco bene, ma per quel poco che so, mi sembra che le tue
"convinzioni" e i tuoi "assunti" facciano acqua da tutte le parti...
Posta la cosa in questi termini, allora non rimane che attendere le
motivazioni della sentenza e poi eventualmente discutere sulle motivazioni.
Come hai fatto notare giustamente tu, io sono partito da una questione di
buonsenso. Se il giudice ha agito ANCHE secondo buonsenso oltre che secondo
la legge avremo dei riscontri quando la sentenza sarà pubblicata.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
DonnieDarko
2010-02-24 17:14:35 UTC
Permalink
Post by DonnieDarko
1) il ragazzo che ha subito la violenza
2) i ragazzi che hanno fatto la violenza
3) la ragazza che ha messo il video su internet
4) google che pubblicava il video tramite un suo servizio
5) un'associazione che ha fatto causa a google
me la sono dimenticata una...

6) gli utenti di google che hanno visto il video (e questi si dividono in
base alla reazione che hanno avuto...)
Paolo De Dionigi
2010-02-24 15:48:57 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Paolo De Dionigi
Post by Cooper
Come no? Google tratta i tuoi dati, ed è responsabile dei tuoi dati;
se qualcuno pubblica qualcosa, google risponde di ciò che viene
pubblicato.
E qui siamo giunti al punto dolente (sempre che non sia un banale caso
di 'ho chiesto venisse rimosso motivando e la richiesta non è stata
accolta').
Qual'è il punto dolente? Quello che se fosse come dici, si
trasferirebbe al terzo (Google) l'onere di verificare che ciò che
sostiene il secondo (chi pubblica) sia veritiero (ovvero sia
autorizzato al trattamento di quei dati e possa trasferire tale
autorizzazione).
Se tu acquisti una macchina, e questa macchina è difettosa, la
responsabilità del difetto della macchina è tua o della fabbrica che
l'ha prodotta?
Premesso che le metafore non hanno cittadinanza quando si mettono sul
banco le leggi, google non è il produttore del video.

Mi sa che non hai proprio capito cosa ho scritto.

Se è come dici, significa pretendere da te (Cooper) di verificare che,
ad esempio, il titolare dell'azienda xyz che ti ha chiesto di
realizzargli il sito abbia l'autorizzazione a trattare i dati dei suoi
(ad esempio) clienti e abbia l'autorizzazione a trasferire questa
autorizzazione a te, perchè ti chiede di mettere online una pagina nel
sito con l'elenco dei clienti. (a te che materialmente crei la pagina e
a chi fornisce l'hosting)

Adesso noti l'enormità della pretesa?

Probabilmente (sempre che non sia una situazione banale come scritto
prima) potrebbe essere una forzatura di assimilazione di youtube ad una
testata giornalistica, per le quali si impone che ciò che viene
pubblicato sia verificato e quindi una responsabilità editoriale, ma
youtube è un'altra cosa, non è un giornale.

Ma se così fosse allora possiamo suggerire a google di chiedere allo
stato italiano i contributi che da a tutti i giornali (magari
pubblicando un opuscolo se non è previsto per le testate solo online) e
con quei soldi pagare i revisori. Alla fine saltano fuori pure un po' di
posti di lavoro (sic).
Cooper
2010-02-24 16:16:46 UTC
Permalink
Post by Paolo De Dionigi
Premesso che le metafore non hanno cittadinanza quando si mettono sul
banco le leggi, google non è il produttore del video.
Non è produttore in questo caso ma è il mezzo attraverso cui la avviene la
distribuzione; allora se devi bloccare un video a chi ti rivolgi?
naturalmente a chi lo mette in distribuzione; se quest'ultimo non si prende
la briga di controllarlo e quindi di bloccarlo su segnalazione se vede che
viola la policy è un problema di google non di altri.
Post by Paolo De Dionigi
Mi sa che non hai proprio capito cosa ho scritto.
Se è come dici, significa pretendere da te (Cooper) di verificare che, ad
esempio, il titolare dell'azienda xyz che ti ha chiesto di realizzargli il
sito abbia l'autorizzazione a trattare i dati dei suoi (ad esempio)
clienti e abbia l'autorizzazione a trasferire questa autorizzazione a te,
perchè ti chiede di mettere online una pagina nel sito con l'elenco dei
clienti. (a te che materialmente crei la pagina e a chi fornisce
l'hosting)
Normalmente e tu lo sai bene, il committente si assume ogni responsablità su
tutto ciò che pubblica nel suo sito; quindi manleva chi lo realizza da ogni
responsabilità.
Se il committente vuole pubblicare dei dati dei suoi clienti è chiaro che
prima deve averne il consenso da parte di loro; non è competenza di chi
realizza la pagina preoccuparsi di ciò ovviamente.
Però, se uno di questi clienti vede scritto il proprio nome nella pagina del
committente e ne chiede la rimozione in applicazione a chi ha realizzato il
sito, in applicazione della legge sulla privacy, il buon senso dice che il
realizzatore contatti il committente per esporre il fatto, e avvisi
contestualmente il cliente di rivolgersi al committente, dal momento che è
unico responsabile di ciò che inserisce nelle sue pagine.
Nel caso si specie, google è forntitore e produttore del servizio; quindi se
io cliente mi lamento, mi rivolgo a google; google verifica il contenuto su
segnalazione e se viola la policy lo rimuove. Questo ripeto ahime, non è
avvenuto come avrebbe dovuto essere, o meglio è avvenuto solo
successivamente (e qui è l'errore).
Post by Paolo De Dionigi
Adesso noti l'enormità della pretesa?
Io sinceramente non vedo il problema; nel senso che, non costa nulla a
google controllare su segnalazione se il video è in linea con la sua policy
o meno e in caso non sia in linea di rimuoverlo.
Nel caso specifico del video, la segnalazione poteva essere fatto da
qualsiasi utente; bastava che google controllasse quel contenuto e preso
atto che violava la sua policy lo rimuoveva.
Non era neanche necessario finire in tribunale; ma se ciò è successo
evidentemente è perchè google non ha dato peso alle segnalazioni ricevute, e
ciò ha comportato quello che è successo.
Post by Paolo De Dionigi
Probabilmente (sempre che non sia una situazione banale come scritto
prima) potrebbe essere una forzatura di assimilazione di youtube ad una
testata giornalistica, per le quali si impone che ciò che viene pubblicato
sia verificato e quindi una responsabilità editoriale, ma youtube è
un'altra cosa, non è un giornale.
Youtube non è un giornale ne cartaceo ne telematico :) è un servizio.
Post by Paolo De Dionigi
Ma se così fosse allora possiamo suggerire a google di chiedere allo stato
italiano i contributi che da a tutti i giornali (magari pubblicando un
opuscolo se non è previsto per le testate solo online) e con quei soldi
pagare i revisori. Alla fine saltano fuori pure un po' di posti di lavoro
(sic).
Ma non è cosi :)
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Paolo De Dionigi
2010-02-24 18:06:40 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Paolo De Dionigi
Premesso che le metafore non hanno cittadinanza quando si mettono sul
banco le leggi, google non è il produttore del video.
Non è produttore in questo caso ma è il mezzo attraverso cui la avviene
la distribuzione; allora se devi bloccare un video a chi ti rivolgi?
naturalmente a chi lo mette in distribuzione; se quest'ultimo non si
prende la briga di controllarlo e quindi di bloccarlo su segnalazione se
vede che viola la policy è un problema di google non di altri.
Post by Paolo De Dionigi
Mi sa che non hai proprio capito cosa ho scritto.
Se è come dici, significa pretendere da te (Cooper) di verificare che,
ad esempio, il titolare dell'azienda xyz che ti ha chiesto di
realizzargli il sito abbia l'autorizzazione a trattare i dati dei suoi
(ad esempio) clienti e abbia l'autorizzazione a trasferire questa
autorizzazione a te, perchè ti chiede di mettere online una pagina nel
sito con l'elenco dei clienti. (a te che materialmente crei la pagina
e a chi fornisce l'hosting)
Normalmente e tu lo sai bene, il committente si assume ogni
responsablità su tutto ciò che pubblica nel suo sito; quindi manleva chi
lo realizza da ogni responsabilità.
Il 'normalmente' non esiste. CHi realizza è esentato da responsabilità
se c'è un contratto dove è scritto ciò e ovviamente controfirmato dalle
parti.
Post by Cooper
Se il committente vuole pubblicare dei dati dei suoi clienti è chiaro
che prima deve averne il consenso da parte di loro; non è competenza di
chi realizza la pagina preoccuparsi di ciò ovviamente.
E perchè allora è compito di google verificare che chi ha caricato il
video avesse l'autorizzazione per farlo?
Il contratto che firmi per caricare su i video specifica esattamente che
sollevi google da responsabilità in merito a questa questione, quindi
stiamo parlando di qualcosa che non sappiamo (cosa esattamente sia stato
contestato a google).
Post by Cooper
Però, se uno di questi clienti vede scritto il proprio nome nella pagina
del committente e ne chiede la rimozione in applicazione a chi ha
realizzato il sito, in applicazione della legge sulla privacy, il buon
senso dice che il realizzatore contatti il committente per esporre il
fatto, e avvisi contestualmente il cliente di rivolgersi al committente,
dal momento che è unico responsabile di ciò che inserisce nelle sue pagine.
Questo è cristallino.
Post by Cooper
Nel caso si specie, google è forntitore e produttore del servizio;
quindi se io cliente mi lamento, mi rivolgo a google; google verifica il
contenuto su segnalazione e se viola la policy lo rimuove. Questo
ripeto ahime, non è avvenuto come avrebbe dovuto essere, o meglio è
avvenuto solo successivamente (e qui è l'errore).
Se i tuoi assunti sono esatti (ma ribadisco che non esiste darlo per
scontato) allora hai ovviamente ragione (e ribadisco, il tutto ricade in
un banale caso).
Post by Cooper
Post by Paolo De Dionigi
Adesso noti l'enormità della pretesa?
Io sinceramente non vedo il problema; nel senso che, non costa nulla a
google controllare su segnalazione se il video è in linea con la sua
policy o meno e in caso non sia in linea di rimuoverlo.
Nel caso specifico del video, la segnalazione poteva essere fatto da
qualsiasi utente; bastava che google controllasse quel contenuto e preso
atto che violava la sua policy lo rimuoveva.
Non era neanche necessario finire in tribunale; ma se ciò è successo
evidentemente è perchè google non ha dato peso alle segnalazioni
ricevute, e ciò ha comportato quello che è successo.
Ma si, si. L'enormità sarebbe pretendere da google che verifichi se un
utente ha l'autorizzazione (ad esempio ai sensi della privacy da parte
dei soggetti ripresi) alla diffusione (alla fine si tratta della
modalità particolare di trattamento dei dati intesa come diffusione) del
video.
DonnieDarko
2010-02-24 18:20:39 UTC
Permalink
Post by Paolo De Dionigi
Ma si, si. L'enormità sarebbe pretendere da google che verifichi se un
utente ha l'autorizzazione (ad esempio ai sensi della privacy da parte
dei soggetti ripresi) alla diffusione (alla fine si tratta della
modalità particolare di trattamento dei dati intesa come diffusione) del
video.
Ecco... per quel poco che è trapelato, sembra questo il caso.

Non rimane che attendere le motivazioni del giudice, per averne la
certezza o la smentita.
Cooper
2010-02-24 18:22:51 UTC
Permalink
Post by Paolo De Dionigi
E perchè allora è compito di google verificare che chi ha caricato il
video avesse l'autorizzazione per farlo?
Io ho detto che deve verificare su segnalazione :-) non che deve verificare
preventivamente. La segnalazione può essere fatta da chiunque; ed è nella
responsabilità di google assicurarsi che ciò che viene pubblicato non viola
le sue policy.
Google obbliga a pubblicare solo materiale di cui si dispone i diritti e le
autorizzazioni e questo va bene per chi agisce in buona fede; ma purtroppo
non tutti agiscono in buona fede... c'è chi pubblica roba che pur avendola
realizzata e quindi avendone diritto non ha autorizzazione per pubblicarla.
Ed è su questo che google deve vigilare; assicurandosi che i materiali che
circolano non violano la privacy degli altri e in generale le libertà degli
altri.
Post by Paolo De Dionigi
Il contratto che firmi per caricare su i video specifica esattamente che
sollevi google da responsabilità in merito a questa questione, quindi
stiamo parlando di qualcosa che non sappiamo (cosa esattamente sia stato
contestato a google).
Esatto; ma questo contratto può essere violato... google ha l'obbligo di
controllare che il contratto venga rispettato.
Se qualcuno segnala una anomalia, google ha l'obbligo di controllare che
tutto sia a norma e in caso contrario intervenire.
Post by Paolo De Dionigi
Se i tuoi assunti sono esatti (ma ribadisco che non esiste darlo per
scontato) allora hai ovviamente ragione (e ribadisco, il tutto ricade in
un banale caso).
Infatti, per questo ho detto in un altro post che per saperlo con certezza
occorre attendere le motivazioni della sentenza, li avremo le risposte agli
assunti.
Post by Paolo De Dionigi
Ma si, si. L'enormità sarebbe pretendere da google che verifichi se un
utente ha l'autorizzazione (ad esempio ai sensi della privacy da parte dei
soggetti ripresi) alla diffusione (alla fine si tratta della modalità
particolare di trattamento dei dati intesa come diffusione) del video.
Beh no, l'enormità sarebbe non verificare appena arrivano delle segnalazioni
di qualcosa che non va.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
Paolo De Dionigi
2010-02-25 09:42:15 UTC
Permalink
Post by Cooper
Post by Paolo De Dionigi
Ma si, si. L'enormità sarebbe pretendere da google che verifichi se un
utente ha l'autorizzazione (ad esempio ai sensi della privacy da parte
dei soggetti ripresi) alla diffusione (alla fine si tratta della
modalità particolare di trattamento dei dati intesa come diffusione)
del video.
Beh no, l'enormità sarebbe non verificare appena arrivano delle
segnalazioni di qualcosa che non va.
Non sono daccordo. Non può spettare a Google. Nel caso specifico avrebbe
dovuto verificare che la ragazza in questione avesse l'autorizzazione
alla pubblicazione e come fa? Glie lo chiede? Ma lei, accettando il
contratto, ha già detto di si!
Solo la magistratura può richiedere di presentare documentazione
attestante tale autorizzazione e in mancanza di presentazione decidere
di conseguenza.

E' questa l'enormità!

Pretendere che un azienda svolga compiti che legalmente solo la
magistratura può svolgere.

Il tutto sempre sub judice visto che non sappiamo esattamente quale sia
la sentenza (repetita juvant).
Cooper
2010-02-25 10:20:53 UTC
Permalink
Post by Paolo De Dionigi
Non sono daccordo. Non può spettare a Google. Nel caso specifico avrebbe
dovuto verificare che la ragazza in questione avesse l'autorizzazione alla
pubblicazione e come fa? Glie lo chiede? Ma lei, accettando il contratto,
ha già detto di si!
Solo la magistratura può richiedere di presentare documentazione
attestante tale autorizzazione e in mancanza di presentazione decidere di
conseguenza.
E' questa l'enormità!
Pretendere che un azienda svolga compiti che legalmente solo la
magistratura può svolgere.
Il tutto sempre sub judice visto che non sappiamo esattamente quale sia la
sentenza (repetita juvant).
Il problema è un altro. Facciamo un piccolo riepilogo.
1) Google fornisce un servizio video.
2) Gli utenti possono caricare e scaricare tali video.
3) Google impone ai suoi utenti di rispettare la policy previa disattvazione
dell'account e altri interventi.
Fin qui ci siamo no? Si? Bene!
Ora tra questi utenti, ci sono quelli che la rispettano e quelli che non la
rispettano. Poichè è tecnicamente impossibile per google controllare tutti i
dati che transitano dagli utenti appare chiaro che google non può fare una
moderazione preventiva dei contenuti; eppure HA SEMPRE L'ONERE di accertarsi
che tutti gli utenti rispettino la sua policy.
Se google non si assume questo onere, che senso ha allora mettere una
policy? Tanto ognuno fa quello che vuole e buonanotte; invece non è cosi.
Google offrendo questo servizio deve accertarsi che tutto avvenga nel
rispetto reciproco.
A questo punto, dal momento che non può controllare direttamente ciò che
transità, DOVENDO FARLO l'unico modo è affidarsi alla collaborazione dei
suoi stessi utenti, attraverso le segnalazioni.
Arrivati a questo punto, gli utenti, l'associazione e via dicendo
sicuramente avranno mandato delle segnalazioni a google a riguardo del
video.
Il problema adesso è: perchè queste segnalazioni non sono state prese in
seria considerazione? Mentre è stata presa in seria considerazione la
segnalazione ricevuta dalla polizia postale?
Ricordiamoci che a seguito della segnalazione della polizia postale il video
è stato rimosso in appena 2 ore! La stessa celerità avrebbe potuto esserci
in caso di una segnalazione da parte di utenti comuni però abbiamo visto
tutti che nonostante tali segnalazioni il video è rimasto li per più di 2
mesi!
Cosa dimostra tutto questo? Dimostra che c'è stata superficialità da parte
di google nel gestire il caso; significa che google non ha dato il giusto
peso alle segnalazioni degli utenti: significa che google non ha rispettato
le sue stesse regole; significa che google non ha agito con la massima
diligenza del buon padre di famiglia; tanto è vero che a seguito di una
lettera di diffida (anche questa presa con superficialità) l'associazione si
è rivolta alla magistratura la quale è intervenuta e google solo in quel
momento ha cominciato seriamente a darsi da fare, ma intanto il danno è
stato fatto.
A questo punto bisogna trovare i responsabili di questo danno. Chi sono? La
magistratura li ha individuati e condannati ricordiamoci: con pena sospesa
(che non va sottovalutata).
La morale di questa sentenza qual'è? E semplice: google può non controllare
preventivamente tutti i contenuti che transitano, ma ha l'obbligo di
prendere in seria considerazione tutte le segnalazioni che arrivano dagli
utenti; e a seguito di queste segnalazioni verificare che tutto sia in linea
con le policy oppure no, e in caso negativo intervenire nelle misure
previste dalla sua stessa policy collaborando con le autorità.
Tutto qui.
La condanna quindi non lede la libertà di internet, semplicemente pone in
essere una maggiore attenzione da parte di chi fornisce dei servizi a ciò
che vi transita attraverso tali servizi.
Maggiore attenzione NON SIGNIFICA controllare preventivamente tutto,
SIGNIFICA agire a seguito di eventuali segnalazioni.
Il chè è piu che fattibile.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
TripleM
2010-02-24 15:51:03 UTC
Permalink
Post by Cooper
Nel caso di specie è chiaro che la quantità di dati che transita presso
google è enorme e che non è possibile tecnicamente un intervento umano.
Non mi sembra una valida motivazione, se e' tuo dovere garantire che
tutto quello che passa sia legale, se non ce la fai con i metodi
automatici, allora lo fai in maniera manuale.
L'enorme mole non e' una scusante valida secondo me, nessuno ti obbliga
a farlo gratuitamente, se gli introiti dovuti al traffico non
giustificano la spesa per gestirlo, metti il servizio a pagamento o lo
sospendi.

E' un po' come se negli aeroporti facessero passare chiunque senza
controllarli, a causa dell'enorme mole di traffico.

Lo stesso ragionamento lo applicano allo stadio, quando la partita sta
iniziando e c'e' ancora coda, i controlli si fanno molto meno precisi,
ma gli effetti li vediamo tutte le settimane...

Ciao
--
MMM
Pablo
2010-02-24 16:06:43 UTC
Permalink
Post by TripleM
Non mi sembra una valida motivazione, se e' tuo dovere garantire che
tutto quello che passa sia legale, se non ce la fai con i metodi
automatici, allora lo fai in maniera manuale.
Il ragionamento è giusto, nel contesto specifico (pubblicazione video).
Però qui è stata emesse una condanna in base al mancato rispetto della
privacy: se estendi il ragionamento si dovrebbe condannare google anche
per tutto lo SPAM inviato tramite suoi account/server, oppure nel caso
una persona ne minacci un'altra via mail o diffami una terza persona.

Si configura uno scenario assurdo: google non può (non potrebbe) leggere
le email per non violare il diritto alla privacy ma allo stesso tempo
sarebbe responsabile del loro contenuto e/o utilizzo che se ne fa.
Risulterebbe comunque colpevole.
D'altronde se da ormai 15 anni si discute su questa legge (sostituita
dal decreto del 2003) qualche motivo ci sarà. Esempi assurdi se ne
potrebbero fare a decine, ma andrei ulteriormente OT.

Ciao,
Pablo
TripleM
2010-02-24 16:53:48 UTC
Permalink
Post by Pablo
Si configura uno scenario assurdo: google non può (non potrebbe) leggere
le email per non violare il diritto alla privacy ma allo stesso tempo
sarebbe responsabile del loro contenuto e/o utilizzo che se ne fa.
Risulterebbe comunque colpevole.
Secondo me e' diverso, una mail e' per natura personale, per cui se ti
invio una mail sono il solo responsabile di quello che c'e' scritto, un
po' come se ti facessi una chiamata, non penso che qualcuno si
sognerebbe mai di condannare il gestore telefonico o l'azienda che fa i
telefoni.
Invece i video sono pubblici (cosi' come i blog), quindi tutto quello
che viene pubblicato, viene fatto dal dominio e dai server di google
verso chiunque al mondo, in broadcast, molto diverso, molto piu' simile
alla TV rispetto alla mail.

Ciao
--
MMM
Paolo De Dionigi
2010-02-24 18:18:58 UTC
Permalink
Post by TripleM
Post by Pablo
Si configura uno scenario assurdo: google non può (non potrebbe) leggere
le email per non violare il diritto alla privacy ma allo stesso tempo
sarebbe responsabile del loro contenuto e/o utilizzo che se ne fa.
Risulterebbe comunque colpevole.
Secondo me e' diverso, una mail e' per natura personale, per cui se ti
invio una mail sono il solo responsabile di quello che c'e' scritto, un
po' come se ti facessi una chiamata, non penso che qualcuno si
sognerebbe mai di condannare il gestore telefonico o l'azienda che fa i
telefoni.
Invece i video sono pubblici (cosi' come i blog), quindi tutto quello
che viene pubblicato, viene fatto dal dominio e dai server di google
verso chiunque al mondo, in broadcast, molto diverso, molto piu' simile
alla TV rispetto alla mail.
Ciao
E' diverso ma non tanto.

La mail (o telefonata) è un trattamento dei dati definibile come
comunicazione di dati, mentre il video pubblicato su youtube si
configura come diffusione di dati.

Non cambia molto, se non che essendo due trattamenti differenti, con
'esiti' potenzialmente differenti, sono soggetti ad autorizzazione
specifica (ovvero se sono autorizzato a comunicare i dati non lo sono
certamente a diffonderli, mentre il contrario ovviamente si).

Youtube, in termini di privacy e comunque di responsabilità legali è
enormemente diverso rispetto alla tv, molto più simile alla gestione
delle mail (che poi la mail debba essere segreta e ci sia una
legislazione molto pesante in proposito, è solo un dettaglio tecnico di
applicazione di misure di protezione dei dati più o meno 'pesanti').

Pensa al giornale cartaceo. Pensa se esistesse una società che si occupa
di stampare e distribuire i giornali per tutte le testate.

Avrebbe senso in qualche stato civile prendersela con la società che
stampa e distribuisce i giornali piuttosto che con chi ha deciso cosa
dovesse essere stampato?

Youtube è un mezzo!!!!!!!!

Perchè non si è quindi colpito chi ha messo su il video?

Non ne ho idea.
DonnieDarko
2010-02-24 14:32:38 UTC
Permalink
Post by Cooper
Con questo voglio dire che
bisogna guardare con gli occhi dei diretti interessati, non con gli
occhi di terze parti.
Se non ricordo male il diretto interessato non si è costituito neanche
parte civile... la causa è stata fatta da un'associazione terza.
Andrea D'Amore
2010-02-24 21:16:52 UTC
Permalink
Post by DonnieDarko
la causa è stata fatta da un'associazione terza.
Si parla di reato, sarà stata la Procura della Repubblica.
DonnieDarko
2010-02-24 23:28:37 UTC
Permalink
Post by Andrea D'Amore
Post by DonnieDarko
la causa è stata fatta da un'associazione terza.
Si parla di reato, sarà stata la Procura della Repubblica.
probabilmente...
sono parecchio ignorante in materia di diritto, ma l'ho sempre sentita
chiamare come il "caso Vividown" (tutto è partito da li e poi è andato
avanti d'ufficio?)

comunque, per quel poco che conosco, il mio stupore rimane...

anche se qualcuno dovesse vigilare sui contenuti messi online da un
utente dopo che ha accettato e dichiarato che ha il permesso delle
persone ritratte in foto/video, come fa a sapere se questo è vero?

come distinguere una scena violenta da uno "splatter" amatoriale girato
da un gruppo di amici?

esempi banali, ma fino a quando non si sa per bene su cosa verte la
sentenza... tanti dubbi... e tutti irrisolvibili! ;)
Cooper
2010-02-25 00:34:34 UTC
Permalink
Post by DonnieDarko
anche se qualcuno dovesse vigilare sui contenuti messi online da un
utente dopo che ha accettato e dichiarato che ha il permesso delle
persone ritratte in foto/video, come fa a sapere se questo è vero?
come distinguere una scena violenta da uno "splatter" amatoriale girato
da un gruppo di amici?
esempi banali, ma fino a quando non si sa per bene su cosa verte la
sentenza... tanti dubbi... e tutti irrisolvibili! ;)
Normalmente chi non è un attore professionista.... se è troppo credibile
significa che è vero, altrimenti no. In ogni caso non si parla di
intervenire preventivamente, ma dopo a seguito di una segnalazione da parte
di un soggetto qualunque, e agire sulla base delle policy che regolano il
servizio quindi il problema non si pone.
--
http://www.blueware.it
bluewarewebstudio (skype)
l***@email.it
2010-02-24 18:47:19 UTC
Permalink
Post by Laionching
Google condannato.
http://www.ilgiornale.it/interni/video_choc_disabile_condanna_google_...
http://tinyurl.com/ycgkvgl
"Condanna a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La società
protesta"
mi sembra che questa notizia, come riportata dai giornali italiani,
sia inesatta.

google, nelle persone dei suoi dirigenti, non è stata condannata per
la *pubblicazione* del video, bensì per *non averlo rimosso* con la
sollecitudine necessaria.

il video è stato caricato l'8 settembre ed è stato rimosso il 7
novembre su richiesta della Polizia italiana.

appena caricato pare che le sue visite siano schizzate alle stelle.

non credo che per Google sia un problema pagare tre o quattro stipendi
a dei tizi che si mettano lì a guardare i video che superano una certa
soglia di visite.

quindi personalmente mi spiace molto che la sentenza sia arrivata ad
una condanna penale (sospesa) che credo causerà zero problemi ai
funzionari google, che non mi risulta vivano o lavorino in Italia, ma
non trovo nemmeno scusabile al 100% google.

e per cortesia meno fregnacce con questa storia della libertà di
espressione, che tanto nessuno dei blogghettari pseudorivoluzionari
del copiaincolla dell'acqua calda contano un cazzo e salveranno mai
questo paese.

se io venissi sul vostro blog e scrivessi che la vostra mamma è una
mignotta, ve ne accorgereste subito, e immediatamente rimuovereste il
mio post, salvo venirmi a cercare.

questo perché sul vostro blog il traffico non è poi molto e riuscite a
monitorare tutti i messaggi e commenti. fate le proporzioni con
google: riceve molti più contenuti, ma ha anche più risorse per
monitorarli.
Euclide
2010-02-24 20:27:40 UTC
Permalink
Post by l***@email.it
monitorarli.
si si f/u
ngw
2010-02-24 23:32:37 UTC
Permalink
Post by Laionching
Google condannato.
http://www.ilgiornale.it/interni/video_choc_disabile_condanna_google_e_attacco_liberta/internet-web_20-disabile-giudice_magi-condanna-google-down-motore_ricerca/24-02-2010/articolo-id=424691-page=0-comments=1
http://tinyurl.com/ycgkvgl

"Condanna
Post by Laionching
a sei mesi di reclusione tre dirigenti di Google accusati di
diffamazione e violazione della privacy per non avere impedito la
pubblicazione di un video su un minore insultato e picchiato. La
società protesta"
Esatto, ovvero, ieri c'è stata la prima sentenza a livello *mondiale*
che avvalori questa tesi.
Problema facilmente risolvibile: basta chiudere le sedi italiane.

ngw
--
Nicholas Wieland (ngw)
Zooppa CTO
911 Western Avenue, Suite 420
Seattle, WA 98104 US
l***@email.it
2010-02-25 01:51:52 UTC
Permalink
Post by ngw
Problema facilmente risolvibile: basta chiudere le sedi italiane.
e noi li andiamo a mettere su qzone e facciamo pure pace con l'iran.
Euclide
2010-02-25 09:23:30 UTC
Permalink
Post by l***@email.it
Post by ngw
Problema facilmente risolvibile: basta chiudere le sedi italiane.
e noi li andiamo a mettere su qzone e facciamo pure pace con l'iran.
Azze' la qzone? Quella di supermen??
Euclide
2010-02-25 09:23:56 UTC
Permalink
Post by l***@email.it
Post by ngw
Problema facilmente risolvibile: basta chiudere le sedi italiane.
e noi li andiamo a mettere su qzone e facciamo pure pace con l'iran.
Azze' la qzone? Quella di superman??
Giovanni Ceglia
2010-02-25 09:34:19 UTC
Permalink
Le risposte su questo tema, dai visitatori di questo newsgroup sono
scandalose.

Si vogliono tirare in ballo "complotti" che non esistono.

La realtà è semplice.

Queste Corporation come Google fanno i loro affari disinteressandosi dei
problemi che possono creare al prossimo e quando il prossimo gli segnala un
problema, lo ignorano.

Quel filmato è stato online almeno 2 mesi, YouTube l'ha rimosso solo dopo
che è intervenuta la Polizia Postale, come loro stessi hanno confessato
nelle varie interviste, ma non spiegano perchè non hanno rimosso il video
nei 2 mesi precedenti.

Come qualcuno ha fatto notare, è improbabile che in 2 mesi nessuno ha
segnalato a Google/Youtube che quel video dava fastidio. E quindi, Google ha
ricevuto queste segnalazioni e le ha ignorate, fino a quando non è
intervenuta forza maggiore: "La Polizia di Stato".

Qui io non vedo nessun complotto per uccidere la libertà di Internet, qui
c'è Bullismo delle corporation come Google, che se ne fregano del prossimo,
e ben gli sta la condanna.

Io sono d'accordo che chi fornisce il servizio non è responsabile, ma se gli
viene segnalato un problema e non lo risolve, allora non è più vero che non
è responsabile, lo diventa se non lo risolve, e per questo motivo credo che
Google è stata condannata, e molto giustamente.

Avete mai segnalato caselle e-mail usate per effettuare truffe a Google,
Yahoo, e simili? Io decine e decine, e non ho mai ricevuto risposta, e
nemmeno sono mai state disattivate. Io ogni volta che faccio queste
segnalazioni ai vari abuse, non ricevo nessuna conferma che il problema è
stato risolto, semplicemente queste segnalazioni vengono ignorate
completamente, in totale menefreghismo e mancanza di rispetto per i danni
creati al prossimo.

Perchè per ogni problema simile, ci si dovrebbe rivolgere alla Polizia o
alla Magistratura per fare rispettare i propri diritti o il buon senso? Se
Google/YouTube rimuoveva il video quando alcuni utenti o quell'associazione
che gli ha fatto causa glielo avevano segnalato, sicuramente non potevano
essere considerati colpevoli.

E' evidente che hanno peccato di negligenza, la prova è che quel video ha
avuto subito migliaia di contatti e commenti (E quindi quasi sicuramente
segnalazioni il primo giorno), e nonostante ciò, quel video è rimasto online
per oltre 2 mesi, finchè non è intervenuta forza maggiore.
Paolo De Dionigi
2010-02-25 10:24:14 UTC
Permalink
Post by Giovanni Ceglia
Io sono d'accordo che chi fornisce il servizio non è responsabile, ma se gli
viene segnalato un problema e non lo risolve, allora non è più vero che non
è responsabile, lo diventa se non lo risolve, e per questo motivo credo che
Google è stata condannata, e molto giustamente.
L'unica segnalazione ammissibile deve provenire da un organismo che ha
l'autorità per chiedere ciò che chiede di fare.

Gli avvocati dell'associazione non dovevano neanche rivolgersi a Google,
ma direttamente alla polizia.

Così facendo ci sarebbe stata una sentenza di un qualche tipo? Non
credo, perchè a quanto pare la sentenza riguarda il fatto che si è
attesa la richiesta da parte della Polizia.

Si imputa ad un'azienda di aver atteso la decisione dell'autorità
competente?

Dovremo quindi attenderci imputazioni a carico degli ordini
professionali che non sospendono i medici accusati di reati che
prevedono la sospensione ma per i quali si è in attesa di giudizio
definitivo?

Qui si passa dal garantismo totale al giustizialismo estremo a seconda
di come gira il vento.
Continua a leggere su narkive:
Loading...